BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cure Palliative, il progetto Serena premiato a Trieste

Silvia Ghidoni ha vinto il premio Vittorio Ventafridda al congresso nazionale della Societ?? italiana cure palliative.

Più informazioni su

La dottoressa Silvia Ghidoni ha vinto il Premio Vittorio Ventafridda al Congresso Nazionale della Società Italiana di Cure Palliative, svoltosi a Trieste con la partecipazione di 1375 medici e infermieri, psicologi e volontari, impegnati nella cura e assistenza dei malati in fase avanzata e in fase terminale.
E’ stato premiato il poster con la relazione esplicativa sul progetto Serena, finanziato dall’Associazione Cure Palliative, e realizzato con un protocollo di collaborazione e integrazione fra l’Unità Struttura Complessa Medicina Interna e l’Unità Struttura Complessa Cure Palliative degli Ospedali Riuniti di Bergamo.
I malati fragili, particolarmente gli anziani con pluripatologie e con diagnosi di inguaribilità, vengono presi in carico precocemente, con supervisione congiunta dell’internista e del palliativista, e accompagnati attraverso i percorsi più adatti a una cura e assistenza personalizzata, che dal reparto di Medicina Interna ha opzioni diverse come l’Assistenza Domiciliare Integrata, o l’Ospedalizzazione Domiciliare Cure Palliative, oppure la degenza in Hospice, con coinvolgimento attivo anche del medico di medicina generale e dei famigliari della persona malata.
Il progetto Serena è al secondo anno di attivazione e ha dato importanti risultati che sottolineano l’importanza delle interconnessioni fra i reparti di medicina interna, ma anche di oncologia, pneumologia e altri, e le strutture di cure palliative, in una strategia di continuità terapeutica e di integrazione ospedale – territorio.
Il progetto ha avuto il convinto sostegno del direttore dell’USC Medicina Interna, Antonio Brucato, e dell’allora direttore della USC Cure Palliative, Gianbattista Cossolini, insieme al presidente dell’Associazione Cure Palliative, Arnaldo Minetti: nel reparto di medicina è stata finanziata una borsa di studio alla geriatra Silvia Ghidoni, che è stata la referente del progetto e l’interfaccia per le cure palliative è stato Michele Fortis.
Silvia Ghidoni è stata delegata a presentare questa importante esperienza al Congresso SICP di Trieste, partecipando al Premio Vittorio Ventafridda, in memoria del fondatore delle cure palliative in Italia, ottenendo il prestigioso riconoscimento.
Mentre sta continuando il Progetto Serena, è chiaro che questo stimolo porterà le cure palliative bergamasche a estendere questa esperienza verso altri reparti, struttura di degenza e realtà domiciliari.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Stefano

    Questo articolo in cima alla pagina!
    Onore al merito all”unita’ di cure palliative ed ai volontari che ogni giorno seguono con amorevole cura, che va oltre l’impegno lavorativo, i malati terminali della ns provincia.
    Vere esempi di umanita’ e rsponsabilita’ ,alla faccia delle mancate dimissioni dei vari pirovani & c.