BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Colantuono: “A Bologna ?? scontro diretto Se ci ridanno i punti possiamo sognare”

L'allenatore nerazzurro vuole mantenere i piedi per terra: "Non dobbiamo diventare presuntuosi, manteniamo lo spirito di questo inizio e potremo fare bene. Devo valutare le condizioni di Cigarini, Denis e Schelotto".

Più informazioni su

“Ogni partita che passa cresce in noi la consapevolezza di essere una squadra che ce la possiamo giocare con tutti, ma non dobbiamo assolutamente diventare presuntuosi. Altrimenti saranno guai”. Il buon pareggio ottenuto contro l’Inter ha galvanizzato ulteriormente il già gasato ambiente nerazzurro. A far tornare tutti con i piedi per terra ci pensa Stefano Colantuono, che nella conferenza stampa alla vigilia della trasferta di Bologna cerca di mantenere alto il livello di concentrazione dei suoi: “Dobbiamo mantenere sempre la grinta di questo inizio di stagione –le parole del tecnico nerazzurro- perché partite facili non ne avremo mai. Non possiamo esaltarci troppo dopo la prestazione contro l’Inter, ma andare a Bologna come se fosse una finale di Champions. Se manteniamo intatto questo spirito però potremo fare strada”.
Dopo l’ottima partenza in campionato la trasferta di Bologna non sembra più uno scontro diretto per questa Atalanta sempre più lanciata: “La realtà dice che noi abbiamo nove punti e il Bologna sette. Quindi per il momento siamo lì. Più avanti, come dico sempre, se ci verrà restituito qualcosa in termini di punti potremo sognare. Ma il nostro primo obiettivo deve rimanere la salvezza”.
Il Bologna, paradossalmente, in questo inizio ha fatto meglio lontano dal Dall’Ara: “Hanno cambiato allenatore e si sono ritrovati. Hanno fatto due vittorie fuori casa, quindi sono temibili. Al di là della sfortunata partita con la Lazio credo che abbiano fatto bene finora. E’ una squadra ben costruita,da non sottovalutare”.
Tre partite in una settimana potrebbero portare ad un po’ di turnover, nella formazione da mandare in campo: “E’ logico che ci sia un po’ di stanchezza psicofisica, sia per noi che per loro. Voglio parlare bene con i giocatori prima di prendere decisioni, abbiamo una grande correttezza di rapporto e non ci saranno problemi. Devo valutare Cigarini, Denis, Schelotto. Poi ci sono quelli come Padoin che tre partite in una settimana le fanno tranquillamente. Anche la situazione disciplinare sarà da tener conto. Il modulo, comunque, sarà lo stesso”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da 1907/b

    certo e se le altre squadre si schiantano contro la mole antoneliana potete vincere il campionato

  2. Scritto da Paolo

    Grande nonocortesi hai scovato la razza dell intruso……
    A testa Alta Sempre!!!!

  3. Scritto da 1907/b

    ma smettetela di sperare che vi ridiano i punti meritavate la B voi e il capitano la radiazione a vita

  4. Scritto da ninocortesi

    Gli eventuali sostituti Carmona, Gabbiadini e Marilungo, Non altri!!!!

  5. Scritto da Luca87

    1907/b che succede al brescia?
    Quarta sconfitta di fila in B, mentre l’Atalanta vola in A?
    Quant’è dura la vita del bresciano…
    Da anni ormai fate tenerezza.

  6. Scritto da hahahahah

    ahhahaha….. sempre più ridicolo questo qui sotto. mamma mia…chissà che vitaccia……hahahahahaha…… chissà che pipot

  7. Scritto da 1907A

    pffff ogni tanto ricompare il blogger contestatore, ma pensa a la tò udinese, balabiot

  8. Scritto da 1907/c

    1907/b sei troppo buono