BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Colantuono: “Mai abbassare la guardia sempre in attesa che ci ridiano qualcosa”

Il tecnico sprona i suoi a riprendere il cammino vincente interrotto a Bologna: "Massima concentrazione per novanta minuti. Denis e Schelotto ci saranno, non Bellini e il Tir. Aspettiamo ancora qualche punto indietro, siamo innocenti".

Più informazioni su

“La sconfitta di Bologna ci è servita per capire che non dobbiamo mai abbassare la guardia, perché per un episodio puoi mandare all’aria una partita che stavi in pratica dominando”. Un errore che l’Atalanta non ripeterà più d’ora in avanti, a partire dalla sfida di domenica 6 al Comunale contro il Cagliari. Parola di Stefano Colantuono, che nella conferenza stampa della vigilia ha analizzato la situazione dei suoi ragazzi dopo il brusco stop del Dall’Ara:  “Le lezioni preferisco prenderle dopo una bella vittoria, perché errori ce ne sono comunque –le parole dell’allenatore nerazzurro a Zingonia- Questa volta ci può essere servita per capire quanto il calcio sia strano, e in trenta secondi puoi buttare una partita che potevamo tranquillamente vincere. Dobbiamo crescere e migliorare perché non ci piace lasciare per strada punti del genere. Ci sono anche delle attenuanti, visto che avevamo in campo una squadra dell’età media di 25 anni. Ci può stare quindi, sono errori che possono farci capire che non bisogna mai abbassare la guardia nel calcio”.
Il Cagliari arriva a Bergamo con un ruolino di marcia più positivo in trasferta che al Sant’Elia: “E’ una squadra difficile perché si conosce a memoria, visto che gioca insieme da parecchi anni. Hanno qualità e tra le altre cose si stanno comportando meglio fuori casa. Quindi massima concentrazione. Il campo? Vedremo domani come sarà, sicuramente non ci favorirà visto che dovremo fare la partita”.
Formazione praticamente identica a Bologna per i nerazzurri, con il solo Schelotto di nuovo titolare al posto dello squalificato Padoin, viste anche le buone notizie dal campo: “Denis e Schelotto stanno bene, hanno avuto questa influenza ma ora è tutto ok. Tiribocchi non è sarà dei nostri per un problema alla schiena, come Bellini che ha un’infiammazione e non si è mai allenato questa settimana. Raimondi dobbiamo valutarlo bene dopo uno scontro di gioco nella rifinitura, mentre Ferri sarà convocato”.
Prima di chiudere il tecnico romano ci tiene a rimarcare un concetto che a Zingonia riecheggia dalla scorsa estate: “Sia chiaro, anche se non se ne parla più noi stiamo sempre aspettando qualcosa che ci venga ridato. Ci tengo a sottolinearlo, mi assumo le responsabilità e dico che ci farebbe piacere che ci tornasse indietro una parte di quello che ci hanno tolto. Noi abbiamo la stessa convinzione di estraneità che avevamo a luglio, non vorrei che ora grazie a questa nostra partenza la cosa passi in secondo piano. No, ribadisco che noi vogliamo che quel qualcosa ci venga ridato. E’ una situazione che ci ha compromesso e ci sta compromettendo molto il nostro campionato, non per cercare alibi ma che questo sia chiaro”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.