BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Studenti sulla linea 5 stipati e maltrattati

Un pap?? ha inviato all'Atb, al sindaco di Treviolo e a Bergamonews una lettera che pone degli interrogativi espliciti su come gli studenti viaggiano sui bus che li portano a scuola a Bergamo.

Un papà ha inviato all’Atb, al sindaco di Treviolo e a Bergamonews una lettera che pone degli interrogativi espliciti su come gli studenti viaggiano sui bus che li portano a scuola a Bergamo.

Volevo farvi partecipi di un problema regolarmente che si verifica sulla linea 5B e che mio figlio vive regolarmente insieme ad altri ragazzi e persone che transitano da Treviolo / Curnasco per Dalmine (Itis – Isis) e viceversa. Durante una conversazione con mio figlio scopro che l’affollamento dei mezzi è tale da ricordare le deportazioni al tempo del periodo nazista. Persone stipate senza nemmeno possibilità di aggrapparsi a qualcosa. In caso di frenate o curve la massa ondeggia pericolosamente (non voglio pensare cosa succederebbe in caso di incidente). I controllori che controllano chi non paga, ma che non controllano l’effettiva capacità di carico del mezzo e soprattutto se questo sta viaggiando in sicurezza. Mi chiedo quante persone per legge può trasportare un mezzo pubblico senza “violentare” il codice della strada. Ragazzi che devono andare a scuola lasciati a terra perché il mezzo è troppo pieno (e sono anche abbonati) e ritardi immancabili per i malcapitati. Scene di isterismo da parte dei conducenti che rimproverano i ragazzi che provano a tentare di salire a bordo del mezzo cercando di comprimere l’incomprimibile. Va bene che siamo tagliando dappertutto per contenere i costi.
Ma la Regione Lombardia e l’ARPA non consigliano che è meglio viaggiare con il mezzo pubblico così conteniamo l’inquinamento? Ma a quale prezzo?
Vi reputiamo persone rispettabili e avete tutta la nostra stima per il duro lavoro che svolgete a favore dei cittadini e confidiamo in un vostro pronto interessamento per risolvere al più presto questo problema senza dover ricorrere all’intervento della Polizia Stradale, piuttosto che all’Assessorato ai Trasporti della Provincia, della Regione, al Ministero dei Trasporti, all’Ispettorato della Motorizzazione Civile e chi più ne ha più ne metta. E nemmeno vorremmo dover sentire l’ennesima notizia che è stata aperta una inchiesta sul perché il mezzo su cui viaggiava nostro figlio insieme ad altri ragazzi ha provocato così tanti feriti alcuni dei quali in gravi condizioni perché l’autista (il troppo facile capro espiatorio) ha provocato o è stato vittima di un incidente stradale.
Vi ringrazio per l’attenzione.
Ivano Prussiani

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cua de paja

    @ mucca carolina e giangiotto
    Che le veda non lo so, come non so se ha mai preso un bus della linea 5 , ma certe cose le sa, stai certo che le sa!! Come sanno che ogni tanto gli autisti, non documentati e istruiti sul percorso da fare, sbagliano strada saltando diverse fermate. Ne sono a conoscenza lui e i suoi collaboratori ma fanno finta di nulla . Al massimo due righe con una risposta stra-scontata … non si può fare meglio, non si può fare nulla. E’ un servizio vergognoso.

  2. Scritto da smile

    Anche il Valle Seriana con Sab stessi problemi, nelle ore di punta pullman strapieni e nelle ore restanti pullman con al massimo tre passeggeri non paganti perchè o Over70 o “portoghesi”..
    Giovedì mattina a me e altri 6/7 ragazzi della mia fermata l’autista ha consigliato di prendere un altro pullman perchè il solito era pieno: più di 25 persone erano senza posto stipate in corridoio! Ci tengo a sottolineare che pago la tariffa A.. mi immagino chi deve viaggiare per ore in piedi!

  3. Scritto da smile

    Aggiungo più volte lo scorso inverno solitamente il lunedì (primo giorno della settimana e di conseguenza primo giorno della nuova turnazione autisti) siamo stati lasciati a piedi.. motivazione?? l’ufficio SAB negli orari in cui sono passata era sempre chiuso.. la loro pausa è abbastanza lunga si protrae dalle 12.15/20 alle 15.00 passate!

  4. Scritto da Ste Fania

    confermo gli autisti sclerano, i controllori multano a caso, tipo non hai il biglietto quando era l’obliteratrice che non funzionava. Minacce di pagare subito altrimenti! Sono pur sempre ragazzi, non tutti sono arroganti e maleducati. Alcuni ci restano male, si sentono umiliati e a disagio, tornano a casa e sono liti in famiglia. Il padre che strilla devi farti rispettare. Ma chi conosce più la parola rispetto a questo punto? Noi italiani adulti no di sicuro, visto ciò che ingoiamo in silenzio ogni giorno

  5. Scritto da mucca carolina e giangiotto

    Ma il security manager dell’ ATB pagato ben 110.000 euro anno , queste cose non le vede?

