BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Io, Renzi e i miei figli adolescenti: tocca ai pionieri scrivere il futuro

I lettori di Bergamonews sembrano davvero desiderosi di intervenire in merito al futuro del Pd e in particolare alla riunione fiorentina di Matteo Renzi. Ecco come la pensa Nazareno Cortinovis.

Più informazioni su

I lettori di Bergamonews sembrano davvero desiderosi di intervenire in merito al futuro del Pd e in  particolare alla riunione fiorentina di Matteo Renzi. Ecco come la pensa Nazareno Corrtinovis.

"I pionieri devono scrivere il futuro!"
Questo è il grande messaggio che ho colto nel partecipare alla kermesse di Firenze con Matteo Renzi.
Arrivato alla ex stazione Leopolda di Firenze, la sensazione che si respirava era particolare: una sorta di "limbo" dove le mie certezze e speranze si mescolavano con il desiderio che lì stava per succedere qualcosa di importante. Un consenso per ridare fiducia e futuro a questa Italia.
Non nego che questo desiderio era determinato dalla presenza dei miei figli di 16 e 18 anni, anche loro venuti per capire e per ascoltare.
Scusate! Detta così sembro un "dinosauro di 80 anni", giusto per usare un linguaggio da Big Bang. In verità sono un cinquantenne impegnato da genitore nella scuola, con un passato di militanza politica e di amministratore comunale e, come quasi la totalità degli italiani, deluso della classe politica attuale.
Dopo una mia iniziale fatica nel cogliere l’efficacia dei nuovi linguaggi mediatici e il significato dell’uso della tecnologia e della multimedialità a sostegno di un progetto politico, un aspetto di Matteo Renzi e della sua squadra mi ha colpito : la politica, l’impegno pubblico e sociale, costruiti sul merito e non sull’appartenenza partitica.
Un sistema meritocratico che supera le logiche di partito e di casta e che in Renzi si esplicita con una possibilità data a tutti, come punto di partenza per il proprio futuro.
Così nel concreto parla di contenimento della spesa pubblica con una classe dirigente che rinuncia ai vitalizi e ai privilegi in nome del bene pubblico, parla di una burocrazia e di un parlamento più snello, di una scuola più attenta alla formazione, di libri online, di lingua inglese per 5 ore sin dalle elementari, di università in "competizione" per elevare l’offerta formativa e la cultura, parla di nuovi criteri per valorizzare chi lavora con onestà e coerenza, parla di riforma della giustizia, di nuove forme di privatizzazioni del patrimonio statale, parla di Rai senza la lottizzazione dei partiti e con una vera funzione pubblica.
Fin qui parrebbe tutto normale perché da sempre i programmi elettorali sono organizzati con proposte anche credibili. Ma allora dove sta la novità?
Sta nell’idea che il nuovo va avanti con i pionieri della politica. I nuovi parametri sociali e in ruolo dei social network hanno un ritmo tale che difficilmente un adulto riesce a cogliere nella sostanza. Ecco quindi la necessità di segnare il passo e lasciare spazio al merito di chi, in quanto giovane, ha l’elasticità mentale predisposta al cambiamento.
L’esperienza "adulta" non va tuttavia negata, ma agisce da supporter, segnando un passo indietro, affiancando l’entusiasmo giovanile per sostenerlo, per incoraggiarlo.
Non so se la squadra di Renzi riuscirà nel suo intento; quello che è certo è che non possiamo, da adulti, ancora una volta deludere i giovani che, come i miei figli, non si rassegnano all’idea che una soluzione, se pur difficile, esiste per ridare dignità e futuro a questa Italia.Proviamo a crederci.
Nazareno Cortinovis
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da un cittadino rassegnato al vuoto politico

    Caro Nazareno, si rassegni. Progresso politico e buon senso nn sono di casa nel centrosinistra. Ci sarebbe finalmente l’occasione buona di battere Re Silvio (di cui quasi tutti sono stufi), di chiudere questa pagina politica NERA…e invece ci si divide tra Bersani, Vendola e Renzi, senza capire che Matteo è solo un bravo sindaco e un capace comunicatore (cosa più unica che rara nel Pd) che ha tutto il diritto di provocare il suo partito x dare la scossa giusta e innescare un processo virtuoso.

