BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Milano, via l’Ecopass, ecco il superticket da 5 euro Una misura attuabile anche a Bergamo?

La decisione dell'amministrazione Pisapia interessa anche molti pendolari, studenti, artigiani bergamaschi che ogni giorno si recano nel capoluogo lombardo. Una decisione anti-inquinamento e per fare cassa: sarebbe utile anche nella nostra citt???

Più informazioni su

Addio Ecopass. Una liberazione, quasi, per milanesi e non (compresi i bergamaschi pendolari e lavoratori che ogni giorno feriale si recano a Milano), costretti a pagare negli ultimi anni per entrare nella cerchia dei bastioni in automobile. Una liberazione “quasi” perché, cancellato l’Ecopass, l’amministrazione Pisapia ha creato un super ticket da 5 euro (per tutti, motori di ultima generazione inclusi) per entrare nella cosiddetta “Area C” (cioè, sempre all’interno dei bastioni…) del centro storico. Un’idea che dovrebbe portare ad una diminuzione del 20 per cento e oltre delle auto (e 28 milioni di euro in più rispetto al “vecchio Ecopass” nelle casse di Palazzo Marino).
Accanto a questo, l’amministrazione ha previsto un bonus di 40 accessi gratuiti per i residenti in Zona 1 e una tariffa scontata, di 3 euro, per i furgoni di artigiani e commercianti (eccoli qua i bergamaschi…), ma anche per mezzi puliti mentre è previsto il divieto di circolazione per le vetture più «inquinanti. Il debutto delle nuove regole è fissato per il 16 gennaio 2012 e avrà un periodo di sperimentazione che durerà 18 mesi.
Gli abitanti avranno 40 pass gratuiti dopodichè pagheranno 2 euro per gli altri ingressi mentre le imprese potranno scegliere tra pagare 5 euro per due ore di sosta gratuita oppure un pedaggio da 3 euro, per sei mesi, senza opzioni sul parcheggio. Il pedaggio potrà essere pagato con i tagliandi cartacei, su Internet, dal cellulare e anche attraverso il conto corrente bancario.

Una misura per snellire il traffico, una misura per rendere l’aria meno inquinata almeno in centro città, una misura per fare anche un po’ di sana cassa. Voi che cosa ne pensate? Giusto far pagare il ticket per entrare in centro-città? Una decisione che potrebbe essere attuata anche a Bergamo per diminuire l’inquinamento nella nostra città?

Partecipa al sondaggio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nirva

    Potrei essere d’accordo ad un ecopass di questo tipo ma solo con un servizio di trasporto adeguato. Quoto il commento di JJ a Londra il servizio di trasporto è spaventosamente efficace, a Bergamo tutta un’altra storia. Non si può bastonare l’automobilista senza dargli l’alternativa.

  2. Scritto da Marianna

    Fantastico, guarda che coincidenza!
    Ieri a Milano l’ecopass è andato completamente in tilt facendo multe a go-go!!!
    E’ vero che l’azienda responsabile ha annunciato che annullerà le multe, ma quanto tempo dovranno perdere i cittadini tra ricorsi, richieste di annullamento ecc… solo perchè il sistema va in tilt?

  3. Scritto da Automobilista

    Narno Pinotti, Gio91 non ha tutti i torti…
    siccome esiste già una tassa sul possesso (una volta era di circolazione) è inutile mettere un’ ulteriore tassa sulla circolazione, come lo è l’ecopass.

  4. Scritto da Toni Corberi

    Quando eravamo contadini abitavamo vicino ai campi,quando c’erano le case operaie non si usava l’auto per andare a lavorare.Mio padre usava l’auto la domenica per andare a spasso e andava a lavorare a piedi,io la uso per andare a lavorare e la domenica la lascio in garage.Le cose sono cambiate,i servizi sono scarsi e la politica non capisce niente,non si può non volere le auto in città e fare i parcheggi in centro,non si può avere bus e treni che non rispettano gli orari fanno schifo e sono cari

  5. Scritto da PAGHINO ANCHE I RESIDENTI

    Sarebbe interessante sapere qual e’ il curriculum di utilizzatore di mezzi pubblici di quanti qui si lagnano di quanto sono sporchi,, in ritardo, cari etc. Si lagnano non perche’ li usavano e non li usano piu’ perche’ sarebbero sporchi in ritaro cari etc., oppure si lagnano per pura attitudine alla lagna autoassolutoria, non essendoci mai saliti sui mezzi pubblici, perche’ non fa parte del loro orizzonte comportamentale, sporchi o puliti che siano?

