BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Per Cassano “sofferenza cerebrale su base ischemica”

Milan e Policlinico hanno diffuso la nota ufficiale sullo stato di salute del calciatore barese: "Dovrà essere operato al cuore, tornerà abile tra 4-6 mesi"

Più informazioni su

Dopo tre giorni di tentennamenti, accertamenti clinici e un po’ di melina che non ha fatto altro che alimentare voci e dubbi, il Milan, in accordo con i medici del Policlinico di Milano, ha diramato il comunicato ufficiale sulla situazione clinica di Antonio Cassano: «Ha manifestato una sofferenza cerebrale su base ischemica. Gli esami strumentali e neuroradiologici hanno richiesto 72 ore per il loro svolgimento ed hanno evidenziato la sofferenza di un’area cerebrale circoscritta che non ha determinato deficit neurologici persistenti. La causa è stata identificata nella presenza di un forame ovale pervio cardiaco interatriale, evidenziabile solo con sofisticati esami specialistici. La tempestività della terapia instaurata ha permesso un rapido recupero e miglioramento delle condizioni cliniche che sono buone». Nei prossimi giorni il 29enne barese verrà sottoposto ad un piccolo intervento di cardiologia interventistica (chiusura del forame ovale): «I tempi di recupero per il ritorno all’attività agonistica saranno meglio definiti dopo l’intervento, ma verosimilmente saranno di qualche mese».
 
L’amministratore delegato del Milan Adriano Galliani esclude che la carriera di Cassano sia a rischio: «I medici dicono che avrà bisogno di alcuni mesi, non tanto per guarire ma per seguire la prassi – ha spiegato Galliani -. Non voglio anticipare niente ma presumibilmente fra 4, 5 o 6 mesi Cassano dovrebbe sicuramente riavere l’idoneità per giocare. Lui scherza come al solito, il calcio gli manca tanto ed è rammaricato perchè si è dovuto fermare in un momento in cui stava benissimo: è dispiaciuto per il pareggio di ieri della squadra a Minsk, anche perchè diceva che abbiamo stradominato. Io gli ho detto “ti teniamo il posto, stai tranquillo”. Domenica ero molto molto molto preoccupato».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.