  2. Scritto da PIO

    Ma scusate, starete mica scherzando a pensare che Renzi sia il nuovo. E’ assurdo è una vecchia volpe politica anche essendo giovane assomiglia a Della valle molto furbo e critica tutto e tutti, ma lui le fabbriche le apre in Cina, però fa pagare le scarpe qualità Italiana èh tutti bravi cosi
    Renzi stia tranquillo che i suoi figli non soffriranno ne di fame ne disoccupazione anche perchè lei ha dato modo di sapersi ben districare dalle varie problematiche che si presentano,comunque è uno in più

  3. Scritto da Cisalpino

    http://www.unioneinquilini.it/index.php?id=528

    A questo link trovate alcune piacevolezze del Sig. Renzi quando era ancora presidente della provincia di Firenze: altro che volto nuovo………..metodi vecchi!!!!!!

  4. Scritto da Solog2

    Sn ank’io 1 cinquantenne 1 pò stagionato ma ke nn riesce a capire la novità della Leopolda. Le proposte mi paiono le stesse che posso leggere nel sito del PD. I Pionieri del cambiamento sarebbero i Renzi? Ed i dinosauri ke si mettono a disposizioni nn sarebbero quelli della “finalmente sud”? E nn è normale che i pionieri siano per forza di cose i giovani, nn foss’altro x caratteristiche anagrafiche. Credo ke ancora 1 volta stiamo scivolando verso la ricerca del “cavaliere bianco”. Pessima cosa!

  5. Scritto da Orobico

    Ecco perchè, nonostante i fallimenti e le leggi ad personam Berlusconi vince, l’opposizione non esiste( come la padania) ed il “nuovo” è rappresentato da Renzi…

  6. Scritto da Nazareno

    Beh! è da poco pubblicato e già molti si sono sentiti di dire che non sono d’accordo con me! Non replico perchè ancora una volta finiremmo nel circolo vizio del ” fa tutto schifo”. Provate a fare proposte! Non ho detto che Renzi sia la soluzione, Ho detto che a firenze ho trovato la voglia di provarci! Smettiamola di alimentare la critica per l’avversario ma cerchiamo le risposte ai problemi.

  7. Scritto da bisogna provare!

    persa x persa è meglio un Renzi che tutti i ladroni che ci sono ora, almeno è giovane e porta novità……

  8. Scritto da claudio c.

    Condivido quasi tutto il contenuto della lettera di Nazareno, i sogni e le speranze che stanno dietro ( davanti!) alle sue parole. Bisogna continuare a crederci, nonostante tutto, nonostante 17 anni di berlusconismo abbiano annebiato e molte volte distrutto la mente dei nostri figli.
    Un solo appunto: si citano le parole (tante) di Renzi; il mio dubbio è che siano solo parole e che, soprattutto, non vadano certo incontro a quella unità della sinistra di cui abbiamo estremo bisogno.

  9. Scritto da E se la Piantassimo ?

    @20 Provare ? Sono 20 anni che questa nazione “prova” !! Basta provare , avanti gente competente , solida e di buonsenso, altro che provare ! Bersani è la persona giusta per questo momento. Dividersi adesso sul “nulla” è un atto irresponsabile.

  10. Scritto da e

    22 ha ragione. Bravo Renzi, ma molto furbetto, molto opportun(ismo) il suo…
    La spalla Gori ne suona a ineluttabile conferma.
    Renzi, stai dove sei. Fai il tuo, non quello di altri, Vuoi candidarti? Bene, comincia da li.

  11. Scritto da Pluto

    Renzo avrà’ pure 100 idee ma il problema e’ che manca… L’ IDEA. Vale a dire : cosa facciamo fare ai disoccupati italiani? Perché’ quelle 100 idee sono tutte cose buone ma assai banali e non faranno ripartire un Paese. Il problema non e’ cambiare l olio alla macchina o lavarla o parcheggiarla meglio: e’ che nessuno sa dove dobbiamo dirigerci e per fare cosa.

  12. Scritto da Fabbrucci

    interessante riflessione senz’altro più imparziale: http://andreamoriggi.wordpress.com/2011/11/01/renzi_piace_a_destra/

  13. Scritto da andrea

    ma renzi è quel sindaco che ha detto che i sindacati sono un organizzazione piena di soldi che non ha a cuore gli operai,è quello che vuole licenziare la maggior parte dei dipendenti pubblici di firenze ma non può farelo perchè son tutelati,è quello che ha detto che fara le bancarelle di natale solo ce ci saranno solamente prodotti made in italy altrimenti non se ne farà niente,praticamente sarebbe come votare la lega

  14. Scritto da Aristide

    Alle volte, per capire i problemi, occorre staccarsi. Come fanno i pittori, che ogni tanto contemplano la tela staccandosene. O come fanno i fisici, che si pongono sempre il problema della “scala” di osservazione del fenomeno naturale. Anzi, la stessa realtà può essere studiata su scale diverse. Allora stacchiamoci da Renzi e dal Pd: vedremo un brulichio di uomini, idee, seranze deluse, rabbia, forse anche rivolte dei non garantiti allo stato nascente. Renzi non è il noumeno, è il fenomeno.

