BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pdl, se l’onorevole raccoglie tessere al bar

All'ora dell'aperitivo il famoso deputato entra in un bar piuttosto "in" di Bergamo. Si consulta con un giovane in giacca e cravatta, controlla l'andamento delle tessere al tavolo.

Più informazioni su

La giornata di lavoro è pressochè conclusa e, una volta tanto, è l’ora dell’aperitivo, anche se piuttosto tardivo. Un aperitivo-cena, verso le 20, quando un noto bar piuttosto "in" del centro città, pullula di giovanissimi della cosìddetta Bergamo bene. Alcuni in giacca e cravatta, altri con il giubbetto e il pantalone all’ultimo grido.
Nel bar arriva un onorevole bergamasco, del Pdl: conosce chi scrive, ma non lo vede, perchè è seduto al tavolino in un angolo del bar. L’onorevole attraversa il locale e raggiunge quello che pare un suo giovanissimo amico in giacca e cravatta, con borsetta "24 ore" alla mano. Parlottano tra loro. "Allora, quante oggi?" chiede il ben noto deputato. "Una trentina, ma adesso ho appuntamento con un’altra, andiamo bene dai.."
Poco dopo il deputato si dedica al suo breve aperitivo e ad un paio di chiacchiere con il titolare del bar. Il giovane amico con valigetta si siede al tavolino. Lo raggiunge una bellissima ventenne. E dalla valigetta spunta un malloppo: sono moduli in bianco per il tesseramento al Popolo della Libertà. La bella si iscrive, "ma poi se entro del Pdl devo fare qualcosa? No? Meglio dai…". "No, basta che vieni a votare", risponde l’intraprendente pidiellino addetto alle tessere. "Quante te ne lascio? – chiede ancora lui a lei -. 20, 30, 50 dimmi tu? Riesci a farle?". "Si devo vedere – risponde lei – un po’ qui al bar, un po’ sento in palestra".
Tessere al bar, tessere in palestra, tutto legittimo, per carità. Solo un episodio che può far riflettere sulla distanza tra certi modi di fare: che penseranno i leghisti dei loro alleati? Loro, i lumbard, le tessere le fanno rigorosamente in sezione, al massimo un po’ di strappi sono concessi a Pontida o ai gazebo che si organizzano la domenica nella piazza del paese, presente il segretario. Loro, i leghisti, il tesseramento lo dividono addirittura in due: tra simpatizzanti e militanti.
Forse il tesseramento al bar vale, anche per Dc e Pci non mancavano gli appuntamenti conviviali per staccare tessere. Ma in questo caso sembra si facciano anche per delega, in palestra o al bar. E anche il giovane in 24 ore, dopo aver lasciato 30 moduli alla bella bergamasca, si gode il suo aperitivo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da X

    Interessante sarebbe sapere se queste tessere pdl son gratis o a pagamento(io penso gratis)ad un mio amico zona Romano é stata donata da una amica(pdl)a lui ed alla moglie.

  2. Scritto da Mancino

    @ 13 Franci:”chiedere destra e sinistra” non mi sembra il caso,meglio dire donare,e solo a destra…

  3. Scritto da Iscritto Pdl

    Perchè non c’è il nome dell’onorevole incriminato? Paura di esseree smentiti? Di Landro è un fior di giornalista, perchè ha paura di scrivere nome e cognome?

  4. Scritto da pietro

    @Marcello R, Voglio iscrivermi e’ troppo tardi?

  5. Scritto da cip

    ad un congresso “montanaro” di un partito di csx ,che ha un capo di cdx, succedeva che arrivava il pulmino con tutti i parenti del candidato.
    mai visti impegnarsi prima o dopo fa fase congressuale.

    urbi et orbi, molto orbi

  6. Scritto da Roberto

    che articolo inutile!!!

  7. Scritto da giampi

    Ma ditemi un po’ un partito le tessere dove deve, caspita, andare a farle se al bar non va bene, se tra la gente non va bene, dove??
    Possibile che i più bravi, i migliori sono sempre gli altri?
    Roberto@22 hai proprio ragione.

  8. Scritto da Marcello R.

    Notizione!!! La redazione illumini il popolo bue di centro destra su come si devono raccogliere le tessere.

