BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Niente decreto, il Governo in difficolt??

Un maxiemendamento invece del decreto: ?? quanto varato dal Consiglio dei ministri e contiene gli impegni fissati nella lettera inviata all'Ue.

Il Consiglio dei ministri mercoledì sera ha deciso di non varare alcun decreto ma di varare le misure necessarie a rilanciare la crescita e ripristinare la fiducia dei mercati sul debito pubblico italiano con un maxiemendamento da presentare al Senato alla legge di Stabilità. Lo ha detto ai cronisti il ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani al termine della riunione durata circa due ore.
 "Il consiglio dei Ministri – spoiega una nota ufficiale – appositamente convocato in via straordinaria, ha esaminato un complesso di misure urgenti a sostegno della economia italiana nello scenario di una sfavorevole congiuntura che sta investendo l’Europa. A seguito degli indirizzi da parte della Banca Centrale europea e delle intese raggiunte nell’ultimo Vertice dell’Unione, il Consiglio ha in particolare approvato un maxi emendamento al disegno di legge di stabilità, che recepisce sul piano normativo gli impegni assunti dal presidente Berlusconi nella sua lettera all’Unione europea del 26 ottobre scorso".
Le misure approvate riguardano la defiscalizzazione Ires e Irap per i concessionari delle grandi opere, la semplificazione burocratica per le imprese e il potenziamento dell’apprendistato come strumento per favorire l’occupazione, secondo fonti tecniche. 
Una fonte ministeriale ha raccontato alla Reuter che l’esecutivo "è finito contro un muro".
Secondo quanto scrive sul Foglio Giuliano Ferrara il muro al decreto sarebbe stato fatto dal ministro dell’Economia Giulio Tremonti e dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ed ora dover difendere l’emendamento in Senato "equivale a procurarsi lo spazio di manovra per lo smottamento del mondo berlusconiano".
La soluzione alla quale si è giunti sarebbe dunque una sconfitta per il capo del governo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giulia

    Perchè non si dimette?Non è più credibile,anche i suoi collaboratori non si fidano più.

  2. Scritto da Silvio P.

    Il perché non si dimette lo dice Stella stamattina sul Corriere. Tralasciando per un attimo il fatto che se si dimette deve andare in tribunale, il cavaliere non si dimetterà mai perché è fortemente convinto e ha convinto milioni di italiani in questi 17 anni che lui è il miglior presidente degli ultimi 150 anni, che solo Bill Gates potrebbe competere con lui, che tra i capi di Stato e di Governo nessuno vanta tanti successi come lui.
    Ci aveva anche convinto di non aver mai pagato una donna…

  3. Scritto da avevano una maggioranza bulgara

    dove è il governo del fare?

  4. Scritto da Mannaggia

    Quale governo ? Perchè, siamo stati governati in questi 10 anni ? Il dito medio, le pernacchie, le escort , i condoni, gli scudi, l’evasione galattica, nessuna legge sulla corruzione, le leggi ad personam sono “governare” ????
    Sono incxxxxxissimo con chi li ha votati davanti ad evidenze inaudite !!

  5. Scritto da MM

    Questo era il governo del fare. Infatti grazie a questi dilettanti, incapaci e disonesti, siamo sull’orlo del precipizio. Cacciamo il guitto di Arcore e chiamiamo Mario Monti, uno dei pochi personaggi che ha credibilità internazionale. PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI !!!!!

  6. Scritto da Maronna !

    Altro che governo in difficoltà, questi sono matti !!!!

  7. Scritto da de che del Sere

    @2 Bella quella del miglior presidente del Consiglio degli ultimi 150 anni! Alcide De Gasperi e Cavour hanno ben ragione a rivoltarsi nella tomba

  8. Scritto da Silvio P.

    @7 de che del Sere
    Già, il nostro premier ha avuto il coraggio di dire anche questo, tra l’altro in un contesto internazionale.

  9. Scritto da non dimenticare

    ma alla fine di tutto, cari cittadini, ricordatevi come ci hanno trattano alle prox elezzioni, non dimenticate le false promesse della lega, e che dire dei personaggi che scodinzolano intorno a silvio e umberto ?

  10. Scritto da ex elettore

    In un paese dove l’evasione fiscale è stimata in 330miliardi di euro l’anno , un Governo serio e onesto non dovrebbe avere difficoltà a porre rimedio……Ma purtroppo in Italia in fatto di onestà e serietà siamo a livello sottozero.