  6. Scritto da Giuliana

    Purtroppo è così anche da noi con linea SAB per la tratta Bagnatica – Bergamo, anch’io ho già fatto reclamo circa 6 anni fa ma nulla è cambiato e pago l’abbonamento per i miei 3 figli…. è scandaloso!

  7. Scritto da Fede

    prendo atto che un figlio minorenne non sa scrivere.. e la cosa non mi stupisce visto com’è ridotta la qualità dell’insegnamento nelle scuole italiane.. tuttavia mi hanno insegnato (qualche anno fa in economia dei trasporti) che il costo del biglietto copre si e no il 30% del costo del servizio.. ora mi chiedo..chi paga il restante 70%??.. e finchè la storia rimane questa non c’è girotondo o popolo viola che tenga.. anzi dal 2012 sarà ancora peggio…

  8. Scritto da ONU

    sTIPATI E MATRATTATI? Sono bestie?
    Vertenza all’ONU!

  9. Scritto da Lilly

    Forse il “Sig” Fede è un dirigente dei servizi trasporti??? è troppo di parte… comunque concordo con Was….

  10. Scritto da Cua de paja

    Bhe forse il minorenne non sa scrivere … altri sicuramente non sanno o non vogliono leggere … altri ancora non conoscono il significato di servizio pubblico… altri ancora ignorano che si pagano le tasse e queste forse dovrebbero servire per garantire i servizi di pubblica utilità, istruzione, sanità ecc.
    Ignoravo che le nostre care tasse servissero a coprire SOLO i costi di mantenimento di onorevoli, consiglieri regionali, provinciali e comunali e i vari CdA . Tanti costi = 0 servizi

  11. Scritto da mbadoni

    Concordo pienamente anch’io prendo abitualmente la stessa linea: Alcune volte non si riesce a capire anche per il ritorno, considerato che la corsa parte dalla Stazione e già a Porta Nuova (fermata successiva) è in ritardo. Mi auguro che la Societa per trasporti provveda a migliorare il servizio anche perchè l’abbonamento con cadenza regolare aumenta

  12. Scritto da Sashka

    Quella tratta è sempre stata uno schifo, una vergogna per una città come Bergamo . Il 5 , nelle ore di punta, sembra un carro bestiame! L’utente ha ragione, bisognerebbe per protesta non timbrare il biglietto ! ma gli studenti hanno l’abbonamento e quindi è tutto prepagato!!! Io vado in auto ..non ci sono alternative ragionevoli.

  13. Scritto da Tiziano Trivella

    Stipati e maltrattati: un problema che dura da alcuni decenni.
    Anche questa volta nessuno interverrà, nessuno risponderà e domani mattina sarà la stessa cosa…
    Le aziende del trasporto pubblico sono aziende a scopo di lucro, non sono certamente lì a fare un servizio ai cittadini: questo è chiaro.
    Altrimenti la qualità del servizio sarebbe andata migliorando nel tempo e non peggiorando continuamente.
    La qualità si abbassa, i prezzi si alzano. E si continua a chiamarlo “servizio pubblico”…

  14. Scritto da Stefano

    La stessa identica situazione è riscontrabile alla stazione TEB di Albino dove, per proseguire per i paesi della media e alta Valle Seriana, il servizio SAB offre le medesime condizioni di viaggio .

  15. Scritto da berghem

    …e la situazione non è migliore nemmeno sul 5a….entrambi si riempiono all’inverosimile al Villaggio degli sposi….Non è che potremmo avere anche noi qualche autoblu a disposizione? tanto che cosa cambia averne un centinaio in più o in meno? Ho appena letto che in Italia le 72000 autoblu costano tra personale e gestione 1,8 MILIARDI! e poi tagliano i bus!Ci vorrebbe una rivoluzione tipo quella francese….

  16. Scritto da MarinoB.

    Carissimo Sig. Ivano Prussiani , mi permetta una domanda :
    La linea 5 , di cui lei denuncia gravi carenze , è la stessa che transitando dalla strettoia di Curnasco ,frequentemente , bloccata x mancanza di regole : Vedi un semaforo regolare e non un semaforino ad uso interno ATB -?
    Motivo .?
    Mancanza di regole nel rispetto di alcune minoranze di cittadini .?
    Vedi :giovani , che non votano e abitanti delle periferie poco influenti sugli equilibri politici del comune.?
    Speriamo di no.!.Ma..??

  17. Scritto da Daniele

    Fino a 6 anni fa frequentavo l’ITIS di Dalmine, che raggiungevo ogni giorno con pullman Locatelli.. per i primi anni (2000/2003) la situazione era veramente tragica, come quella descritta dall’autore della lettera, ma eravamo ragazzi e non facevamo troppo caso alla sicurezza, poi è migliorata con un aggiornamento delle linee e nel 2004 non solo i pullman non superavano quasi mai la piena capienza, ma il posto a sedere era garantito praticamente per tutti.
    Speriamo che anche ATB provveda…

  18. Scritto da lilly

    Anche per noi della Valle Seriana non siamo messi molto bene ma, dopo 2 anni di telefonate GIORNALIERE.. (e non è un’esagerazione) e.mail, raccomandate alla SAB – Provincia di Bergamo e per conoscienza il Preside della scuola , la situazione è leggermente migliorata… un consiglio non molli e tormenti… faccia casino e coinvolga con raccolta firme più persone!