  6. Scritto da Ma va là

    @36 dia un giorno di ferie all’autista e lasci a casa il SUV e usi i mezzi pubblici per un giorno così si renderà conto di persona.Perché da come parla o abita lontano o non sa cosa vuol dire farne uso.Io in città non vado con l’auto ma coi mezzi pubblici e a piedi,anzi più a piedi che coi mezzi pubblici perché il più delle volte ci metto di meno a scarpinarmela che ad aspettare i bus che arrivano quando capita e non secondo gli orari appesi (si potrebbe eliminarli e scrivere “passa ogni tanto”

  7. Scritto da Giò91

    Anche se capisco che pagare per circolare in centro possa essere un modo per ridurre il traffico in città (per certi versi potrei condividere), complessivamente non lo trovo giusto.
    Il motivo è il seguente:
    Chi ha un’automobile o un qualsiasi veicolo a motore paga già annualmente il bollo di circolazione (anche piuttosto salato)… che da’ appunto diritto alla circolazione!
    Misure come Superticket o domeniche senza auto, limitano la libertà di circolare nonostante si abbia pagato il bollo.

  8. Scritto da flavia b.

    Lo trovo solo un modo per far cassa, gran cassa!
    Condivido gio91, io sono favorevole alle domeniche a piedi, ma dovrebbero scalare dal totale del bollo i giorni in cui non possiamo utilizzare l’auto.

  9. Scritto da Fausto

    Per 20: chi abita in centro a Milano e deve spostarsi, nel cuore della città è costretto a tornare tutti giorni e per necessità. Non è paragonabile a chi ci va per altri motivi. Le assicuro che parecchie persone da bergamo raggiungono milano e viceversa col mezzo privato e non pubblico per necessità. Evidentemente c’è chi parla a vanvera.

  10. Scritto da Maria Letizia Mortacci

    @7 Il polemico gli specialisti in cavolate e nell’attribuirne le colpe ai predecessori sono proprio quelli che nomina lei che hanno cominciato molti anni fa e continuano purtroppo riuscendo a realizzare il declino dell’Italia.Per quanto riguarda Bersani e Prodi devo dire che per quanto marginali le uniche cose intelligenti le hanno fatte loro.Dalla legge Prodi,alle farmacie nei supermercati,al tracciamento dei pagamenti,al tentativo di liberalizzare i taxi, all’abolizione delle tariffe minime.

  11. Scritto da Narno Pinotti

    @22 Giò91
    Il bollo auto è una tassa regionale sul possesso, indipendente dall’uso e dalla circolazione del veicolo. Discorso simile vale per l’assicurazione, che è obbligatoria anche per i veicoli fermi.
    Poi si possono addurre buoni argomenti contro (o pro) un ecopass a Bergamo: altri, però. Non questo.

  12. Scritto da Maria Letizia Mortacci

    Caro @9 Io abito a Bergamo ma ho amici in Milano(di cui non so la fede politica ma la immagino) che mi dicono che solo ora ci comincia a essere un po’ di trasparenza nelle scelte dell’amministrazione comunale.Devo comunque farle i miei complimenti perché lei rappresenta degnamente al meglio le capacità mediatiche del suo referente infatti fa quel che può per convincermi che la destra fa gli interessi della gente comune mentre le sinistre privilegiano i ceti ricchi.Ma forse non è così si informi.

  13. Scritto da libero

    prima pisapia massacrava moratti x l ecopass adesso che ci sta lui che fa… come i comunisti tassa tutti
    il grande amico di penati…. il paladino della bella faccia a un cattivo gioco
    purtroppo i cittadini di milano votandolo si sono tirati la zappa sui piedi
    condoglianze !!

