BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Costi della politica, il Pd rinuncia all’auto blu

I due membri del Pd Sara Valmaggi e Carlo Spreafico hanno rinunciato ai loro diritti sulle auto di servizio, invitando gli altri membri dell'Ufficio di Presidenza a regolamentare meglio l'uso dei mezzi.

Il Vice Presidente del Consiglio regionale Sara Valmaggi ed il Consigliere Segretario Carlo Spreafico – entrambi appartenenti al Pd – hanno consegnato nel corso della mattina del 7 novembre al Presidente Davide Boni la comunicazione formale per rinunciare all’utilizzo dell’autovettura di servizio e al relativo rimborso per il mancato utilizzo del mezzo, diritti spettanti ai componenti dell’Ufficio di Presidenza. “Abbiamo preso questa decisione” spiegano Valmaggi e Spreafico “in coerenza con le posizioni sempre assunte dai componenti del Pd in Ufficio di Presidenza e dallo stesso Gruppo consiliare. La nostra scelta va nella direzione delle aspettative dei cittadini e del Consiglio regionale stesso a proposito degli interventi necessari per ridurre i costi della politica”. “Crediamo sia una scelta che vada nel senso della valorizzazione della nostra autonomia, da proporre eventualmente anche alla Giunta ma senza subordinare le nostre decisioni alle loro” aggiungono, sperando comunque che nell’ambito dell’Ufficio di Presidenza si riesca a raggiungere una regolamentazione che escluda i rimborsi sostitutivi per il bilancio 2012 e che limiti l’uso delle auto di servizio per sole ragioni istituzionali. La decisione di Valmaggi e Spreafico ha raccolto l’approvazione del segretario regionale del Pd Maurizio Martina. “Ancora una volta il PD spinge le istituzioni regionali ad assumere decisioni concrete per la riduzione dei costi della politica” dichiara Martina “È successo con la cancellazione dei vitalizi e la riduzione delle indennità, avanzata dal nostro gruppo a giugno e poi fatta propria anche dalle forze di maggioranza, ed è successo oggi con la lettera di Spreafico e Valmaggi sul taglio delle auto di servizio, poi assunta con il consenso dei componenti in quota PDL e Lega, come lo stesso presidente Boni. In entrambi i casi il PD ha scelto di fare il primo passo, compiendo la scelta più opportuna e più efficace rispetto a dichiarazioni roboanti e non effettive”. “Sui vitalizi e sulle indennità – aggiunge Martina – finalmente, dopo la nostra proposta di giugno e dopo non poco pressing, è stato istituito un comitato ristretto che sta lavorando per definire i dettagli della legge. Per noi i tempi devono essere stretti e certi: l’approvazione deve arrivare entro la fine dell’anno”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Damiano

    Fino ad oggi, lo status di politico è sempre stato sinonimo di persona privilegiata e con benefit ingiustificabili, rispetto agli altri cittadini.
    Tutto ciò, i politici lo “guadagnano” a prescindere del buono o cattivo servizio reso al Paese. Noi, per qualsiasi altro lavoro, dobbiamo render conto a qualcuno, del nostro operato. Loro, i politici, no!
    Al massimo, non verranno rieletti… Ma i vitalizi e le promozioni di carriera andranno sempre all’insù, mai all’ingiù. Speriamo in cambiamenti…

  2. Scritto da Giulia

    Qualcosa inizia a cambiare,è solo l’inizio,invito anche gli altri consiglieri a fare altrettanto,e a utilizzare i mezzi pubblici.La prossima mossa potrebbe essere quella di rinunciare ad altri privilegi dei quali usufruiscono i rappresentanti della maggioranza.

  3. Scritto da Kratos

    Bravi quelli del PD. Dopo tre anni ci sono arrivati!
    Voterò PD? Piuttosto i Verdi!

  4. Scritto da aquila

    è un buon passo, significativo. D’Altra parte i politici italiani costano come quelli europei. Per fortuna. In caso contrario la politica la farebbe solo chi ha i soldi come Berlusconi. Lo scandalo vero sono i vitalizi. Per il resto c’è molta demagogia e poca informazione

  5. Scritto da Damiano

    Certo, noi abbiamo poca informazione, su ciò che realmente ingoia quella casta.
    Rimane un punto fermo, però: la condizione economica dell’Italia, non possono averla provocata i lavoratori e tutte le persone che NON sono alla guida del Paese. L’hanno per forza causata quelli che sono al timone, della barca. E guarda caso, non appartengono a categorie tra le più povere.
    E’ solo demagogia?
    A parte il valore in euro dei vitalizi, certe invenzioni sono moralmente offensive verso gli altri cittadini.

