BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sistema bibliotecario Ponteranica sbatte la porta

Ponteranica fa le valigie e lascia il sistema bibliotecario della Valseriana. Lo fa sbattendo la porta, in dissenso con la nuova convenzione decisa dall'assemblea dei sindaci.

Più informazioni su

Ponteranica fa le valigie e lascia il sistema bibliotecario della Valseriana. Lo fa sbattendo la porta, in dissenso con la nuova convenzione decisa dall’assemblea dei sindaci e che sarà approvata dai Consigli comunali delle amministrazioni del sistema. Nessun esponente del Comune a guida leghista ha preso parte alla riunione in cui sono stati fissati i parametri del nuovo accordo. La volontà di abbandonare il sistema è stata resa nota con una lettera inviata a sorpresa agli altri sindaci e assessori riuniti. La decisione è stata presa ufficialmente dopo che nelle scorse settimane era stata un’altra amministrazione del Carroccio a essere individuata tra le papabili a non aderire al sistema bibliotecario: Alzano lombardo, che alla fine sembra aver accettato le condizioni poste dall’assemblea. Quali sono le conseguenze di questa scelta? Ponteranica potrebbe aderire al sistema di Bergamo oppure, ed è un’ipotesi probabile, rimanere svincolata, sola con i suoi libri. Una decisione in linea con la politica dell’amministrazione comunale che già da un anno nell’assemblea dei sindaci ha alzato la voce sulla questione del sistema bibliotecario. E’ l’ultima di una serie di polemiche che ha investito la biblioteca di Ponteranica: chi non ricorda la mancata intitolazione a Peppino Impastato, due anni fa? Si scatenò una protesta di portata nazionale, con il sindaco Cristiano Aldegani protagonista in negativo sulle prime pagine di tutti i giornali. In quell’occasione nacque un movimento che ha dato vita a due grandi manifestazioni antimafia proprio a Ponteranica. Lo scorso luglio invece fece discutere la decisione della Giunta di affidare la gestione esterna della biblioteca e trasferire l’unica bibliotecaria in Comune. Un’esigenza dettata dalle risorse ristrette dell’amministrazione, costretta a modificare la pianta organica del Comune per sopperire alle difficoltà di personale in alcuni settori. Ora l’ultimo coerente passaggio: l’uscita definitiva dal sistema bibliotecario.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cuore verde

    Bergamo news deve imparare a fare giornalismo vero e non solo di parte.
    Prima di diffondere notizie meglio informarsi e non prendere per oro colato tutto quello che gli viene inviato.

  2. Scritto da Antropologo

    Scelta coerente. Chi ha ed esalta un capo che fa pernacchie, gestacci e dice parolacce, non può per sua natura apprezzare il valore dei libri. Li considera, corentemente, inutili orpelli.
    L’uomo non è mai in uno stabile stato: può solo o salire o scendere. A volte la caduta è davvero rovinosa.

  3. Scritto da PierPiero

    Beh…sempre meglio spendere per il logo del comune stampato sulla strada che per mille libri…

  4. Scritto da Giacomo

    Se Ponteranica decidesse di andare col sistema di Ponte San Pietro, caro Isacco, non farebbe altro che copiare Sorisole, come suo solito. Un po’ in ritardo però. Sorisole è uscita dalla Val Seriana ed entrata in Ponte San Pietro ormai da cinque anni!!

  5. Scritto da Caino

    Non preoccuparti, stiamo provvedendo

  6. Scritto da abramo

    mi piacerebbe sapere qualcosa di pi riguardo quello che afferma isaccco, se fosse vero, e lo spero per l’interesse della popolazione di ponteranica, risulterebbe una mezza verit la notizia data da voi, il che richiederebbe una correzione dell’articolo publicato per un sano principio di giustizia.

  7. Scritto da Isacco

    Passiamo dal sistema della valle seriana a quello di Ponte S. Pietro. E tra l’altro non ancora sicuro….
    Complimenti x l’articolo, consigliato da un orizzonte nuovo a caso?

  8. Scritto da carlo

    ponteranica purtroppo continua a mostrarsi perun comune che si isola, prepotente e presuntuoso. come il vero sindaco, che non l’aldegani!

  9. Scritto da Matilde

    Peccato, essere nel sistema bibliotecario significa dare ai cittadini la possibilit di accedere con facilit a tutto il patrimonio delle biblioteche del sistema.

  10. Scritto da abramo

    certo! pi importante asfaltare la strada che va alla croce dei morti piuttosto che la biblioteca. tanto i libri a cosa servono? qualcuno un tempo li aveva bruciati.