BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Per Antonio Cassano un grave ictus Carriera a rischio per il milanista

Al contrario di quanto affermato fino ad ora, per il barese il problema per cui ?? stato ricoverato al Policlinico di Milano sarebbe grave: un ictus ischemico che metterebbe a repentaglio il suo futuro da atleta.

Più informazioni su

Ore di paura per Antonio Cassano. Il milanista è da domenica ricoverato al Policlinico di Milano dopo aver accusato un malore all’arrivo a Malpensa, in seguito alla trasferta vittoriosa dei rossoneri a Roma (dove il numero 99 è entrato nella ripresa, risultando uno dei migliori in campo).
Per il talento, classe 1982, le notizie si susseguono frenetiche: prima si è parlato di un calo di pressione e di una 24 ore di accertamenti in ospedale, quindi di un’infezione virale, poi di labirintite. Poi le ore sono diventate 48 ed infine 72 con conseguente addio alla trasferta di Minsk prevista per martedì per la Champions League.
Ma Il rischio è che per l’attaccante le partite da saltare possano essere molte di più, il rischio – non da fantascienza – sarebbe quello di vedere la propria carriera chiusa a 29 anni perché rumors dal Policlinico sostengono che il barese sarebbe stato vittima di un ictus ischemico non transitorio, al contrario di quanto appreso fino ad ora da giornali e siti d’informazione. Ed anche il resto dei problemi ventilati nelle ultime ore sarebbero poco probabili considerato che il giocatore è ricoverato nel reparto di neurologia e, nel caso si trattasse di qualcosa non legato ad un problema al cervello, avrebbe già cambiato reparto per iniziare la terapia adatta.
Infatti, da nostre fonti, sembrerebbe che il giocatore non sia vittima di una Tia (Ictus Ischemico Transitorio), ma di un ictus vero e proprio, ossia di un infarto di una zona del cervello che sicuramente lascerà qualche strascico. Quindi si tratterebbe di una lesione dell’emisfero sinistro che lascerebbe tracce nel futuro del ragazzo come problemi motori o di coordinazione; problemi che con la riabilitazione potrebbero migliorare, ma non da ritornare a giocare a livello professionistico.
Il dubbio riguarda il protagonista della vicenda: come è possibile che un atleta giovane, sottoposto a regolari controlli medici, abbia potuto subire una cosa simile. Malformazione congenita? Oppure qualche altra causa? Il dubbio rimane considerato che la maggioranza degli ictus giovanili non ha una causa riconosciuta.

Abbiamo scelto di aprire i commenti nonostante l’argomento delicato. Lo facciamo per permettere di scrivere la solidarietà nei confronti del giocatore. Commenti di altro tipo saranno cancellati.
 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da at

    Auguro a Cassano e a Gattuso una pronta guarigione, comunque coincidenza due casi neurologici nella stessa squadra. La cosa che ho notato e che mi ha dato fastidio è il comportamento della società Milan e le dichiarazioni di B. che ha detto che il malore è dovuto ha una malformazione cardiaca, come al solito lui le racconta grosse le balle, un giocatore che è stato a Roma Madrid Bari e adesso Milan chissà quanti esami cardiologici ha fatto, figuriamoci se non l’avrebbero scoperto…

  2. Scritto da kappero

    già, il 17 è un poveretto, attacca bergamonews porprio mentre, 12 ore dopo, tutti i giornali riprendono la notizia dell’ictus. POVERETTO

  3. Scritto da attonito

    Solidarietà umana ovviamente a Cassano come giocatore e come persona, ma sono indignato per il commento di 17. Questa è bella: viene data una notizia vera e questo dice che Bergamonoews è scriteriata perchè giornali più “Importanti” non l’hanno data, facendo pensare che se non c’è sul Corriere e Repubblica allora la notizia non esiste (dimenticando che poi Corriere e Repubblica attingono a piene mani dai siti locali). Ma chi si crede di essere questo? Berlusconi o il Minculpop?

  4. Scritto da dianabol

    questo milanlab è gestito per caso dal dott mengele?

  5. Scritto da Scandalizzato

    Voi di Bergamonews siete degli scriteriati. Avete dato una notizia che nessun altro giornale, con ben altre fonti di informazione che le vostre, ha confermato. Non vi rendete conto che state parlando della vita di una persona. Ma che razza di giornalisti siete? Sono tutti fessi i colleghi che non si azzardano a lanciare ipotesi o siete voi talmente superficiali da non rendervi conto del male che state facendo?

