BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rapina in centro a Bergamo Bottino da 100 mila euro in pellicceria fotogallery

Due rapinatori sono entrati urlando, pistole alla mano, nel negozio "Voglie di Moda", rinchiudendo titolare e commesso in bagno. Colpo alla testa del dipentende del negozio. In strada complice col furgone.

Più informazioni su

In pellicceria sono entrati in azione in due, mentre un terzo complice era appostato in zona con un furgone, per facilitare la fuga con il bottino al quale i rapinatori miravano: una cinquantina di pellicce di visone, che non erano nella vetrina del negozio, ma all’interno: capi d’abbigliamento per 100 mila euro. E durante la rapina il commesso della pellicceria è stato anche ferito, colpito con il calcio della pistola da uno dei malviventi.
La rapina è stata messa a segno attorno alle 11 di questa mattina, 27 ottobre, ai danni del negbozio "Voglie di Moda" di via Brigata Lupi, nel centro di Bergamo, a pochi passi da piazza della Repubblica. Nel punto vendita sono entrati due rapinatori, entrambi armati di pistola, con il volto parzialmente coperto. Avevano un accento meridionale.
Entrambi hanno iniziato ad urlare, minacciando una delle titolari presenti in quel momento (sono più soci) e un suo dipendente. L’intento dei due rapinatori era di chiudere in bagno la donna e il commesso, ma proprio quest’ultimo ha tentato di reagire, rimediando un colpo in testa con il calcio di una pistola. Pochi secondi dopo la porta del bagno si è chiusa alle loro spalle e i rapinatori hanno proseguito nella loro azione.
Sono passati alcuni minuti, quando la titolare, rinchiusa nella toilette, ha sentito uno dei rapinatori urlare: "Siamo pronti, muoviti". Era probabilmente una comunicazione tramite telefono cellulare, o tramite walkie talkie, con il terzo complice, che si trovava nella zona di piazza della Repubblica alla guida di un furgone. Su quel furgone sono finite 50 pellicce di visone, per un valore di 2 mila euro l’una: un colpo da 100 mila euro.
Durante la fuga dei rapinatori la titolare e il commesso sono riusciti a liberarsi e a chiamare i carabinieri, intervenuti sul posto. I militari del nucleo investigativo hanno effettuato i rilievi del caso: dalla porta d’ingresso, a vetri, sono state isolate una serie di impronte digitali. Nessuna grave conseguenza per il commesso colpito con la pistola: è stato medicato sul posto dal 118. Un lieve trauma cranico.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.