BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Idv contro Pisapia: ???In Sacbo e Sea trionfo della partitocrazia???

In una lettera firmata anche dal bergamasco Sergio Piffari il partito di Antonio Di Pietro si scaglia contro le nomine della Giunta meneghina in Sea e Sacbo.

Più informazioni su

E’ polemica aperta tra l’Italia dei Valori e il sindaco di Milano Giuliano Pisapia. In una lettera firmata anche dal bergamasco Sergio Piffari, coordinatore regionale, il partito di Antonio Di Pietro si scaglia contro le nomine della Giunta meneghina nelle società che gestiscono gli aeroporti di Milano e di Bergamo, Sea e Sacbo. Piffari, Grassi e Zamponi non digeriscono facilmente la nomina di Carlo Montalbetti, coordinatore milanese dell’Api, nel Consiglio di amministrazione di Sacbo, e il mancato spoil system in Sea per Cattaneo e Pagnoncelli.

Ecco la lettera:

Caro Pisapia,
a proposito della recente nomina del Consiglio di Amministrazione di ATM lei ha detto: “Finalmente basta con la spartizione partitocratica”. Poi leggiamo che SEA (controllata all’85% dal Comune di Milano, cioè da Lei) ha indicato come membro di sua spettanza nel Cda di SACBO (cioè dell’ Aeroporto di Bergamo Orio al Serio) un certo Carlo Montalbetti, già candidato ‘trombato’ al Comune di Milano per il Terzo Polo, il cui unico merito è quello di essere Coordinatore Cittadino del Partito dell’ Assessore “ Tecnico” Tabacci (API- Alleanza per l’ Italia).
Attendiamo che ci spieghi perché il suo comportamento nel caso di Montalbetti sia così in contrasto con le sue parole (nonché con i nostri comuni principi).
Cogliamo l’occasione per ribadire la nostra richiesta di revoca del Consiglio di Amministrazione di SEA, utilizzando la norma sullo Spoil System che Le consente di farlo entro il 27 novembre prossimo senza oneri per il Comune.
Lasciare nel CdA il leghista Bonomi (che per eludere il tetto sugli emolumenti pubblici si è fatto nominare anche Direttore Generale, con una retribuzione complessiva annua di oltre 600mila euro) il ciellino Assessore ai Trasporti Regionali, Raffaele Cattaneo del PDL ( bestia nera dei pendolari di tutta la Lombardia) nonché Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Infrastrutture Lombarde e l’ex Assessore Regionale all’ Ambiente del PDL Marco Pagnoncelli, bergamasco doc, ora delegato dal Presidente Formigoni alle Relazioni con gli Enti Locali a 10mila euro al mese, sarebbe il trionfo della partitocrazia tafazzista.
E non ci basta, come spiegazione per la mancata revoca, la prospettiva sempre più ipotetica della quotazione in borsa della SEA; cambiare gli amministratori nominati dalla Moratti esclusivamente per la loro appartenenza di Partito (di centrodestra!) potrà solo giovare alla quotazione della SEA (e anche alla sua personale reputazione).
Attendiamo spiegazioni per il caso Montalbetti e fatti concreti per la SEA.

On. Sergio PIFFARI
Segretario Italia dei Valori della Lombardia

Raffaele GRASSI
Capogruppo IdV Consiglio comunale Milano

Stefano ZAMPONI
Commissario IdV per la città di Milano
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da La verità fa male

    Sono passati solo sei mesi dalla “liberazione” di Milano e la sinistra ha già sfoderato il meglio del suo repertorio 1) aumento vertiginoso delle tasse (tariffe mezzi pubblici e addizionale comunale) a carico dei “soliti noti” (dipendenti, artigiani e commercianti) 2) risse tra i partiti della maggioranza 3) lottizzazioni e occupazioni delle poltrone 4) abuso del linguaggio “politically correct” 5) ritorno dei rom abusivi nei quartieri appena sgomberati da De Corato

  2. Scritto da Felar

    Ma come mai l’ IDV non si è lamentato quando Pisapia ha aumentato del 50% il costo dei biglietti dell’ATM? Si lamenta quando si toccano “le poltrone” e non per difendere il popolo.Mah!

  3. Scritto da sergio

    ottima scelta: competenza e onestà….
    peccato che non è dell’idv…vero?

  4. Scritto da Moralizzatori

    Ah, ma non succedevano solo nei governi di centro destra?
    A sinistra non era il regno della moralità?
    I moralizzatori di sinistra, dopo Penati, che fine faranno?
    Aspettiamo la fine del governo Berlusconi, poi cominciamo noi a ridere: Tutto quanto fa spettacolo.

  5. Scritto da Rossodentro

    Il rischio che Pisapia si sposti sempre più al centro è evidente. Nella giunta ha escluso i rappresentanti della Federazione della Sinistra e dell’Idv per far posto a Tabacci (persona stimabile ma sicuramente di area moderata). Ora questa vicenda delle nomine Sea e Sacbo. E’ bene ricordare a Pisapia che la sua elezione la deve alla voglia di cambiamento dei milanesi e non alle mediazioni moderate. Non deluda il suo popolo. Potrebbe essergli politicamente fatale.

  6. Scritto da verita'

    Ormai credo l’abbiano capito un po’ tutti che la politica e’ una cosa sporca, i nostri politicanti(magari fossero politici!)sono attaccati piu’ alla loro poltrona,e ai relativi soldi che non ai problemi reali.Aspettiamo il nuovo governo che qualora fosse di sinistra,vedremo non cambiera’ nulla e quanto durera’ visto le beghe interne.Siamo messi proprio male,cominciassero a tagliarsi lo stipendio e a dare il buon esempio,ma qui destra, centro e sinistra perfettamente d’accordo.Chissa’ perche’?’

  7. Scritto da cip

    e se in sacbo e/o in sea fossero state inserite persone vicine ai firmatari, avremmo letto comunque questo lacerante grido di dolore contro la partitocrazia?

  8. Scritto da pisapia pensaci tu

    Perchè voi non siete iscritti ed esponenti di un partito?
    Prima di indicare la pagliuzza nell’occhio degli altri, guardate la trave nel vostro, che nella fasttispecie si chiama Cristiano Di Pietro, noto come Trota 2, candidato alle regionali del Molise ed eletto grazie al cognome del padre

  9. Scritto da giffi

    di soliti l’idv si lagna quando viene esclusa dalle poltrone.