BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Il lavoro Piace”: è arrivato primo il film degli studenti dell’insubria

Il corto realizzato degli stagisti del laboratorio multimediale dell'Università degli Studi dell'Insubria si è aggiudicato il primo premio assoluto nella sezione “Corti della Realtà” del Premio ‘L’anello debole’

Più informazioni su

Alla fine ce l’hanno fatta:  “Il lavoro piace”, realizzato degli stagisti del laboratorio multimediale dell’Università degli Studi dell’Insubria si è aggiudicato il primo premio assoluto nella sezione “Corti della Realtà” del Premio ‘L’anello debole’, giunto alla settima edizione.

I tre autori, Jacopo Bernard, Camilla Bilato e Anna di Napoli sono stati festeggiati, con gli altri finalisti, alla cerimonia di premiazione che si è tenuta a Capodarco di Fermo durante il fine settimana ed è stata presentata da Andrea Pellizzari, autore e showman a lungo a “Le Iene”, e dalla giornalista del Tg2 Daniela de Robert, entrambi componenti della giuria di qualità insieme a Giancarlo Santalmassi (presidente), don Vinicio Albanesi, Pino Corrias e Daniele Segre.

Nella categoria “Radio” il Primo Premio assoluto è andato invece a “Il bambino che amava i cavalli” di Carla Manzocchi (Rai Radio Uno – Baobab) sul tragico rapimento del piccolo Giuseppe Di Matteo. Il Premio speciale della Giuria è stato assegnato a “Ziklon B” di Luca Galassi (Peacereporter), reportage sul diffondersi in Russia di movimenti xenofobi e razzisti fomentati dalla politica e dalla chiesa ortodossa. Nella sezione TV, vincitore assoluto è “Ergastolo Bianco” di Francesco Cordio, Mario Pantoni, Francesca Iachetti, Giacobbe Gamberini (Rai Tre – Presadiretta), risultato dell’inchiesta voluta dal senatore Ignazio Marino, sullo stato di degrado degli ospedali psichiatrici giudiziari. “Gamba trista” di Francesco Filippi (Studio Mistral) vince la sezione Corti di Fiction: un’opera di animazione che racconta in modo divertente, senza retorica o pietismi, la storia di un ragazzo nato con le gambe molli. Infine, il Primo premio assoluto nella categoria dedicata alle opere realizzate con il cellulare (I Cortissimi) va ha “Oscar” di Giorgia Guarienti e Carlo Tombola (Offroad-Strade creative).

Tutte le 448 opere finaliste delle prime 7 edizioni sono fruibili sul sito www.premioanellodebole.it.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.