BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Micromega: perché i progettisti non vengono chiamati in causa?

I costruttori del nuovo ospedale sostengono di aver eseguito più opere di quelle previste, anche a causa di opere di progettazione.

Più informazioni su

Micromega Bergamo, con gli avvocati Roberto Trussardi e Rocco Gargano, sta tentando di raccogliere da mesi tutta la documentazione relativa al nuovo ospedale. Oggi, 9 novembre, una nuova puntata pubblica, in conferenza stampa, con la divulgazione di tutta una serie di documenti, a partire dal ricorso al Tar dei progettisti sconfitti nel 2002, ai recenti verbali dell’audizione del direttore generale Carlo Nicora in commissione regionale, fino ai contratti d’appalto e all’atto di citazione in tribunale presentato dalla costruttrice Dec, che ritiene di aver fatto più lavori e opere di quelle previste in appalto. E cade qui una delle principali domande poste da Micromega, sia all’opinione pubblica sia naturalmente agli Ospedali Riuniti e alla Regione Lombardia (nella foto il titolare della Dec Vito Degennaro) "La Dec ha fatto causa agli Ospedali Riuniti, ovvero alla cosìddetta stazione appaltante, sulle cosìddette riserve – ricorda Micromega -. L’azienda sostiene, in tribunale, di aver eseguito opere e lavori in più rispetto ai due appalti principali, per un totale di 114 milioni di euro (non da 130 milioni, come si era detto in un primo periodo, ndr). E dice nero su bianco che molte di quelle opere in più sono dovute a errori di progettazione della struttura. E’ legittimo chiedersi perchè, essendo citati in tribunale, gli Ospedali Riuniti non abbiano chiamato in causa la Scau, ovvero la società di progettisti, alla quale la Dec fa puntuali addebiti e osservazioni". L’interrogativo di Micromega è forse l’interrogativo principale rispetto alla condotta degli Ospedali Riuniti e della Regione Lombardia nell’ultimo anno. I costruttori fanno causa, sostengono che ci sono errori di progettazione, ma Regione e Ospedali non muovono un dito nei confronti dei progettisti, continuando a ripetere che "le responsabilità saranno accertate dopo". Intanto però, la Dec in tribunale ci è andata subito.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.