BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Politiche energetiche L’Europa e l’Italia

Le politiche energetiche dell'Unione Europea e la situazione in Italia è il titolo del convegno che chiude la Settimana per l'Energia.

Più informazioni su

Il convegno conclusivo della terza edizione della Settimana per l’Energia si terrà sabato 12 novembre alle ore 9.30 nella sala conferenze  dell’Università, in Piazzale Sant’Agostino a Bergamo ed avrà per titolo “Le politiche energetiche dell’Unione Europea e la situazione in Italia”. 

Una location prestigiosa, nel cuore storico della città, per fare il punto sulla politica energetica del nostro Paese e su quanto ancora resta da fare nel rispetto degli obiettivi comunitari, attraverso un confronto tra Istituzioni e mondo delle imprese su argomenti quali il "caro-energia", il deficit della bilancia commerciale energetica italiana, la necessità di una strategia nazionale capace di favorire la produzione e l’utilizzo dell’energia in modo efficiente e razionale.

Il convegno si propone di offrire ai partecipanti non solo conoscenze tecniche specifiche, ma competenze e saperi più vasti, utili per riflettere su argomenti di portata trasversale necessari per comprendere il significato e la responsabilità delle scelte in campo energetico. 

Dopo i saluti istituzionali, il convegno sarà aperto dagli interventi di Angelo Carrara, presidente dell’Associazione Artigiani di Bergamo – Confartigianato e Carlo Mazzoleni, presidente di Confindustria Bergamo.

Di seguito la tavola rotonda, con Marcello Raimondi, assessore all’Ambiente Energia e Reti della Regione Lombardia, Pietro Romanò, Assessore all’Ambiente della Provincia di Bergamo, Giovanni Rolando, presidente del Consiglio Nazionale Ingegneri, Michele Vio, presidente AICARR – Associazione Italiana Condizionamento Aria Riscaldamento e Refrigerazione, Alessandro Marata, presidente del Dipartimento Ambiente e Sostenibilità del Consiglio Nazionale degli Architetti, Edgardo Iozia, consigliere del Comitato Economico e Sociale Europeo.

Ad offrire il proprio contributo al dibattito interverranno quindi esponenti del mondo politico nazionale ed europeo quali Alessandro Clerici del Comitato Tecnico Energia di Confindustria, Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione Europea e Giorgio Guerrini, presidente nazionale di Confartigianato.

Modererà i lavori il giornalista Maurizio Melis, di Radio24 e Il Sole24ore.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da elio

    Nonostante tutto….le rinnovabili e il risparmio energetico….
    I cambiamenti politici di questi giorni spero possano portare buone nuove al settore delle energie rinnovabili.
    E’ innegabile che le scelte degli ultimi anni sono state orientate allo sviluppo di altre tecnologie e in particolare del Nucleare e del Gas, fonti non propriamente pulite, ma succulente sotto il profilo del bisnes e dei valori messi in campo e inoltre consentiva di mantenere l’accentramento del potere.
    Per fortuna il referendum ha posto la parola fine all’installazione di centrali nel nostro paese (almeno per il momento) e così dovremo fare altre scelte e prendere strade più sicure.