BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il cuore di Cassano nelle mani di un bergamasco Mario Carminati venerd?? operer?? il barese

Il dottore, nato a Bergamo nel 1952, ?? primario di cardiologia dei difetti congeniti del policlinico S. Donato ed ?? considerato uno dei massimi esperti della chirurgia dei difetti cardiaci.

Più informazioni su

Il cuore di Antonio Cassano nelle mani di un bergamasco. Ad operare il milanista, reduce da un ictus ischemico dovuto ad un difetto al cuore che il ragazzo ha fin dalla nascita (un Fop, forame ovale pervio), venerdì mattina sarà Mario Carminati, primario di cardiologia dei difetti congeniti del policlinico S. Donato. Nato a Bergamo nel 1952, e laureatosi in Medicina e Chirurgia a Pavia, con specializzazione selle malattie dell’Apparato Cardiovascolare, Carminati è considerato fra i massimi esperti internazionali nella chirurgia dei difetti cardiaci interatriali.
L’operazione cui sarà impegnato il luminare consiste nella chiusura di questo foro anomalo con un “ombrellino”, in termine tecnico un “Amplatzer Pfo Occlude”, che verrà impiantato direttamente sul cuore. Generalmente l’intervento dura un’ora e mezza e il paziente è sottoposto ad anestesia locale.
Ora, i dubbi, dopo aver avuto la conferma della diagnosi del 29enne, riguardano sul come sia possibile che un atleta a certi livelli abbia potuto scoprire solo ora, rischiando la vita, di soffrire di un problema del genere, considerato che per la diagnosi, teoricamente, è necessario un “semplice” ecocardiogramma.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da solodea

    Domanda: è possibile che un “MilanLab” tanto osannato per la sua avanguardia e la sua competenza, un centro medico come penso abbia un club come il Real Madrid, un centro medico come potrebbe avere la Sampdoria, come dovrebbe avere la Roma ed in ultimo il Bari, non abbiano MAI riscontrato delle anomalie “congenite” in uno sportivo che si può dire quotidianamente sottoposto a controlli ed a test medici ??? Con questo non voglio accusare nessuno, ma augurare a Cassano tanti auguri da un atalantino

  2. Scritto da marilena

    fa un certo effetto(positivo) sapere che questo ” luminare” è nato in un piccolo paese di montagna con un nome che sembra voler mantenere nel “buio” i suoi abitanti. Grazie ad at per l’informazione e a Carminati per il suo lavoro!

  3. Scritto da at

    Il Prof. Mario Carminati è della Valle Brembana precisamente di Valnegra.

  4. Scritto da nonsonmedico

    da quel poco che ne so il FOP forame ovale pervio di cui soffre Cassano, non è facilmente diagnosticabile se non con esami abbastanza invasivi, mentre un ecg anche sotto sforzo non rileva nulla anche in presenza della patologia.