BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Piano di rischio aeroportuale ???Dov????? sparito da due mesi????

???Dove ?? sparito il piano di rischio aeroportuale???? Se lo chiedono i consiglieri di opposizione, che hanno depositato un???interpellanza rivolta a sindaco e assessore all???Ambiente.

Più informazioni su

“Dove è sparito il piano di rischio aeroportuale?” Se lo chiedono i consiglieri di opposizione, che hanno depositato un’interpellanza rivolta a sindaco e assessore all’Ambiente per rompere il silenzio dell’amministrazione. Da fine agosto infatti l’Enac ha rimandato a Palafrizzoni il piano di rischio con parere favorevole. Sono state quindi approvate le linee guida studiate dagli uffici comunali su previsioni urbanistiche future e compatibilità con le rotte aeree. L’unica riserva riguarda il paragrafo 6 capitolo 9 riguardante le linee guida per la redazione. Una modifica annunciata da Enac e che stenta ad arrivare. Le ultime voci parlano di inizio novembre. Proprio per questo motivo l’assessore Massimo Bandera nei prossimi giorni convocherà una commissione ad hoc. E non è escluso anche un passaggio in Consiglio comunale. Nonostante il via libera risalga all’estate, i consiglieri non hanno ancora potuto visionare il piano. “Sono trascorsi ormai due mesi dall’invio del piano di rischio – si legge nell’interpellanza – e non sappiamo le motivazioni, non è stato ancora comunicato nulla sull’argomento. Vorremmo capire come la modifica comporterà una riconfigurazione del layout delle zone da sottoporre a tutela e quindi l’aggiornamento del piano di rischio, e quali zone sono interessate da questa modifica. Anche perché la conoscenza del piano è di fondamentale importanza per applicare correttamente una buona pianificazione urbanistica su tutto il territorio del Comune interessato dal sorvolo”. E non solo del Comune di Bergamo. Le modifiche attese da Enac riguardano infatti anche le amministrazioni di Orio al Serio, Seriate e Azzano San Paolo. Che sul loro territorio hanno in programma importanti piani urbanistici, vedi polo del lusso, non rientranti nel piano di rischio in quanto diritti già acquisiti da parte dei costruttori. Tra le ipotesi in fase di studio tra Enac e Regione Lombardia ci sarebbe anche una valutazione caso per caso di tutti i grandi progetti previsti nella fascia di sicurezza di un chilometro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Deluso

    Come possono aver approvato le curve isofoniche se il Piano dirischio non è stato consultato, è una ulteriore prova che l’ aeroporto opera senza rispettare le norme di Legge, e questo è solo un esempio , e dell’ ordinanza enca 7/07 dove è finita , così come ordinanzaEnac APT 26 – 29,

  2. Scritto da pazienza finita

    @3hai proprio ragione…..non si capisce come cavolo fanno a dire che gli aerei sono sopra l’autostrada quando invece a stezzano sono sopra le case……….INTERVENITE AMMINISTRAZIONI!!!

  3. Scritto da usiamo il cervello

    Per l’aeroporto di Orio al Serio manca anche il Piano della Sicurezza esterna all’aeroporto. Nella riunione indetta dal Prefetto Cono Federico con SACBO, enti e istituzioni preposte, era stata prevista una operazione di Simulazione di Protezione Civile (Disaster Recovery) che doveva essere effettuata NELL’AUTUNNO DEL2007 (sic). Dov’è finita?
    L’attuale Prefetto, più volte sollecitato, rifiuta di rispondere.

  4. Scritto da gigi

    Se ENAC fissa, sulla base della normativa europea, una fascia di rispetto per ragioni di sicurezza, di mille metri, è pura follia cercare di ridurla per “non far rientrare nel piano di rischio gli insediamenti in programma “in quanto diritti già acquisiti da parte dei costruttori”.
    E’ come scoprire che il DDT è cancerogeno però lasciergli vendere tutte le scorte (diritti acquisiti).

  5. Scritto da giobatta

    diminuire il rischio. perche’ a stezzano gli aerei volano esattamente sopra i palazzi e non sopra l’ autostrada, come credo dovrebbero? e’ vero che anche l’autostrada e’ piena di gente, ma almeno questa cambia in continuazione, mentre chi abita nei palazzi e’ sempre sotto i voli. e quindi rischia di piu’.