BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tenaris, saltano i 200 euro ???festivi??? Lavoratori imbufaliti con la Rsu

Sono arrabbiatissimi i lavoratori della Tenaris, stabilimento bombole di Sabbio, dopo il mancato accordo tra azienda e sindacati sul lavoro festivo il 1 novembre.

Più informazioni su

Sono arrabbiatissimi i lavoratori della Tenaris, stabilimento bombole di Sabbio, dopo il mancato accordo tra azienda e sindacati sul lavoro festivo il 1 novembre. La proposta fatta dalla direzione era davvero allettante: 200 euro netti in un giorno. Manna dal cielo per un operaio in tempo di crisi. L’intesa con la delegazione non è stata trovata e l’azienda ha quindi deciso di sospendere la proposta. La Uilm ritiene che quella della Rsu sia una posizione sbagliata: “la delegazione presente non è stata in grado di decidere se fare o meno l’accordo, nonostante i lavoratori interessati, ascoltati, fossero favorevoli alla soluzione”. Mentre su Facebook si scatena la rabbia dei lavoratori. “Grazie per averci fatto perdere la bellezza di 250euro per un giorno – scrive Francesco – non so proprio come ringraziarvi. Sindacalisti vi voglio troppo bene quasi quasi passerei pee il reparto a chiedere di fare lo sciopero il 4novembre così almeno perdiamo altri soldi, non sarebbe male no?”
“Sono degli incapaci – è il commento di Massimo -, non mi stancherei mai di dirlo. Oltre che farmi perdere i soldi ci fanno fare la figura dei c….. anche davanti al A.D. che ci sta dimostrando di avere a cuore le sorti di Sabbio, mi immagino cosa starà pensando di noi dopo l’ennesima pagliacciata”. C’è chi prospetta soluzioni drastiche: “Dopo questa forse è meglio iniziare a chiedere alla gente di far saltare l’attuale Rsu – spiega Fabrizio – o procedere in ogni caso mediante una bella lettera indirizzata alla direzione che a Sabbio l’RSU non è più in carica per volontà dei lavoratori”.
“Io rispetto tutte le idee, comunque buttare via circa 200 euro in questo periodo è proprio da stupidi, forse certa gente non sa che fuori dalla Tenaris c’è gente disposta a lavorare una settimana intera per 200 euro, forse non sanno che c’è tanta gente che è a casa in cassa e che tira a campare, forse non sanno che nei ricoveri della croce rossa c’è stato un aumentato del 30% di gente che non sa come finire il mese e va a mangiare li. Che dire, spero solo che la stessa gente che adesso sta rifiutando non vada a piangere miseria nel momento del bisogno, coerenza nella vita”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da @Beppe

    “…se potessi mangiare un’idea, avrei fatto la mia rivoluzione!”
    G. Gaber

  2. Scritto da Mondo Reale

    @23 – Bello. Poi però parliamo delle cose della vita. Quella reale . Questa volta hanno commesso un errore madornale ed imperdonabile, da una parte una classe politica di governo che ha perso totalmente il contatto con la realtà , in questo caso il sindacato pure.
    Se l’economia vivesse di belle frasi saremmo tutti ricchissimi, ma non funziona così.

  3. Scritto da aldo

    Beppe le idee non si mangiano…ci vuole il pane!

  4. Scritto da Beppe

    @32 Se hai un computer, hai adsl non ti manca da mangiare…dai su fai meno la vittima.

    Ogni cosa ha il suo prezzo, ma nessuno saprà quanto costa la mia libertà. Edoardo Bennato

  5. Scritto da artu'

    io lo ho gia detto, lo ho gia scritto ,ci ho anche lavorato, ma quando i sindacati presenteranno il 730 dove risulta quanto pagano di tasse???

  6. Scritto da Lavorano solo loro.....

    @31…..

    Scommetto che sei un pensionato…….ora non farmi la tiritera che lavori solo tu, ti dai da fare e tutti gli altri sono dei fancazzisti……comunisti e disfattisti…….