  14. Scritto da stefano b.

    molti miei colleghi milanesi quando si devono muovere in centro prendono i mezzi pubblici o addirittura la bici.
    sono degli impegati di una grande banca nazionale, forse perchè sono tecnici, geometri, p.i. e architetti.
    non mi sembra un dramma, anch’io tante volte ho lasciato la macchina a Cascina Gobba e poi ho preso il metro.
    io chiuderei il centro di Bergamo e aumenterei i mezzi pubblici abbassando il prezzo del biglietto. invece hanno fatto i parcheggi in mezzo alla città.

  15. Scritto da @20 state a casa

    @20 tu sei di sicuro un abitande di qualche piccolo comune vicino a bergamo in cui avrete diverse zone 30, 45 dossi, 4 rondò, semafori intelligenti (come voi ), e strade per i residenti. ok è giusto e anch’io voglio che la MIA città sia difesa da voi extracomunali che pretendete di venire in bergamo a inquinare e suonate perchè c’è colonna

  16. Scritto da PAGHINO ANCHE I RESIENTI, E SMETTANO DI PARLARE A VANVERA

    Le assicuro che a nessuno e’ vietato circolare per necessita’ nel cuore di MI. Cioe’ che pero’ finalmente si dice ora e’: circoli per necessita’ in auto? Paghi (per altro sempre troppo poco). E questo perche’ la citta’ organizzata e costruita gratis a misura di auto privata ci costa un occhio della testa. Invito anche a fare i conti di quanto costa il giornaliero a milano e quanto la benza che consumate in citta’. Tra tram, bus, metro, linee S etc, usare l’auto privata a Milano e’ demenziale.

  17. Scritto da il polemico

    cioè?’un residente deve pagare per andare a casa sua?ma dove siamo finiti?ma chi decide ste cose,si rende conto di quello che sta facendo?ovviamente i dipendenti del comune saranno esentati,come pure il loro seguito…e poi perchè sempre del centro della città ci si preoccupa?secondo me cè piu traffico a dalmine,oppure lallio,rispetto a città alta,però chissa come mai,li non importa a nessuno,ma ci si preoccupa solo di chi ha l’attico con vista maresana…sindaco di milano dilettante e incapace

  18. Scritto da gigi

    giusto farlo ma per chi non risiede in città, vuoi entrare ? paga !! . i comuni vicini continuano a limitare l’accesso alle loro vie ed è ora che anche noi di bergamo iniziamo a impedire l’accesso da chi vuole entrare in città ed inquinare

  19. Scritto da Maria Letizia Mortacci

    @1 Polemico guardi che a Milano quelle cose lì le ha introdotte la Moratti quindi il suo “sindaco di Milano dilettante e incapace” va indirizzato a lei e il titolo di citrulli a tutti quelli che hanno votato ancora per lei.Chi vuole privatizzare le spiagge e far pagare il pedaggio sulle strade statali sono quelli della destra, Tremonti l’aveva già proposto varie volte solo che quelli come lei attaccano la sinistra e tralasciano di ricordare tutte le dabbenaggini dei vostri governanti.

  20. Scritto da .

    Giusto pedaggio per Milano:poi pero mettiamo un simile rimedio anche per le nostre valli,non sene puo piu di code in Estate. E son molti i Milanesi…

  21. Scritto da Val Bondione a pagamento!

    Me,che ègne de Val Bundiù per fa öna visita ndospedal a Bèrghem,gavrès de paga;e oter che gnì nval Bundiù a diertìs e fa pasa ol tep,gavrèef de fal a gratis!?

  22. Scritto da il polemico

    @5:quindi lei mi vuole dire,che se quella prima ha fatto cavolate,io che sono successore posso proseguire con le cavolate,e dare colpa al mio predecessore?complimenti,ha una bella visuale di vedute,allora anche tremonti dice che le cavolate che sta facendo le ha cominciate il suo predecessore e cosi via…..visto che dice di essere di sinistra,le rammento che la legge sulle liberalizzazioni volute dal suo bersani,sta facendo più danno di prima,veda sui telefoni o assicurazioni

  23. Scritto da osservatore

    Far pagare ai residenti mi sembra pazzesco. Pisapia poteva vincere giusto solo contro la Moratti. Che sfida di spessore.

