BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I lavoratori tradiscono l???Rsu, 80% in fabbrica anche senza bonus

I lavoratori della Tenaris tradiscono i sindacati, che settimana scorsa non sono riusciti a trovare un accordo con l???azienda per il lavoro festivo del 1 novembre al reparto bombole.

Più informazioni su

I lavoratori della Tenaris tradiscono i sindacati, che settimana scorsa non sono riusciti a trovare un accordo con l’azienda per il lavoro festivo del 1 novembre al reparto bombole. Nella sostanza ben duecento euro sfumati, per la rabbia degli operai che in internet hanno manifestato tutto il loro sdegno con commenti anche molto pesanti. Una somma che avrebbe fatto comodo in tempo di forti rincari per le famiglie. L’indice di gradimento dell’operato dei sindacalisti si può desumere dalla percentuale di operai al lavoro martedì nonostante il mancato accordo: addirittura l’80% ha deciso infatti di stare in fabbrica per una somma inferiore rispetto a quella pattuita, 50 euro al posto di 90. Tra questi anche molti operai iscritti alla Fiom, evidentemente in dissenso con i loro rappresentanti della Rsu. I lavoratori hanno manifestato la disponibilità ai capiturno e con l’organizzazione dei turni si è fatta la conta di chi è rimasto a casa, una minoranza. Secondo Giuseppe Fiorentino, della Fim-Cisl, favorevole all’accordo con l’azienda, gli operai hanno voluto lanciare un segnale sia alla Fiom che alla Tenaris, per dimostrare che il reparto è disponibile e produttivo quando ce n’è bisogno. Per Maurizio Bellini della Uilm-Uil è stata l’ennesima occasione persa. Tutto tranquillo invece per Giovanni Melchioretti della Fiom. Il sindacalista sostiene che spesso i lavoratori si presentino spontaneamente in reparto anche senza un accordo tra Rsu e azienda. Sulle percentuali invece preferisce attendere verifiche.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gladius

    avanti o popolo…………….! l e’ finida! cari sindacalisti!!!! l’e’ finida!

  2. Scritto da pilo

    La paura: come per la pubblica amministrazione, dove spesso c’è chi si ammala e non sta a casa per paura, oggi succede lo stesso in fabbrica: oramai essere licenziati e’ ordinario. Quindi si instaurato il clima di SUbordinazione….

  3. Scritto da Ma andate ....

    Questi sindacati sono proprio fuori di testa: si lamentano dove le fabbriche chiudono, e dove chiedono di lavorare di più, pure si lamentano e fanno casino.
    Ma andate a quel paese, tanto tra un po non vi lementerete più nemmeno di quello.

  4. Scritto da Pedro

    @22
    Tra un po, se andrà avanto così, con questi ragionamenti, non avremo più neppure il piatto di lenticchie.

  5. Scritto da mario59

    I lavoratori tradiscono le RSU e la direzione aziendale, se la ride…rendendosi conto che in futuro, avrà sempre di più gente a propria disposizione, disposti a lavorare anche a Natale.. per meno di due soldi…va bene così…il momento è difficile e le aziende vanno aiutate…pertanto lavoratori che avete protestato contro le vostre RSU se pensate di aver ragione, preparatevi a lavorare ancora nei giorni festivi, ovviamente in cambio delle maggiorazioni previste dal CCNL nulla di più.

  6. Scritto da Ma Par

    Era assolutamente evidente che la RSU aveva perso la trebisonda ed il contatto con la realtà. La credibilità poi si fa fatica a ricostruirla , che brutto episodio nel momento peggiore.

  7. Scritto da oia de laura'

    Ai sindacalisti interessa solo il distacco sindacale il resto per loro ..è noia.

  8. Scritto da pippo

    La casta e’ finita….

  9. Scritto da Roby

    Evidentemente i lavoratori stanno iniziando ad accorgersi del fatto che i sindacalisti sono più interessati alla loro visibilità e alla loro carriera politica, piuttosto che agli interessi di chi sta in fabbrica

  10. Scritto da OPERAIO

    ERA ORA

  11. Scritto da Elle

    Compimenti per la maturità dimostrata dai lavoratori della Tenaris. Che dire dei sindacalisti…. sanno organizzare solo scioperi!

  12. Scritto da lettore

    Bravissimi i lavoratori che finalmente ragionano con la propria testa e si sono accorti che i sindacati e i rappresentanti sindacali da vent’anni a questa parte sono dei politici!!