  7. Scritto da sognatore

    Certo che bisogna mangiare per vivere, ma bisogna anche che la vita abbia un senso. Vivere x vivere non mi basta, io pretendo che il vivere sia improntato su concetti etici. Vivo nel 2011 e vedo che nel 2011, statistiche alla mano, il 10 % della popolazione controlla il 60% delle risorse (in Italia, nel mondo è anche peggio). La storia cammina con le gambe dei sogni. Non c’è pace senza giustizia, non c’è giustizia senza uguaglianza.

  8. Scritto da Beppe

    @35 Certo ci vuole il pane……ma non mi vendo per quel pezzo di pane….

  9. Scritto da mario59

    @ 30

    E vero…i tempi cambiano.. ma le lacrime sono sempre uguali…poi se lei preferisce un mondo dominato da pochi potenti che posseggono e gestiscono la maggiorparte della ricchezza..prodotta dal lavoro degli altri…allora è inutile stare a dicutere….o lei è uno che sta così bene e non le interessa di chi sta peggio, oppure ha le fette di salame sugli occhi e guai a chi prova a levargliele.

  10. Scritto da ossimori

    Cavoli, uno che si esprime con “belle parole” come apoftegmi (confesso, è la prima volta che mi ci imbatto), afflato mistico, ermeneutico, ricorre per spiegarsi meglio a delle canzonette e, nonstante ciò, c’è chi capisce il contrario. Povera Italia. Come dicevo, c’è tanta strada da fare. P.S. Peccato solo che, oltre le parole, non siano belli i contenuti. E dai, siamo in un post e mi accusate di belle parole? Se fossi in piazza, userei altro (slogans?), ma qui…

  11. Scritto da Elle

    Sindacalisti e persone che non vogliono lavorare il sabato e la domenica: ma dove vivete? Sono anni che alcune aziende lavorano 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Le aziende si confrontano non solo con la realtà locale ma con il mondo. Il futuro e l’esistenza di un’azienda è in mano anche alla base dei lavoratori non solo al vertice. Già ora se le aziende vogliono licenziano il personale. I sindacati devono tutelare anche i lavoratori che sopperiscono l’assenza o il disinteresse dei furbi.

  12. Scritto da altro che interesse dei lavoratori fanno solo il loro

    NON SERVONO A NULLA ci hanno fatto perdere 200 euro in un giorno……. i sindacalisti fanno solo il loro interesse !!!! Si rimettano a lavorare … !! Gli farebbe bene

  13. Scritto da rino

    per 7 -dai a cesare ciò che è di cesare –
    NON DIFENDERE L’INDIFENDIBILE!
    Ormai i sindacati, specialmente quelli di sinistra non rappresentano piu’ i lavoratori.

  14. Scritto da speranza

    Da molti commenti traspare una mentalità da sindrome dello zoo. Meglio in gabbia, ma con due pasti assicurati, che liberi nella savana ma con la necessità di dover correre tutto il giorno per mangiare e non essere mangiati. Può essere, ma allora, perchè mi fate tanta pena? Forse perchè la vostra gabbia non è solo fisica, ma anche e soprattutto mentale? Un uomo libero è libero anche in galera, le sbarre dell’ignoranza si spezzano solo con la crescita culturale, forza, che c’è tanta strada da fare

  15. Scritto da siamo tutti sindacato

    Che gli introiti dei confederali dipendano in larga misura da attività di patronato, gestione di “corsi” di riqualificazione, agenzie turistiche, è purtroppo la triste verità, carica di nefaste conseguenze. Detto questo, preciso che i dipendenti pubblici sono lavoratori esattamente come un tecnico o un impiegato di una ditta privata e dovrebbero avere lo stesso trattamento e gli stessi diritti. Un sindacalista se non è un lavoratore non è niente e se firma accordi bisogna capire a favore di chi.

  16. Scritto da al

    per 23 – speranza –
    Preferisco essere libero fuori che in galera!
    vorrei chiederti, mi paghi tu i pasti?
    Le tue parole e le tue idee fammo capire a tutti che non hai bisogno di soldi
    Per qualcuno invece quei 200 euro erano pane e latte.
    Vergognati!

