BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Monti punta su crescita ed equità

"Lo dobbiamo ai nostri figli, dobbiamo dare loro un futuro concreto di dignità e di speranza". Così il senatore a vita Mario Monti nel suo discorso di accettazione dell'incarico.

Più informazioni su

"Lo dobbiamo ai nostri figli, dobbiamo dare loro un futuro concreto di dignità e di speranza". Così domenica sera il professore e senatore a vita Mario Monti nel suo discorso di accettazione (con riserva e per “spirito di servizio”) dell’incarico che gli era stato appena conferito dal presidente Napolitano – dopo una intensa giornata di consultazioni – per provare a formare il nuovo governo. "Agirò con senso dell’urgenza, ma con scrupolo – ha spiegato Monti – intendo adempiere a questo compito con senso di responsabilità per il Paese, in un momento di particolare difficoltà per l’Italia. Dobbiamo vincere la sfida per il riscatto, diventando sempre di più un punto di forza e non di debolezza di un’Unione europea di cui siamo stati fondatori. Ci sono aspetti di emergenza – ha concluso – ma li possiamo superare con sforzo comune". Monti è "una personalità indipendente, rimasta sempre estranea alla mischia politica e al tempo stesso una figura rispettata in Europa e nei più larghi ambienti internazionali", ha sottolineato il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. "Tentare di evitare un precipitoso ricorso al voto e un vuoto di governo – ha proseguito – è esigenza su cui dovrebbero concordare tutti. Non si tratta di operare nessun ribaltamento delle elezioni 2008, si tratta solo di dar vita ad un governo che possa unire forze politiche diverse in uno sforzo straordinario che l’emergenza economica esige". E il presidente Giorgio Napolitano ha ricordato che "da lunedì alla fine di aprile andranno a scadenza 200 miliardi di euro di Btp. È giunto il momento della prova – ha concluso – il momento del massimo senso di responsabilità. Non è tempo di rivalse faziose nè di sterili recriminazioni".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da guido

    monti avr il coraggio di mettere mano agli sprechi riducendo i 33.000 dipendenti della regione sicilia a 6.000 come quelli della regione lombardia???