BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Per lavorare il 1?? duecento euro: niente accordo

La Rsu Uilm denuncia: la mancata intesa ha danneggiato i dipendenti che, su richiesta dell'azienda, avrebbero lavorato il 1?? Novembre.

Più informazioni su

Una cinquantina di lavoratori della Tenaris avrebbe potuto guadagnare in un sol giorno, martedì 1° novembre, 200 euro netti a testa lavorando. Era questa la proposta dell’azienda che nei giorni scorsi ha incontrato la Rsu e, dopo una lunga premessa rispetto a una situazione abbastanza critica per l’area delle bombole e dei bomboloni, per via di ritardi sulle commesse, ha chiesto di concordare per la giornata del l° novembre un recupero produttivo (in aggiunta agli  accordi esistenti).
I rappresentanti sindacali della Uilm, spiega un loro comunicato, prendendo atto della situazione, hanno chiesto di trovare una soluzione economica  diversa da quanto previsto dalle attuali normative: l’intesa era stata trovata su 90 euro in aggiunta a quanto già previsto per accordo aziendale (in totale 200 euro circa netti per la giornata di lavoro).
Ma, prosegue la Uilm Tenaris "la delegazione presente non è stata in grado di decidere se fare o meno l’accordo, nonostante i  lavoratori interessati, ascoltati, fossero favorevoli alla soluzione". Per questo l’azienda ha deciso alla fine di sospendere la proposta e di non fare lavorare il 1° novembre.
La Rsu della Uilm "considera sbagliata la scelta di non voler prendersi la  responsabilità di sottoscrivere un accordo su questo tema: secondo noi  la strada dell’incentivo economico in aggiunta era quella percorribile e gradita anche dai lavoratori interessati. Questa è un’ulteriore dimostrazione che la scelta di evitare di decidere, spesso è la strada più  facile, ma dobbiamo riflettere tutti sulle conseguenze, infatti qualcuno il 1° novembre  lavorerà, ma percepirà un trattamento economico inferiore a quanto si sarebbe potuto  concordare con un diverso atteggiamento".

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luca

    Ma la Uilm alla Dalmine è unsindacato inesistente fatto da delegati che alle ultime elezioni non hanno beccato un voto e sono diventati delegati.

  2. Scritto da Elle

    @17 Aspettati che anche la Tenaris si sposti in Polonia: finché si pensa solo a scioperare per risolvere i problemi e non a costruire il bene comune. Se l’azienda deve consegnare una commessa in tempi utili e non lo fa rischia di perdere altro lavoro, ne consegue che meno lavoro meno lavoratori! SVEGLIA!

  3. Scritto da operaio tenaris (non di sabbio)

    @ jack. Più che “Cala le arie”, sarà Calarasi, in Romania

  4. Scritto da basta-slogan

    @DK
    avanti fiom senza paura? lotta? ma ti rendi conto che avete ignorato i lavoratori che volevano lavorare? la gente va ascoltata, non sono tutti crumiri come pensi tu e i tuoi compagni rivoluzionari, ci sono persone con seri problemi economici che con quei 200 euro avrebbero conprato da mangiare ai figli o avrebbero pagato la rata del mutuo!! è chiaro che vivi ancora con mamma e papà e di questi problemi non ne hai!!!

  5. Scritto da LUCA

    Ma quanto guadagna un operaio alla Tenaris ?

  6. Scritto da greatguy

    i sindacati sono il male peggiore di questo paese,hanno completamente snaturato quella che doveva essere la loro funzione primaria e sono diventati (tutti,chi più e chi meno) peggio dei politici che criticano….vergogna!!!!

  7. Scritto da boss

    E’ un affronto dei sindacati al mondo del lavoro.
    In Italia nessuno si assume la responsabilità di decidere. Per non scontentare pochi lavoratori il sindacato ne danneggia molti.
    200 euro per 1 giorno di lavoro!!! Occasione da prendere al volo.

  8. Scritto da www.cafenero

    Allucinante . Semplicemente allucinante .

  9. Scritto da aldo buso

    200 euro per un giorno di lavoro ?!? e cosa fanno ? Rifiutano ….
    E poi si parla di crisi …
    SINDACATI ? Anacronistici …

  10. Scritto da koteto

    Se vogliono ci vado io a lavorare quel giorno !!!!

  11. Scritto da wids

    SINDACATI = ROVINA PER L’ITALIA
    con i problemi che ci sono ci mancano anche questi

  12. Scritto da marilena

    mi pare che nel comunicato uilm manchi qualche particolare, non dicono chi fossero i presenti, non specificano quali motivi hanno causato la mancata intesa. Prima di giudicare sarebbe opportuno saperne di più.