  19. Scritto da Laura

    Ma sono solo studenti, e siamo solo in Italia, che importanza volete venga data ai giovani da noi? Viviamo in un Paese per vecchi, rimbocchiamoci le maniche per cambiarlo da cima a fondo.

  20. Scritto da enrico

    Da Stezzano, al sabato mattina, parte un solo pullman in orario da studenti. Cose da pazzi, poi ci lamentiamo se i giovani ogni tanto non hanno rispetto per cio’ che li circonda: siamo noi adulti i primi a non rispettarli!

  21. Scritto da valentina canò

    Ma è così anche sulle altre linee che passano vicine alle scuole!!
    Forse sarebbe giusto che pagassero il biglietto intero solo quelli che hanno il posto a sedere !! Che ne dite ?
    E già che ci siamo forse dovrebbero spiegarci perchè , avendo il biglietto che però non si riesce a vidimare perchè c’è troppa gente , devo pagare la multa !!

  22. Scritto da berghem

    ….ci sono anche lavoratori sul 5….

  23. Scritto da cua de paja

    Sulla linea 5 diretta a BG 22 studenti hanno una corsa alle 07,00 ma soltanto 10/11 di loro hanno garantito il rientro con una sola corsa alle 13 … ATB non ha considerato che con la nuova riforma scolastica le uscite sono differenti tra gli istituti scolastici con orari che vanno dalle 12 alle 14,30.
    Malgrado gli esposti presso le Amministrazioni Comunali e in direzione ATB nulla è cambiato … e riscuotono pure l’abbonamento per un servizio completo. E’ una vergogna.

  24. Scritto da Fede

    mi sembra già triste che sia il Padre a scrivere e non il Figlio che utilizza il mezzo, ma cosa volete farci?!? il mondo gira cosi…… ho fatto 5 anni di bus e 6 di treno quasi sempre in piedi o pressato sulle porte, senza riscaldamento e senza aria condizionata e sapete una cosa?? sono ancora tutto intero e non mi sono mai lamentato (a parte qualche sciopero ove il treno casualmente si rompeva)… volete un servizio migliore? pagate di più …

  25. Scritto da Esperia

    Ho frequentato l’Esperia dal 68 al 73 e vedo che la situazione non è mutata per nulla, all’epoca gli autobus che partivano dall’Esperia erano strapieni e il controllore per far capire all’autista che poteva partire picchiava sulla carrozzeria e gridava:
    Vai che esce il sangue…………..
    Vedo che dopo 40 anni non è cambiato nulla…… questo è il nostro progresso?

  26. Scritto da ritab

    per 12 Fede: mi verrebbe da scrivere solo un insulto nei suoi confronti. Ma lascio perdere, lei dev’essere simile all’emilio che porta il suo cognome, disprezzato da tutti

  27. Scritto da Stefano

    @12… in primis potrebbe essere il caso che il figlio sia un minorenne …secondo, paghiamo già troppo considerato il servizio corrisposto.
    Poi, se Lei, anche se oggi ancora intero, non si è mai lamentato e ha continuato a pagare, peggio per Lei…continui, senza lamentarsi, per la sua strada, facendo finta che tutto va bene.
    Questo si che rende tristi, non un padre che si preoccupa della sicurezza del figlio!

  28. Scritto da WAS

    per Fede -12: bhe il fatto che Lei è tutto intero non lo metto in dubbio ma il fatto di stare in piedi, pressato, senza aria condizionata o riscaldamento qualcosa nella sua testa ha causato…solo così posso capire il suo folle intervento…per il servizio che da il trasporto pubblico quanto si paga è già troppo!! Poi non serve lamentarsi se la gente usa l’auto privata intasando strade e inquinando.

  29. Scritto da cua de paja

    @12 Fede il dubbio che forse il figlio è minorenne? Il figlio minorenne non è meno autorevole ma non ti viene il dubbio che il padre sta esprimendo ciò che si dice la “patria podestà”? La consolazione di un disperato e vederne altri andare in malora ??
    Comunque visto che se vuoi curarti devi andare in privato e pagare di più, se vuoi più istruzione devi andare in privato e pagare di più, se vuoi i trasporti pubblici devi pagare di più … presto sarai accontentato.
    Privato è bello e caro !!!

  30. Scritto da Davide

    Quanto scritto dal Sig. Ivano Prussiani accade regolarmente a mia figlia, la quale in attesa del bus in Via Broseta spesso resta a terra, o perchè è troppo pieno, o perchè saltano le corse. E mia figlia è abbonata. Così devo usare l’auto e portare a scuola lei e almeno due sue compagne e a volte anche una “collega” che frequenta ragioneria. Allora è inutile continuare con il ritornello “usate i mezzi pubblici…” Ciò non è possibile per i continui disservizi citati, pagati in anticipo…