  13. Scritto da m.m.

    Quanti, di questo 80%, sono tesserati?
    Meno bonus (una tantum), più aumenti da contratto
    Viva la RSU, abbasso certe confederazioni al ribasso

  14. Scritto da m.m.

    @1
    @2
    @ 3
    @ 4

    quanti di voi confonde la casta con la RSU?
    Come la Fiom, attendo i prossimi eventi

  15. Scritto da Ma Par

    @9 – guarda che non sono per nulla un antisindacale (anzi !!) ma quanto accaduto è la dimostrazione di un distacco micidiale dalla realtà che IN QUESTO MOMENTO stiamo vivendo. Non è una questione di casta (che c’entra ?) , la questione è quella di non essere in grado di affrontare ciò che accade in maniera palese e dimostrata.
    E infatti ……

  16. Scritto da m.m.

    @11
    Prima di giustificarsi su presunte accuse di antisindacalità (excusatio non petita) non sarebbe meglio rispondere ai quesiti del commento 9?
    E’ la prova del 9 che è opportuna.

    Prova a rispondere.

  17. Scritto da Ma Par

    @12 – Non ho bisogno di excusatio (!?) , l’ho detto solo per distinguermi da qualche altro commentatore , ecco le risposte :
    1- Quanti sono tesserati è assolutamente irrilevante, sono tutte “persone”
    2- meno bonus + aumenti – di per se non vuol dire assolutamente niente , dipende da COSA è il tema, se è estemporaneo o continuativo
    3- Certe confederazioni non piacciono neanche a me , come l’atteggiamento di cisl e uil degli ultimi anni. E anche come questo vostro atteggiamento.

  18. Scritto da alex

    Mi ha sorpreso (in pos) l’atteggiamento degli operai della Tenaris. Finalmente ci si rende conto che se vogliamo mantenere le aziende in Italia (e non vederle andare in Cina o nell’Est Europa) bisogna pretendere meno e IN QUESTI MOMENTI DI CRISI accontentarsi. Più incentivi a chi produce, senza licenziare i fannulloni che si accontentano di tirar sera e portarsi a casa lo stipendio minimo. Se i costi di una produzione in Italia sono alti, ringraziamo chi si siede e guarda i colleghi lavorare.

  19. Scritto da m.m.

    @ 13
    Mi dai del voi?
    Non ti sembra di essere un po’ esagerato?
    Comunque leggendo i 3 punti del commento 13 sembra di cogliere qualche elemento a favore della cautela dela fiom verso un giudizio sconsiderato avverso la RSU
    La prova del nove torna nei punti salienti.
    Altro da aggiungere?

  20. Scritto da USI

    @14
    come ex attivista sindacale dell’Unione Sindacale Italiana, ti dico che il problema non è accontantarsi di meno stipendio per concorrere produttivamente a livello internazionale, bensì introdurre un correttivo economico sulle importazioni, che vada a compensare il gap del costo del lavoro tra il paese importatore e quello esportatore. E’ economia politica…

  21. Scritto da aprire gli occhi

    Alex mi sto spanciando dalle risate, vai a farlo ai dirigenti delle aziende il tuo discorso e poi vedi cosa ti rispondono. Interessante, in questo momenti gli operai devono chiedere di meno e lavorare di piu’, e i dirigenti secondo te in questo momento di crisi prendono di meno? Spero vivamente che tu non faccia l’operaio di mestiere…….perchè se no c’è da star male da come ragioni.

  22. Scritto da m.m.

    @14
    Chi vorresti ringraziare la Fam. Rocca?
    Ma ci faccia il piacere.

  23. Scritto da dc

    secondo me il titolo dell’articolo è sbagliato. sarebbe più opportuno dire “L’RSU tradisce i lavoratori” !

  24. Scritto da m.m.

    Quand’è che i lavoratori iniziano a chiedere alla fam Rocca di spartirsi gli utili visto che la Fam. Rocca si fa ssistere dallo studio Picardi-Romagnoli-Vitali- Tremonti in tema di cartelle esattoriali?

  25. Scritto da Livio B

    Prima i padroni ci rubano i soldi, facendoci pagare la crisi da loro causata e poi li usano per comprare le vostre dignita’ !
    Lavoratori SVEGLIATEVI !
    Sono d’ accordo che i sindacati confederali CGIL CISL e UIL sono degli imbroglioni, ed e’ per questo che esistono i sindacati di base !
    Ripartiamo dal basso, ma sopratutto partecipiamo al nostro futuro, non aspettate che qualcuno vi risolva i vostri problemi, e’ solo con la vostra partecipazione che i problemi si risolveranno !

  26. Scritto da m.m.

    @ dc 19

    La RSU è a testa alta, quanti sono a capo chino per un piatto di lenticchie che gridano vendetta alla legge 300-70?

  27. Scritto da hans

    @mm. ci sono le caste inferiori e quelle superiore! Caro e’ ora di scendere dal pero.