  13. Scritto da A.Z. Bg

    Alla faccia della crisi!I sindacati come sempre sono contro i lavoratori che vogliono lavorare per aiutare questo scalcinato stato e preferiscono scioperi ed inutili manifestazioni contro il governo.

  14. Scritto da formica

    Concordo con il commento 13. Dal comunicato non si capisce chi era presente e chi non ha accettato, visto che la UILM era d’accordo e anche gli operai presenti. Alcuni commenti sono risibili e sembrano scritti dalla stessa mano, o no?

  15. Scritto da Operaio Tenaris

    La uilm in Tenaris rappresenta l’1% dei lavoratori, si chieda il perche’.
    Falsi e venduti.
    Sono loro insieme alla cisl la rovina dei lavoratori, il loro unico obbiettivo e prendersi i permessi sindacali.
    Venerdi’ 4 nov. ci sara’ uno sciopero dei metalmeccanici lombardi.
    Avanti CGIL.

  16. Scritto da jack

    Non spariamo sempre contro il sindacato,i lavoratori della tenaris sono più di 2000 non so, so che la cassa integrazione prosegue per più di 1000 operai,dai 200 euro per un festivo,e gli sono tutti dei dementi,non producono durante la settimana e si deve proprio lavorare extra,hanno fatto bene a dire di no,guardate la brembo ore su ore risultato niente premio aziendale e in più se ne va in polonia il bombassei.Dite a Zanotti che anche lui viene da operai,cala le arie

  17. Scritto da luciano015

    Si dimentica che per chi HA un lavoro fisso qualche soldo in più può diventare un aspetto secondario.
    Il problema vero è quanto i sindacati (e i lavoratori, perchè poi i sindacati sono messi lì e sostenuti da qualcuno che non è il Padre Eterno) sentano le esigenze dell’azienda (per la verità, anche quanto l’azienda riesca a far condividere…). Penso che questo sia il vero problema dei nostri sindacati (specialmente FIOM) e talvolta anche dei nostri dirigenti.

  18. Scritto da BASTA RICATTI !

    sciopero totale del lavoro altro che lavorare!!!!….a forza di accettare questi sporchi soldi che sono ancora pochi visto che poi sappiamo tutti chi ci guadagna veramente ci siamo messi in una condizione di nuova schiavitù vedi lo sfruttamento di orio & C. la domenica !!!! basta ricatti in denaro per poi vivere cmq di stenti. tutti a casa …e tutti fuori dalle case di politici e manager ! finche andremo a lavorare abbassando la testa non si cambierà niente…sciopero selvaggio unica soluzione

  19. Scritto da Ezio

    @luciano015
    Qualche soldo in più aspetto secondario? Cosa stai dicendo
    Non è che i sindacati devono sentire le esigenze dell’azienda, ma devono almeno fare gli interessi dei lavoratori.
    Non si capisce su quale interessi questi sindacalisti hanno negato quei soldi ai lavoratori.
    E’ pazzesco!

  20. Scritto da consiglio spasionato

    Vi consiglio lavoratori di scioperare contro i sindacalisti, toppure tra poco Vi licenzieranno e pagheranno estracomunitari alla metà di quello che percepite ora
    fa balà loch

  21. Scritto da luca

    robe da matti !!! aprite gli occhi e via le tessere di quei delegati …

  22. Scritto da DK

    avanti FIOM senza paura……….
    chi scrive…. come la UIL non sa nulla di LOTTA
    ricordo cje la UIL a Dalmine è risibile…. e padronale!
    non si parla senza sapere cosa vuol dire lavorare in TENARIS in questi anni…….

  23. Scritto da mb

    …leggere certe notizie, sconcertano, 200 euro netti in un giorno sono tanti…e buttarli così al vento è un insulto alla crisi!….ma poi chi non ha aderito, li vedremo tra qualche giorno scioperare……

  24. Scritto da dc

    …Che poi non si lamentino !!!

  25. Scritto da Lilly

    Sindacati e affini……. da eliminare. Sono stati, sono e saranno la rovina delle aziende!!!!!

  26. Scritto da cameriere

    200 euro sono tantissimi per un solo giorno anche se festivo + proprio vero i sindacati stanno rovinando l’Italia.Io faccio il camerire e lavoro il 1 novembre e mi accontento di meno della meta’.Cmq ha fatto benissimo la societa’ a rinunciare il mio lavoro non vale la meta’ di un operaio Tenaris.Saluti