BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pesci morti e schiuma per chilometri Analisi e indagini nella Bassa fotogallery

Il caso del torrente Morletta: inquinamento da Levate fino a Lurano e Brignano. Interviene il nucleo ittico venatorio della polizia provinciale. Analisi in corso.

Più informazioni su

Pesci morti e schiuma nel torrente per almeno cinque chilometri da Sabbio di Dalmine a Levate, poi a Verdellino e Lurano, giù fino a Castel Rozzone e Brignano Gera d’Adda. E’ il caso del torrente Morletta, considerato più semplicemente una roggia nella Bassa Bergamasca. Il lettore di Verdellino Alessandro Zolla ha iniziato ad inviarci le prime foto sulla moria di pesci e sulla schiuma nel torrente nella giornata di domenica 30 ottobre. Schiuma sul pelo dell’acqua, poi la situazione è peggiorata e ha offerto anche immagini spettacolari, per quanto negative, con cumuli di schiuma alta più di un metro.
La segnalazione di quanto sta avvenendo nella Bassa non è arrivata solo ai giornali. Anche la polizia provinciale è stata informata ed è intervenuta sia domenica sia lunedì 31 ottobre, con il nucleo ittico venatorio e con il nucleo ecologico. Gli agenti hanno prelevato alcuni pesci morti in più punti del torrente e sono stati naturalmente prelevati anche quantitativi di schiuma. Le analisi devono ancora essere effettuate, in collaborazione con l’Arpa, ma è molto probabile che la moria di pesci sia da collegare alla schiuma finita in acqua.
"La schiuma nel torrente sta proponendo un effetto visivo impressionante – spiega il comandante della polizia provinciale, Alberto Cigliano -. Non è detto però, che quell’effetto visivo corrisponda per forza ad un alto grado di tossicità. Dovremo effettuare le dovute analisi. E’ probabile che il fenomeno sia iniziato sabato, con un versamento nel torrente. Non è ancora stato possibile individuare la fonte inquinante. Siamo al lavoro per capire al meglio cosa sia successo".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Eb

    Non ci sono novità?

  2. Scritto da Alberto

    Confermo,
    sabato sera passando lungo la statale 525, all’altezza dell’attraversamento del treno di Tenaris (in direzione bergamo)dalla roggia spuntavano circa 4 o 5 metri cubi di schiuma…
    Domenica mattina la schiuma non era ancora smaltita!

  3. Scritto da Eb

    Poveri noi. Dovremmo allearci tutti e scovare il colpevole, sono certo che ci arriveremmo prima dell’Asl.

  4. Scritto da Aldo

    Adesso è stato veramente superato il limite. Ma è mai possibile che dopo tanto tempo, tanti episodi , non si riesca a beccarli e punirli ? Non è più accettabile !

  5. Scritto da stefano b.

    c’è schiuma anche nel torrente che costeggia il percorso ciclopedonale che va da ponteranica a sombreno.
    c’è uno scolo di acque luride già al primo chilometro, non so se è da lì che poi scaturisce il fenomeno, o più avanti dove si innesta un altro torrente che arriva da petosino o almè.
    comune: schifo!!!
    ipocrita vietare le moto, se poi si lascia avvelenare in maniera peggiore il territorio, solo perchè c’è un tornaconto immediato. bustarelle?

  6. Scritto da e

    bravi BgNews. Chi minimizzava è servito.
    Poveri noi.

  7. Scritto da albino

    Basta guardare la M…DA che viene scaricata in Albino dal Torrente Albina direttamente nel Fiume Serio ad Albino… poveri noi!!! E nessuno, Provincia e Comune interviene! E’ da oltre 15 mesi che si fà presente tutto ciò ma forse fà comodo pagare la depurazione per gettare tutto nel fiume?

  8. Scritto da Max

    Chi paga questi danni? la collettivita’?e’ una vergogna..multe salatissime. Senza pieta’!

  9. Scritto da jack

    L’Assessore regionale Raimondi,il consorzio di bonifica,e tutti gli enti preposti che dal 2009 chiacchierano senza risolvere il problema,vanno spediti a casa alla prossima tornata elettorale senza se e senza ma.Ci saranno 30 articoli su bergamonews che vertono su questo problema e loro se ne fottono altamente scusate il termine,svegliamoci Raimondi faccia dei fatti non solo parole.

  10. Scritto da Angelo

    Io ieri ho allertato la Polizia Locale di Dalmine, dove forse c’è l’origine di questo, una piccola roggia che costeggia la ex SS525 e gira in direzione Sabbio/Levate

  11. Scritto da V

    @ 3 Max:mi spiace amico non sono d’accordo con tè,per fatti cosi non basta una Multa,ci vuole il Carcere.