  9. Scritto da roby

    quando si scrive un articolo si puo fare anche il nome dei personaggi coinvolti
    roby

  10. Scritto da vauro

    Commissariare il congresso?! Voto di scambio?
    Stavo per iscrivermi!

  11. Scritto da bastacasta

    adesso mi spiego perche’ nello sfacelo a cui stanno portando il paese si vantano di aver fatto “un milione di tessere”… oibo’ che le abbiano fatte tutti quelli a cui B. ha trovato il posto di lavoro?!? siamo alle comiche.
    Per l’onorevole PDL (si poteva anche scrivere il nome…..) un consiglio: domenica allo stadio ne puo’ fare un pacco… magari non in curva nord…

  12. Scritto da federica

    Aahahhaahaha!!! Grande, ottimo colpo

  13. Scritto da alex

    Senta, mi dà tre tessere e un crodino? Grazie

  14. Scritto da Elle

    Le tessere sono:
    1) a pagamento?
    2) Danno diritto a qualche convenzione?
    3) Le possono sottoscrivere tutti?
    …… a cosa serve una tessera se poi chi decide è il cittadino che vota, sperando di scegliere chi lo rappresenta e gli obiettivi che propone…
    Siamo pieni di tessere: punti, fedeltà, sanitaria, bancomat, carta di credito, ecc..

  15. Scritto da cap

    che figura… grande bergamonews!

  16. Scritto da Marcello

    A dire il vero se il giovane e’ chi penso io lo fanno anche in università. Moduli in bianco da compilare, un ragazzo che si e’ tesserato dicono sia per votare ad un congresso. Povera Italia.

  17. Scritto da emilio_z

    1. anche il pdl ha 2 tipi di tesseramento. l’associato e l’aderente.
    2. non capisco cosa ci sia di male. chi ha più contatti ha più possibilità di tesserare. chi poi è giovane e anche magari di bell’aspetto e con un po’ di tempo libero di più meglio ancora
    Parlate invece di chi compra 1000, 2000, 3000 tessere alla volta e chi tessera persone senza che loro lo sappiano utilizzando fotocopie di carte di’identità che hanno in archivio
    fate luce su queste vicende e non sulla bella ragazza palestrata

  18. Scritto da fra

    quello che mi stupisce è come ci sia ancora gente disposta a pagare e soprattutto a far parte di un partito del genere!!!!

  19. Scritto da marilena

    per 9. non si deve stupire, purtroppo tanti giovani appartengono a ceti sociali che hanno tutto l’interesse a far governare ancora certa gente…

  20. Scritto da acido

    Macché pagare. Basta la firma, perché la tessera la paga il capoccia che ne ha bisogno per affermarsi al congresso. Di più: in passato sono emersi casi di tessere fatte sui nomi dell’elenco telefonico, con gente che si è ritrovata tesserata a sua insaputa (qualche anno fa è successo anche ad una segretaria di sezione della Lega Nord).
    Tra l’altro col giochetto delle deleghe non è necessario neanche andare al congresso a votare.
    Finché c’è qualche fetta di torta da spartire…

  21. Scritto da Barba

    Almeno, forse, stavolta avranno la cortesia di informare gli iscritti della loro iscrizione al partito ante tesseramento e non post, come capitava qualche tempo fa, allo stesso bar…

  22. Scritto da Francesco

    Tutto qualunquismo! Mi dispiace, ma chi è “fuori” siete voi. Raccogliere iscrizioni è uno dei compiti di un PARTITO. Tutti chiedevano che quello che era un MOVIMENTO diventasse finalmente un Partito. Al partito ci s’iscrive. Le iscrizioni le raccolgono quelli che accettano di farsi “il mazzo” a chiedere a destra e sinistra, magari riuscendoci. Cosa c’è di disdicevole se lo si fa in mezzo alla gente. Al Bar o in Palestra? La Democrazia è fatta anche di queste cose.

  23. Scritto da davide c

    d’accordo con francesco, il giornalista ononimo, poteva fare nomi e cognomi nessun problema, ed essere contento di essere stato testimone ….che le tessere almeno si fanno con le persone e non consultando l’elenco telefonico!!