  6. Scritto da cives

    bene. Però dal PD mi sarei aspettato anche il sostegno nella recente votazione della proposta di eliminare i vitalizi ai parlamentari!

  7. Scritto da Lorenzo

    Leggete dove mette i soldi la regione .Tratto dalla prima pagina di bgnews oggi
    https://www.bergamonews.it/bergamo/articolo.php?id=49097

  8. Scritto da alex

    @12
    Sì, hanno detto che rinunciano al relativo indennizzo/rimborso.
    C’è scritto abbastanza chiaro e comprensibile, nel comunicato…

  9. Scritto da daniela

    Era ora.
    Speriamo non sia demagogia ma una scelta consapevole e un inizio di cambio di mentalità. Che dovrebbe valere per TUTTI noi.
    I dirigenti d’azienda si beccanno cifre esorbitanti, assolutamente sproporzionate e noi gli dobbiamo pagare la pensione (la loro cassa, in rosso, è stata assorbita dall’INPS).
    La mentalità da casta ci pervade più di quanto ci si renda conto.
    Gli onesti da noi sono fessi, i ricchi x noi sono “fighi”, a prescindere.
    Ci manca, sovente, la dignità

  10. Scritto da per 12/a testa alta

    Sì, rinunceranno. Così dice l’articolo

  11. Scritto da Aldo

    Bene così.

  12. Scritto da gigi

    ottimo e complimenti, lasciate perdere che cercherà di minimizzare, andate avanti cosi

  13. Scritto da federica

    Bravi. La politica di oggi mi aveva schifato.
    Gesti come questo mi fanno tornare voglia di votare.
    Speriamo che altri seguano l’esempio

  14. Scritto da cittadino incavolato

    I politici hanno cambiato l’art. 1 della costituzione italiana o meglio l’hanno modificato in modo piu’ appropriato per loro:

    L’ITALIA è UNA REPUBBLICA FONDATA SULLE TASSE, LA SOVRANITA’ APPARTIENE AI POLITICI CHE LA ESERCITANO NELLE FORME A LORO PIU’ VANTAGGIOSE E SENZA IL RISPETTO DELLA COSTITUZIONE E DEI CITTADINI.

    meditate italiani, meditate di questo passo finiremo nella ………..

  15. Scritto da Lirussi

    Se lo sapevo compravo una maserati in più

  16. Scritto da Arcangeli

    Bravi, la prossima volta vi do il voto.
    Solo nel PD ci sono questi arcangeli

  17. Scritto da Maria Antoinette

    Vi prego, continuate su questa linea, abbiamo tutti disperatamente bisogno di poter credere che qualcosa, qualcuno, in questo Paese si possa salvare. Altrimenti, davvero, è la fine per tutti.

  18. Scritto da Rebecca

    L’assessore Belotti (lega nord) non ha aspettato il momento politico movimentato, ci ha rinunciato il primo giorno del suo insediamento. Senza tanta pubblicità. E vorrei ricordare anche il suo rendiconto spese di rappresentanza già pubblicato qui.

  19. Scritto da destra e sinistra uguali !!!

    è cominciata la campagna elettorale… dopo 3 anni in regione si accorgono dell’ auto di servizio… ma va là ipocriti !!

  20. Scritto da Marco

    N O N S O N O T U T T I U G U A L I.
    Questa è una dimostrazione. Avanti così. Ricostruzione.

  21. Scritto da AntonioA

    Lega e Pdl che governano da anni in lombardia non hanno mai mosso un dito. Ho letto che TUTTI gli assessori della giunta regionale che non hanno la macchina di servizio in modo permanente comunque ricevono l’indenizzo aggiuntivo. Belotti compreso quindi. Non ho mai votato Pd fino a qui, ma la scelta dei loro due rappresentanti (di minoranza) nell’ufficio di presidenza del Consiglio va riconosciuta. bravi.

  22. Scritto da filippo schwamenthal

    “destra e sinistra uguali !!!” impara a contare: le elezioni sono state a primavera 2010. Quindi sono meno di 2 anni. E’ Formigoni che è Presidente da 20anni….
    “Rebecca” cosa ne dici del leghista che si è fatto nominare direttore generale di sacbo per aumentarsi lo stipendio ?

  23. Scritto da a testa alta

    rinunceranno anche ai rimborsi per non usufruire dell auto blu?