BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Le torri mancanti: 45 metri verso il cielo fotogallery

Non si parla quasi mai del progetto nel suo complesso, eppure all'appello mancano 100mila metri cubi di nuove abitazioni con due torri da 15 piani.

Più informazioni su

Il nuovo Gleno prende corpo. Nei progetti, ovvero sulla carta, gli edifici sono sempre immersi in viali alberati, parchi e sfondi verdi.
Ciò che invece non si vede mai, sono i 100 mila metri cubi di nuove abitazioni che porteranno in zona oltre mille nuovi abitanti. Praticamente un quartiere nuovo.
Nel progetto sono comprese anche due torri da 15 piani, per un’altezza di circa 45 metri che secondo i progettisti "incorniceranno" la veduta di Città Alta. Sono i due plessi più eclatanti, ma non si deve dimenticare una colonna di palazzi che affiancherà a nord tutto il Gleno chiudendo la vista sulla Valle Seriana.
Ora, per fare un paragone visivo, si ricorda che l’edificio tanto contestato in via Autostrada di metri ne misura 21. Le due torri del Gleno saranno di 45. Insomma, più del doppio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da precisazione

    lo stadio è un’opera pubblica, i palazzi a contorno del gleno no

  2. Scritto da angi

    Non riesco proprio a capire perche in un mondo sempre più privo di spazi, Bergamo non si possa avere dei grattaceli (anche se 15 piani non sono poi dei grattaceli). Città Alta non può sempre essere visibile dappertutto, anche dietro a casa mia non si vedono le Orobie.. Che monotonia per Bergamo Bassa che comunque è la vera Bergamo, avere una prospettiva monotona di case basse senza riferimenti in altezza, purche ben fatti pertanto accettabili e non contigui a mò di barriere.

  3. Scritto da n.t.

    Complimenti per aver mostrato il progetto intero perché da altre parti appare sempre monco. Come la mettiamo con tutti i discorsi apparsi sulla stampa negli ultimi tempi? Perché queste torri viaggiano sempre a fari spenti? Qualcuno le giustifica in nome della “valenza sociale”. Ma vogliamo mica addebitare agli anziani questi palazzoni di cui non si sente il bisogno? Qui ora si misura la coerenza degli amministratori. … dei quotidiani locali e degli opinionisti.

  4. Scritto da Il Naggio

    Dire poi che queste torri “incorniceranno” Città Alta è una cavolata colossale.
    Era piu giusto scrivere “qualcuno avrà citta alta incorniciata, tutti gli altri semi coperta….

  5. Scritto da gigi

    un altro bel lascito dell’amministrazione Bruni, e un bel regalo ai costruttori.
    Passerà alla storia come l’Attila di Bergamo.
    Ovviamente Tentorio che aveva promesso in campagna elettorale “meno cemento” ha confermato tutto.
    E poi si parla di “qualunquismo”…

  6. Scritto da poi il precedente Sindaco si chiede perchè ha perso....

    e chi votò la viariante? Per ben due volte la passata amministrazione ha votato la variante per il nuovo Gleno come quelle per via Autostrada, per la SACE e per l’Ex Enel.

  7. Scritto da ga

    varianti di destinazione d’uso per terreni già edificati o edificabili, non da verde ad edificabile come fatto per lo stadio da questa….è una bella differenza!!!!