  15. Scritto da Mauro

    La retorica dei “pionieri” e dei “visionari” da frontiera americana lasciamola oltreoceano. Qui serve gente seria che non butti a mare le conquiste di generazioni in nome dei rottami ideologici liberisti. Libero di credere a chi vuoi Nazareno, ma se il modello futuro che proponi ai tuoi figli adolescenti è l’ammiratore di Marchionne forse non gli stai facendo un buon servizio.

  16. Scritto da gianpiero

    Renzi un ottimo leader,pieno di se,razzista al punto giusto,antisindacale,liberista,degno figlioccio della signora Thatcher,proprio il leader che il PDL sta cercando per il dopo Berlusconi.

  17. Scritto da Pierangelo Pesenti

    è assurdo come certa gente possa prendere consenso dalla gente…
    Questo è il classico filgio di papà che trovando la porta chiusa nel Pdl si è buttato sul Pd… figlio di un democristiano da prima Repubblica e in quanto tale figlio di… con i benefici dei figli di, mai fatto una fila, mai un concorso, anzi, parla di precari e manco sa cosa sia, licenzierebbe tutti i dipendenti del comune ma in provincia ha visto bene di assumerne a quantità smisurata prelevandole da night o assumere hostess

  18. Scritto da luciano 60

    speriamo che sia la Lega del futuro….. perché quella di Bossi mi sembra arrivata al capolinea,,,,,

  19. Scritto da leo cat

    Matteo Renzi? Un ottimo candidato premier per un centro-destra moderno, affidabile ed europeo.

  20. Scritto da Giuseppe

    “Proviamo a crederci” ? Basta! sono 20 anni che in questa Italia “provano a crederci” con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti . Basta con la retorica , i pensierini da baci perugina, qui serve gente solida , di esperienza e serve stare uniti su idee che già ci sono. Ma che social network , qui serve qualcuno che tratti con la Ue , il FMI, le banche centrali e che dia delle prospettive che si misurano in soldi . Smettiamola una volta tanto .

  21. Scritto da fuso

    ma cosa ci sta a fare Renzi nel PD ?? non si rende conto che si trova su un barcone dove tutti remano in direzioni opposte con l’unica idea fissa di prendere in giro la cosiddetta “classe lavoratrice” ? sono solo fortunati di non essere al governo in questi tempi di crisi…

  22. Scritto da gilda

    Renzi non piacerà alla classe-casta- dei burocrati sindacali che hanno rovinato il lavoro e i lavoratori- nelle piccole imprese tutto e’ lecito mentre multiplicano “enti” bilaterali: per trovare posto ai loro amici di partito! Cinghia di trasmissione dell’oppressione in fabbrica e furoi in politica, solo i loro figli vanno avanti!

  23. Scritto da giobatta

    apprezzo lo sforzo di Renzi. Faccia attenzione però a non circondarsi di persone che una volta erano quelle del tipo “Milano da bere” di craxiana memoria.

  24. Scritto da ninocortesi

    Macchè Renzi! Qui serve gente che ha dimostrato con i fatti di essere dalla parte della gente o che possa difendere la gente. Serve un Landini o un giudice come Armando Spataro. I partiti, i sindacati devono fare mille passi indietro e ben vengano al più presto nuovi impianti che diano la possibilità alla gente di selezionare e scegliere i candidati. Perchè i politici non li scegliamo fra quelli che hanno fatto due mandati come Sindaci?

  25. Scritto da tutti uguali

    solo parole….. quando saranno al potere si adeguano ai benefici e ai privilegi…..guardiamo la lega erano tutti con le pezze al culo adesso indossano cappotti da 1500 euro….tutti uguali una volta arrivati lì…pensano solo a riempire la loro cascina di fieno……

  26. Scritto da renzo

    ricordo Bertinotti….sempre belle parole…poi è diventato presidente della camera….degli operai non parlava più…adesso è un super pensionato con un bel vitalizio che un’operaio non vedrà mai neanche se campa 5 volte…..conclusione….pensano solo per loro

  27. Scritto da Aladin

    Sicuramente il sig. Nazareno avrà raccontato ai figli delle lotte della sinistra del 900, di Pertini e Berlinguer, dello statuto dei lavoratori, della sconfitta del terrorismo, della salvaguardia della democrazia minacciata dalla strategia della tensione, dell’istituzione del servizio sanitario nazionale: di tutte le conquiste che i “dinosauri” hanno ottenuto e che personalmente rimpiango, alla faccia degli arrivisti come renzi che come minimo dovrebbero averne rispetto.