BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Verdellino, cumuli enormi di schiuma in un fosso fotogallery

Continuano le segnalazioni del nostro lettore Alessandro Zolla. "La fonte inquinante si affaccia su un torrente che entra nel Morletta". Schiuma pi?? alta di una bicicletta, le foto.

Dopo una prima segnalazione inviataci ieri (clicca qui), nella quale si metteva in evidenza con tanto di foto una certa moria di pesci nel torrente Morletta, a causa di uno strato di schiuma, l’abitante di Verdellino Alessandro Zolla continua a inviare a Bergamonews le sue immagini. Nello stesso torrente, nella serata di domenica 30 ottobre, si sono creati cumuli enormi di schiuma. Probabilmente la fonte di inquinamento è la stessa.

Gentile redazione,

perdonate la mia insistenza, ma vorrei segnalare un peggioramento delle condizioni del torrente Morletta. Ieri, Domenica 30 Ottobre alle ore 18 si potevano notare, presso il ponte di Via Morletta, sempre nel Comune di Verdellino, cumuli di schiuma alti più di un metro. Una situazione già di per sé preoccupante, ma destinata a peggiorare nel corso della serata. Verso le ore 21 ho deciso di costeggiare a ritroso il percorso del torrente, avendo modo di constatare che la sorgente inquinante non è collocata direttamente sulla Morletta, bensì su un fosso che si immette nel torrente all’altezza delle campagne tra Verdellino e Verdello. E’ stato facile dedurlo perché nei punti in cui l’acqua scorre più velocemente la schiuma si “monta” in cumuli grandi quanto automobili. Il fosso in questione è quello che costeggia il campo di addestramento cani e la torre dell’acquedotto di Levate, provenendo da Nord, presumibilmente dal Comune di Dalmine. All’altezza dell’acquedotto mi sono imbattuto in un enorme cumulo di schiuma alto circa 3 metri e largo almeno 4. Purtroppo non sono riuscito a proseguire oltre. Infine, se riguardo a sabato potevo assicurare la durata del fenomeno solo per una mezz’ora, stavolta posso dire con certezza che la schiuma è continuata a scorrere nel torrente per almeno 4 ore (18-22). E’ assolutamente necessario che qualcuno faccia luce su questo fatto.

Ringrazio di nuovo,


Alessandro Zolla
Verdellino

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da davide

    Bravo Alessandro Zolla, ce ne vorrebbero di persone che si sbatttono a segnalare queste schifezze ai media oltre che alle “autorità” ambientali che funzionano “prontamente” e vigilano “imperterriti e attenti” affinchè questi scempi ambientali non si verifichino. Speriamo che si faccia luce sulla faccenda e che qualcuno PAGHI.

  2. Scritto da Alessandro Zolla

    verdellese, è bello vedere che c’è un pluralismo nelle opinioni, che la porta ad agire con cautela e ad analizzare il problema con più serietà. Però non mi sembra nemmeno ‘troppo emotivo’ pensare a quel nesso di causalità (che per cautela non ho voluto evidenziare) ma che porterebbe chiunque a immaginare una correlazione tra i due eventi. Non mi sembra ‘troppo emotivo’ ritenere che cumuli di schiuma alti 3 metri, ma anche solo 20 centimetri costituiscano un pericolo per un ecosistema, moria o no

  3. Scritto da Alessandro Zolla

    Non mi sembra nemmeno ‘troppo emotivo’ indignarsi per una cosa del genere, o provare ribrezzo. E’ peggiore l’indifferenza di chi guarda dai ponti e ignora tutto questo. Per tutto questo la battuta sui ‘bergamaschi’ mi sembra un po’ fuori luogo…

  4. Scritto da Euripide

    @13 – dopo oltre un anno di questa storia è arrivato il momento di invertire i fattori : prima arrabbiarsi e poi ne parliamo. A un certo punto questa storia deve pur finire.
    Comunque un grazie a Zolla.

  5. Scritto da T. F.

    BRAVO Alessandro hai fatto quello che ognuno di noi dovrebbe fare grazie:non curarti del 13 verdellese la frase sulla bergamaschita poi… e per quanto riguarda le “supposizioni del articolista” oggi ho avuto il piacere(di questo ringrazio dinuovo tutti di BG NEWS)di visitare la loro Redazione di vederli in faccia,sono della bella gente,li ammiro per il tempo che mi hanno voluto dedicare ascoltandomi e accogliendomi fra di loro come un Amico. GRAZIE BG NEWS!

  6. Scritto da mx

    Scandaloso!!!E nessuno si muove????

  7. Scritto da verdellese

    Scusate, redazione, una domanda: l’affermazione contenuta nell’articolo “moria di pesci […] a causa di uno strato di schiuma” è una gratuita supposizione del segnalatore, oppure è il risultato di un’analisi condotta dagli enti preposti con metodologie scientifiche? Grazie per la precisazione

  8. Scritto da ?

    Complimenti per le ripetute segnalazioni agli organi di informazione Alessandro,sicuramente avrai anche segnalato i fatti accaduti agli organi di vigilanza preposti,qualè stata la loro reazione?

  9. Scritto da mario59

    @ 3
    vedrai che se la vicenda continua ad avere la giusta attenzione da parte di bergamonews e di chi altri voglia…presto sentiremo parlare anche chi ha il dovere di vigilare e controllare questo genere di situazioni…chissà perchè, ma ne sono quasi certo.

  10. Scritto da Alessandro Zolla

    Inoltre ho cercato di essere il più oggettivo possibile, evitando deduzioni per le quali personalmente non sentivo di assumermi la responsabilità, come quelle di causalità tra schiuma e moria di pesci. Tutto quello che ho visto e detto è documentato dalle immagini correlate all’articolo. Ringrazio ancora tutti i lettori non mi aspettavo questa visibilità

  11. Scritto da V

    @ 2 Verdellese:no,non é a causa del inquinamento causato da qualche criminale;i pesci si sono suicidati,era stanchi di vivere in un simile schifo…

  12. Scritto da e

    @3. Lei si preoccupa di forma, mentre le propongono davanti agli occhi questa situazione?
    Io mi preoccupo dell’allarme, non se la suoneria è mofo o a stereo.

  13. Scritto da berghem

    La stessa cosa l’ho vista a Dalmine, sulla ex ss 525 all’altezza dei binari della Dalmine….però sinceramente non so se li passa un torrente o la morletta….

  14. Scritto da Basta

    La storia dell’inquinamento del Morletta ormai ha strasuperato il livello di guardia . e’ ora che si faccia qualcosa . Non è possibile andare avanti così. Non è da paese civile.

  15. Scritto da mx

    Beh potrei andarci a lavare i piatti, con tutta quella schiuma!

  16. Scritto da ferruccio

    sono ferruccio di verdellino anch’io ho segnalato alla vigilanza ittica venatoria di bergamo quanto ho visto nel torrente morletta. mi è stato detto che è gia stato segnalato a chi dovere.

  17. Scritto da verdellese

    Ringrazio il sig. Zolla per le precisazioni. Deduco perciò che il nesso di causalità sia una supposizione dell’articolista.
    Ovvio che non sono così stupido da pensare al suicidio ittico… ma non sono nemmeno così stupido da gridare “al lupo” senza dati oggettivi, è molto molto meglio individuare la causa e poi agire su quella. Magari è la schiuma, o magari qualche altra sostanza non così visibile. Prima verificare, poi agire. Si chiama metodo scientifico. Ma dimenticavo, siamo fra bergamaschi