  6. Scritto da Antonio M.

    Mi auguro che Cassano possa riprendere presto a giocare, non poter più giocare per un calciatore è peggio che morire..

  7. Scritto da Andrea

    A parte il fatto che il policlinico non ha rilasciato alcuna nota…comunque non ha senso dire che l’ipotetico ictus non è transitorio e contemporanemante sostenere che il ragazzo è rientrato nella normalità parlando, muovendosi e via dicendo…l’uno esclude l’altro…è possibile rientrare nella normalità entro 24 ore se e solo se si tratta di ictus transitorio…quindi una delle due notizie non è attendibile…

  8. Scritto da mario59

    Purtroppo leggendo ora le varie testate, pare che quelli di bergamonews abbiano avuto la giusta indiscrezione.
    Non ci capisco molto di queste cose, ma credo che ci siano forme di ischemia transitorie.. che rientrano gradualmente, senza lasciare segno del loro passaggio…Auguro al ragazzo Antonio, che si riprenda completamente…la vita e la salute sono il bene più prezioso in assoluto per chiunque.

  9. Scritto da tutti fessi?

    per 17: complimenti per il commento.

  10. Scritto da walter semperboni

    Auguri Cassano;-)

  11. Scritto da piero

    Pressione alta, diabete, obesità, fumo, alimentazione scorretta, vita sedentaria. Questi sono i fattori di rischio per l’ictus ischemico cerebrale.
    Non posso credere che un atleta professionista supercontrollato possa incorrere in tale patologia.

  12. Scritto da luca dalmine

    Forza Antonio,se è vera questa cosa spero tu ti possa riprendere presto.

  13. Scritto da giurgi

    da atalantino ti auguro di riprenderti il piu presto possibile!!auguri antonio!!

  14. Scritto da dc

    dai Fantantonio tieni duro… rivogliamo vederti presto sui campi da calcio…

  15. Scritto da Raff

    Voglio poter ancora cantare:Ce l’abbiamo noi,ce l’abbiamo noi,Fantantonio ce l’abbiamo noi la lalla lalla lalla lalla lalla lalla laaaaa”

  16. Scritto da Sparviero

    A Cassano auguro ogni bene!
    Non so se possa essere un argomente inerente al caso, ma io alcune volte soffro, poco prima e durante l’atterraggio, di acuto mal di testa e di orecchie, dicono dovuto alla decompressione.

  17. Scritto da Gianluca

    Auguri di una felice ripresa anche a livello professionistico ma sopratutto a livello personale da un Interista.

  18. Scritto da Terry

    Non amo il calcio, ma una notizia del genere fa star male. Buona guarigione a Cassano.

  19. Scritto da roberto

    antonio ti auguro un grande in bocca al lupo poichè sei una persona vera, che ha mostrato anche le proprie debolezze, a differenza di altri sempre perfetti e qundi irreali.

  20. Scritto da christian

    tanti auguri per una pronta guarigione a Fantantonio!!!
    @SPARVIERO: prova a masticare un normalissimo chewing gum durante le fasi di decollo ed atterraggio !!!!

  21. Scritto da atalantino

    Ti auguro di affrontare anche questa partita nel migliore dei modi.
    FORZA CAMPIONE

  22. Scritto da angelo

    Forza Antonio!! voglio rivederti correre e divertirci come sai fare te!! da uno juventino un grande in bocca al lupo
    angelo

  23. Scritto da Pieri

    Un grosso in bocca al lupo da un tifoso atalantino

  24. Scritto da Ettore Feramosca

    Anto senza è te come facciamo? Anche rossi si è infortunato 6 mesi di stop.

  25. Scritto da Paolo Comi

    Sarei curioso di vedere gli esami del sangue dell’atleta e la cartella clinica,perché se fosse stato un ciclista,e non un calciatore,gli articoli sarebbero stati molto ma molto diversi.Auguro,da sportivo,una pronta e totale guarigione,senza polemica nei confronti dell’atleta.Forza Antonio.

  26. Scritto da Maurizio

    non scrivo a Cassano giocatore ma a Cassano giovane d 29 anni e ti auguro con tutto il cuore di riprenderti per la tua famiglia. Il calcio viene dopo, è solamente un gioco mentre la famiglia è cosa vera.