  17. Scritto da Beppe

    @26

    E perchè “speranza” dovrebbe vergognarsi? Per le sue idee di “UOMO LIBERO”????

  18. Scritto da rosy

    Speranza, stai con i piedi per terra.
    La gente ha bisogno di mangiare e sicuramente i soldi servono anche per questo!

  19. Scritto da paci paciana-no-grazie

    lo dico da sempre :
    la vera rovina dell’Italia sono i sindacati, hanno fatto piu danni loro del lavoro nero e della mafia.
    che schifo….

  20. Scritto da paci paciana-no-grazie

    leggo i commenti e trovo gente cche ancora si espirme con termini quali : LA LOTTA PAGA, PADRONE….
    ma dove avete vissuto negli ultimi 40 anni , sulla luna ???
    guardate che siamo nel 2011 non nel 68 !!!
    povera Italia….

  21. Scritto da Dover sempre spiegare...

    Non funziona nemmeno a base di catastrofiche utopie: di apoftegmi sulla libertà. Putroppo, la vita reale si basa sul compromesso tra ordine e libertà, tra interesse ed afflato mistico. Quindi semmai, le belle frasi sono quelle sulle gabbie e il vivere liberi: la frase di Gaber è tutt’altro che una bella frase. Semmai un realistico richiamo alla forza delle cose. A meno che, lei non ne avesse colto il significato, fraintendendolo clamorosamente: in tal caso il problema è ermeneutico, non politico

  22. Scritto da aldo buso

    e si parla pure di crisi e di salari congelati !!!
    No ai sindacati schiavi di una ideologia anacronistica che danneggia i lavoratori.

  23. Scritto da milly.67

    Io la Domenica ed i festivi lavoro per 15 euro !!! Magari 200 !! Lavorerei tutte le Domeniche ed anche il giorno di Natale……

  24. Scritto da Lavoratore

    Gli RSU non avranno avuto la percentuale.
    I sindacati ti dicono che lo fanno per te, ma poi………..
    Adesso ricomincerà la stessa tiritera si alcuni anni fa sull’art.18 Perchè non hanno detto nulla sullo scippo del TFR?????

  25. Scritto da Gianni

    I mister no del sindacato, dovrebbero incominciare a capire anche loro cosa vuol dire cassa d’integrazione, mobilità, disoccupazione, licenziamento. Forse la svolta è proprio nelle nostre mani, per far si che queste persone si trovano ad assaporare ciò che prova una persona ad aver perso il lavoro, NON BISOGNA TESSERARSI!!!! Perchè sono i nostri soldi a mantenerli……….

  26. Scritto da dc

    i sindacalisti, ormai e purtroppo, sono diventati una casta che pensa solo a sè stessi e se ne frega dei lavoratori che dovrebbero rappresentare…

  27. Scritto da Anna

    Buffoni!!!!

  28. Scritto da dai a cesare ciò che è di cesare

    sono dispiaciuto che bergamonews abbia publicato un articolo così incompleto che tende a gettare ancora più critiche su tutto il sindacato, vi invito a leggere un articolo più completo http://www.isolanews.net/economia/1764-sabbio-salta-laccordo-alla-tenaris-per-il-1-novembre-gli-operai-perdono-200-euro.html

  29. Scritto da rino

    I sindacati sono solo un ostacolo per i lavoratori.
    Evidentemente non sanno nemmeno cosa vuol dire lavorare. Loro i 200 euro non li considerano.
    I sindacalisti sono abituati a prendere soldi senza faticare!

  30. Scritto da stefano rossi

    i sindacati ormai non hanno piu’ modo di esistere stanno danneggiando le aziende ma soprattutto i lavoratori tanto loro i soldi li prendono e anche dei bei soldoni alla faccia della difesa dei lavoratori!!!!

