BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Italcementi, Moody’s rivede il rating

Italcementi, Italcementi Finance e la controllata francese Ciments Francais sotto osservazione dall'agenzia Moody's per un possibile downgrade del rating.

Più informazioni su

Moody’s ha messo sotto osservazione per un possibile downgrade i rating (riduzione in negativo della valutazione) di Italcementi, Italcementi Finance e la controllata francese Ciments Francais. Lo afferma una nota di Moodys’ spiegando che il processo che potrebbe portare ad una revisione dei rating scaturisce dalla "continua debolezza delle performance operative e della generazione di cassa" del gruppo cementiero da quando l’agenzia di rating ha cambiato l’outlook a negativo lo scorso agosto. Italcementi, ricorda Moody’s, ha registrato nel terzo trimestre un calo dell’1,9% dei ricavi e del 14,7% dell’Ebitda evidenziando le stesse problematiche di tipo operativo del primo semestre in termini di crescita dei costi fissi e variabili, principalmente quelli energetici. "Moody’s non intravede alcun miglioramento materiale nel breve termine in quando le condizioni di mercato rimangono impegnative e l’inflazione da costi fissi/varibaili solo marginalmente è stata ridotta", si legge nella nota. Tra gli elementi che saranno monitorati con attenzione l’agenzia cita le prospettive in mercati chiave come Italia, Francia, Nord America, Egitto, Marocco e India, e l’impatto degli interventi di riduzione dei costi annunciata dalla società in occasione degli ultimi risultati trimestrali. Il gruppo, aggiunge Moody’s, presenta tuttavia un "solido profilo di liquidità" grazie anche alle linee ci credito esistenti e non utilizzate. "La messa sotto esame dei rating Italcementi da parte di Moody’s è una misura che risente dell’inasprimento delle condizioni economiche e di conseguenza del deterioramento del mercato mondiale delle costruzioni, situazione nel complesso assorbita dalle attività del gruppo ad eccezione dei riflessi determinati dalla crisi egiziana" sottolinea Giovanni Maggiore, chief financial officer di Italcementi. Il manager ricorda inoltre che il gruppo ha già annunciato e messo in atto forti azioni di efficienza e di contenimento dei costi che sosterranno al ripresa dei risultati già dall’anno prossimi e che nel settore, per quanto riguarda i livelli di rating, solo due (fra cui Italcementi) dei primi cinque gruppi mondiali possono contare attualmente sul livello di investment grade. "Dal punto di vista patrimoniale la stessa società di rating conferma la solidità della posizione di Italcementi che grazie alla liquidità (oltre 690 milioni di euro) e alle linee di credito già contrattualizzate e non utilizzate (oltre 1,9 miliardi) ha coperture sufficienti per le esigenze di rimborso di tutte le scadenze in essere fino a tutto il 2014", conclude Maggiora.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.