BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Poste di Nese, presidio contro la chiusura “Decisione assurda”

Mobilitazione in Valseriana contro la chiusura dell???ufficio postale di Nese. Il presidio ?? in programma sabato 5 novembre alle 9.30.

Più informazioni su

Mobilitazione in Valseriana contro la chiusura dell’ufficio postale di Nese. Partito democratico, Idv, Sel, Collettivo sinistra e Gente in Comune scenderanno in piazza per protestare contro la soppressione del servizio, convertito solo in “Punto imprese”, anche per dare seguito alla raccolta firme spontanea promossa dai cittadini. Il presidio è in programma sabato 5 novembre alle 9.30. Al termine della protesta verranno consegnate le adesioni al sindaco di Alzano lombardo Roberto Anelli. Nelle prime settimane della mobilitazione, a luglio, sono state raccolte più di duemila firme in sei giorni. “Senza alcun preavviso ha chiuso i servizi ai cittadini – si legge nel volantino . Quasi seimila abitanti non possono più utilizzare i servizi postali come le spedizioni, i pagamenti, le riscossioni e le pensioni. Enormi sono i disagi di quanti, soprattutto anziani, devono recarsi presso l’ufficio postale di via Roma ad Alzano centro che non è stato strutturato e potenziato per ricevere un ulteriore bacino di utenza per ricevere i cittadini di Nese, Olera e Monte di Nese. Spontaneamente i cittadini hanno raccolto le firme per una petizione che chiede la permanenza dell’ufficio postale di Nese nel pieno delle sue funzioni. Senza alcun preavviso e coinvolgimento da parte dell’amministrazione comunale i cittadini si sono trovati le poste chiuse. Riteniamo che le scelte fatte da aziende private che svolgono servizio pubblico di primaria importanza, devono quanto meno avere un passaggio di confronto fattivo con gli amministratori del Comune, al fine di trovare soluzioni che garantiscano, oltre agli interessi privati dell’ente, soprattutto i servizi ai cittadini”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da FV

    Manifestiamo contro la decisione assurda di chiudere un servizio fondamentale per la collettività!

  2. Scritto da Bob

    Pian piano il servizio pubblico si riduce sempre più per perseguire il solo interesse privato. Questo succede quando chi governa la Nazione non tiene in alcun conto il bene della comunità.
    Ironia vuole che molti di quelli che hanno voluto l’egoismo e la sopraffazione al potere, saranno tra quelli che pagheranno di più per questa scelta dissennata. Capiranno mai?