  31. Scritto da La verità fa male

    I sindacati ormai da tempo non tutelano più i lavoratori privati per il semplice fatto che più del 60% dei loro iscritti sono pensionati e/o dipendenti pubblici. Le loro fonti principali di entrata sono quelle derivanti dai CAF (pratiche fiscali e pensionistiche). I loro dirigenti appena concluso i loro mandati anzichè andare in pensione entrano quasi tutti in politica. Fatte queste premesse, il sindacalista che difende il lavoratore (firmando accordi) è da considerare quasi un eroe

  32. Scritto da beppebertoldo

    ….l’articolo non spiega i motivi del rifiuto della RSU…….???…

  33. Scritto da Elle

    Qualcuno diventa sindacalista per fare il suo interesse o pensando che sia una ulteriore tutela al suo posto di lavoro. L’unica cosa che sanno proporre sono gli scioperi o i no. Il mondo è cambiato se non si lavora 24 ore su 24, 7 giorni su 7, le aziende non riescono ad ammortizzare i costi e a restare al passo della concorrenza. I sindacalisti devono andare in CINA!

  34. Scritto da lavoratore

    @ dai a cesare…….
    dall’articolo di cui hai postato il link non si evince tanto di più da questo di bergampnews.
    Anzi no, si evince la concorrenza fra differenti sigle sindacali, segno di un “MERCATO” da cui attingere.
    L’interesse dei lavoratori, è l’utlimo dei loro interessi (scusate il gioco di parole). I sindacati sono peggio dei ladri, perchè al contrario di questi ultimi, si spacciano per amici dei lavoratori.

    SI ai rappresentanti dei lavoratori, ma NO ai sindacati avvoltoi.

  35. Scritto da leo cat

    “fuori dalla Tenaris c’è gente disposta a lavorare una settimana intera per 200 euro”, fuori dalla Tenaris ci sono un sacco di giovani sfruttati e ricattati che lo fanno normalmente. E voi, invece di pretendere salari migliori e dignità e diritti per tutti, per una volta che non il sindacato ma la RSU, fa una scelta giusta, vi lamentate? La dignità non ha prezzo, commenti da servi, mazziati e contenti. Ma sì, andate a lavorare 7 giorni su 7, di giorno e di notte

  36. Scritto da dai a cesare ciò che è di cesare

    @ lavoratore
    è giusto che tu possa avere una tua personale opinione sui sindacati, ma due delle sigle sindacali, almeno per questo specifico caso, erano propense a FIRMARE L’ACCORDO!!!!

  37. Scritto da aprire gli occhi

    Andate a lavorare l’uno novembre che vi fanno la carità, e poi tutti di corsa a spenderli nei centri commerciali a comprare telefonini e vestiti……! Ma un pizzico di dignità e coscienza non esiste piu’? Il rispetto per le festività niente? Piuttosto delle 200 euro pretendete dei contratti seri e dignitosi, e pensate a passare un po di tempo con i vostri famigliari..Non capite che i 200 euro vi rendono ancor piu schiavi di quello che siete? Fra un po sarete obbligati a farlo a gratis pecore.

  38. Scritto da a testa alta

    Dategli il vizio alle aziende…fra un po passa la norma sui licenziamenti facili e poi vedremo se vi danno ancora le 200 euro o se sarete obbligati a lavorare gratis…..mi raccomando pero’ non andate a piangere dalle RSU… Ma all’avvenire dei vostri figli non ci pensate? Che mondo del lavoro volete lasciargli? Di sfruttati? Di poveri che fanno la carità ai padroni?

  39. Scritto da Livio B

    Non si puo’ fare un articolo del genere ed esprimere un giudizio senza sentire la controparte, ma possibile che per la gente conta solo il denaro ? piu’ pensate questo e piu’ peggiorera’…………, noi lavoratori abbiamo prima di tutto la dignita’ e non siamo le escort di berluconi !!!
    LA LOTTA PAGA LA CONCERTAZIONE NO !!!
    QUESTO E’ QUELLO CHE LA STORIA CI HA INSEGNATO………
    NON RASSEGNAMOCI MAI, CHI LO DICE PARLA LA STESSA LINGUA DEL PADRONE !!!