BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Berlusconi, dimissioni a un passo: “Questione di ore”

Le dimissioni di Silvio Berlusconi sono ad un passo. Ad annunciarlo sono due giornalisti vicini al Cavaliere: Giuliano Ferrara, direttore del Foglio, e Franco Bechis, vice direttore di Libero.

Più informazioni su

Le dimissioni di Silvio Berlusconi sono ad un passo. Ad annunciarlo sono due giornalisti vicini al Cavaliere: Giuliano Ferrara, direttore del Foglio, e Franco Bechis, vice direttore di Libero. «Che Berlusconi stia per cedere il passo ormai è una cosa acclarata. Si tratta di ore, qualcuno dice perfino di minuti. Il punto non è quello però: quello è un fatto, il grande fatto di questa legislatura. Il punto vero – dice Ferrara – è per che cosa dimettersi, che cosa fare di sè, che cosa fare di tutti questi anni e qual è la vera posta in gioco: la capacità di dirigere il paese, di guidarlo, le regole adatte a un sistema maggioritario in cui il popolo sceglie chi governa, esprime un mandato su un programma. Questa è la posta in gioco. Qualunque soluzione mascherata di emergenza che non siano le elezioni subito è inutile – aggiunge Ferrara.
Bechis sta aggiornando i contatti di face book con una diretta sulla crisi politica. Seguitissimi i suoi post: “si è chiuso con l’intesa che entro domani” Berlusconi “annuncerà” le dimissioni e proporrà un “governo Letta”. La frattura definitiva è scaturita dall’ennesima passaggio di un parlamentare Pdl nelle file dell’Udc: si tratta dell’ex presentatrice Gabriella Carlucci. A questo punto i numeri della maggioranza sono sempre più risicati, come ha fatto notare lo stesso ministro Roberto Maroni: «la maggioranza sembra non esserci più» e che «è inutile accanirsi».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da La verità fa male

    @11 MAURIZIO sottoscrivo ogni singola lettera di quello che ha detto e ne approfitto per ricordare agli smemorati come era bello PRIMA di Berluska: sperperi osceni nel Sud Italia, aziende decotte mantenute in vita con casse integrazioni infinite, dipendenti di tali aziende decotte che lavoravano in nero mentre erano in cassa integrazione, burocrazia medioevale, baby pensioni, pensioni di invalidità false, RAI lottizzata, tangenti, mafia, strapotere di partiti e sindacati ecc….

  2. Scritto da marilena

    per 12. Invece il ponte di messina lo vogliono fare a milano?

  3. Scritto da giobatta

    quando la nave affonda le tope scappano…

  4. Scritto da carlo salvioni

    Sono contrario a un governo Letta. Sarebbe la riedizione dell’attuale. Ci vuole una discontinuità evidente, che potrà essere rappresentata solo da un governo di salute pubblica presieduto da una personalità di assoluta fiducia del Capo dello Stato.

  5. Scritto da Osservatore

    Perfetto, hanno vinto i giudici, i giornali e i salotti di sinistra, hanno vinto tutti quelli che sanno solo lamentarsi. Così hanno dato un alibi al Berlusca per non aver fatto abbastanza, tutto perché ? Per cosa ? Immaginate per un attimo se in questi 3 anni non ci fosse stata neppure un’inchiesta contro di lui, non ci avrebbe forse guadagnato l’Italia ? Tanto peggio di così ….

  6. Scritto da pm

    #3: ma no, dai, lasciamolo lì ancora 15 anni, vedrà quanti altri bei risultati porterà a casa.
    Perchè non lo adotta e se lo prende in casa lei? Se lo potrà coccolare tutto il giorno, e vi racconterete tante storielle sui giudici comunisti che non l’hanno lasciato lavorare prima di andare a dormire.

  7. Scritto da Andrea

    @osservatore… dice bene il suo nick… la realta’ ha sfaccettature diverse a seconda del punto di vista da cui la guardi….

  8. Scritto da Bob

    Che stia davvero finendo? Per la nostra povera Italia ce ne vorrà invece di tempo per recuperare un poco di onore.

  9. Scritto da Osservatore

    Pm, dimmi solo un reato di cui è inquisito Berlusconi che non sia legato alla sua professione imprenditoriale. Trovami un reato legato alla sua funzione politica, devi per forza entrare nella sfera personale, vero punto debole su cui hanno puntato gli avversari. Quindi tolta la persona Berlusconi, si tratta sempre di scegliere il male minore, siamo sicuri dei vari Bersani, vendola e di Pietro ? Inneggeremo tutti a Giuliani eroe ?

  10. Scritto da patch

    Mi piacerebbe sapere cosa ha osservato in tutto questo tempo il numero 3 Osservatore. (si metta gli occhiali)

  11. Scritto da Giulia

    Berlusconi ha già smentito non si dimette,vuole vedere in faccia i traditori.Sembrava troppo bello purtroppo non si è dimesso,lo dobbiamo sopportare ancora fino al prossimo voto di fiducia.

  12. Scritto da giada

    finalmente!! assolutamente no ad accoliti e alter ego.

  13. Scritto da MAURIZIO

    Il governo post Berklusconi sarà molto peggio del governo Berlusconi perchè la sinistra occuperà il potere senza un’idea su cosa fare e utilizzando sempre e solo lo schema ottocentesco della lotta di classe.
    L’amministrazione pubblica ottocentesca e corrotta NON CAMBIERA’. I sindacati continueranno a fare i padroni senza avere il consenso.
    L’ipocrisia impererà e tutto continuera a funzionare come oggi.