  24. Scritto da gigi

    x 3, lascia la macchina fuori bg e usa i mezzi pubblici, spiegami perchè tu inquini e io devo stare in casa la domenica perchè bloccano il traffico ???

  25. Scritto da aria fresca

    x 10 Esco da casa a piede e vado a prendere i (vari) mezzi pubblici che mi portano a Bergamo e a piedi vado al lavoro e così al ritorno. Il blocco del traffico va fatto dal lunedì al venerdì così, la domenica, puoi andare con la macchinetta al centro commerciale.

  26. Scritto da il polemico

    @11@sarebbe bello che ogni mezzo pubblico fermasse vicino al posto di lavoro,ma non è cosi,,quindi quando piove devo per forza farmi 30 minuti a piedi sotto l’acqua per andare a lavorare?e se perdo il bus?e se vado in centro a fare la spesa,mi faccio aiutare da qualcuno per portarmi a spasso le 4 borse della spesa?ci si dimentica sempre che se uno va in città,non lo fa sempre per andare al lavoro,ma anche per latri motivi,magari portare il nonno di 90 anni dal medico…..

  27. Scritto da Flavio

    E’ una scelta semplicemente folle, perché obbliga a pagare per andare a casa o per lavorare. Il tutto accompagnato dall’aumento dei biglietti per i mezzi pubblici, che erano fermi a 1 euro da anni e anni. La Moratti aveva adottato l’Ecopass, ma erano esentate le vetture nuove e quindi meno inquinanti. Infatti in molti hanno cambiato macchina o scelto diesel euro 4, pagando per avere il filtro antiparticolato. ora pisapia tassa tutti, indipendentemente dalla macchina. Mi pare una boiata

  28. Scritto da JJ

    a londra ha funzionato , a milano forse funzionerà, a bergamo è molto difficile
    perchè?
    perchè a londra c’è una rete capillare di trasporti pubblici, a milano discreta anche se non paragonabile a città come monaco per fare un paragone proprozionato. a bergamo i trasporti pubblici fanno semplicemente schifo quindi sarebbe una tassa e basta

  29. Scritto da sepp

    a Bergamo ???
    A Bergamo non fanno N I E N T E di N I E N T E !!!!
    prendono solo lo stipendio

  30. Scritto da gigi x @11

    x 11 “aria fresca” esatto su tutta la linea tranne la parte finale, non per andare la domenica al centro commerciale ( che sono fuori bergamo ) ma per respirare aria fresca durante la settimana 24 ore al giorno e non quelli extracomunali che vengono a inquinare e intasare bg !

  31. Scritto da @11 aldo

    quoto 12 e confermo che i cittadini bergamaschi non usano la macchina per andare a fare shopping come fanno i valligiani che vanno in via XX settembre ! facendo mio un motto della lega PADRONI A CASA NOSTRA !!!!

  32. Scritto da mx

    Bergamo non e’ per nulla paragonabile a Milano e al suo traffico. Io non accetto nemmeno il ticket a Milano, perche’, a differenza di tutte le citta’ europee che hanno introdotto il ticket o la chiusura del centro, a Milano non si e’ aumentato il servizio di trasporto pubblico, anzi si e’ pure aumentato il biglietto della metro da 1 euro a 1,5 euro.

  33. Scritto da PAGHINO ANCHE I RESIENTI

    E’ corretto ed equo che paghino tutti e a anche i residenti. Chi risiede in una zona della citta’, a maggior ragione il centro, fino a prova contraria non ha diritto di uso del suolo pubblico fuori casa sua piu’ di quello che ha chi abita altrove. Il centro di Milano e’ di tutti, che ci abitino o meno. Per il resto: c’e’ chi entra ancora su mezzo privato a motore a Milano venendo da Bergamo? Mi dispiaccio per loro, ma del resto all’idiozia non c’e’ rimedio.

  34. Scritto da mx

    Ad Amsterdam se tu arrivi con l’auto, parcheggi fuori dalla citta’, paghi il parcheggio, ma hai tutti i mezzi gratuiti per il tempo che lasci l’auto al garage. Noi dovremmo lasciare l’auto fuori Milano, pagare il 50% in piu’ dei mezzi pubblici, che fanno pure schifo da quando puzzano e sono sporchi, sempre in ritardo, con mille scioperi…