BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nubifragio sul Verbano, approvata risoluzione alla Camera

Reguzzoni: "La commissione Ambiente, Territorio e Lavori pubblici, ha approvato all’unanimità la risoluzione volta a sostenere i Comuni coinvolti dal violento nubifragio dello scorso agosto"

Più informazioni su

nubifragio laveno«La commissione Ambiente, Territorio e Lavori pubblici, ha approvato all’unanimità la risoluzione volta a sostenere i Comuni coinvolti dal violento nubifragio dello scorso agosto». Lo annuncia il Capogruppo della Lega Nord alla Camera, Marco Reguzzoni.
«Si tratta di un altro passo – continua Reguzzoni – verso l’attuazione delle richieste che abbiamo avanzato, utili per aiutare gli otto Comuni che, a causa dei fenomeni alluvionali del 5 agosto 2011, hanno subito gravi danni alle opere pubbliche e private». L’ok unanime sulla risoluzione del Carroccio da parte della Commissione ambiente arriva, infatti, dopo la presentazione di un omologo ordine del giorno (accolto dal Governo), presentato in occasione dell’ultima manovra finanziaria.
«Attraverso queste iniziative abbiamo impegnato il Governo a intervenire – conclude il presidente dei deputati della Lega – con una serie di misure che agevolino i Comuni per le indispensabili opere di ricostruzione e di messa in sicurezza di aree pubbliche e private. Opere che, senza un aiuto di tal genere, i soli Comuni sarebbero impossibilitati a sostenere. Ricordo ad esempio che, solo a Laveno Mombello, si sono stimati 800.000 euro di danni (su 1,5 milioni di euro complessivi) alla rete ferroviaria, colpita da una frana».
Sulla questione è intervenuto anche il presidente della commissione Bilancio, Giancarlo Giorgetti. «Gli impegni assunti con la risoluzione e con il precedente ordine del giorno – spiega – prevedono non solo la dichiarazione dello stato di emergenza (e tutto ciò che ne consegue), ma anche l’inserimento dei territori colpiti tra quelli beneficiari dei fondi per la prevenzione del rischio idrogeologico. Fra le altre richieste c’è inoltre l’assegnazione, compatibilmente ai vincoli di finanza pubblica, delle risorse occorrenti per far fronte al risarcimento dei danni subiti. E la previsione di non far rilevare, ai fini della verifica del patto di stabilità interno, le eventuali spese dei Comuni per far fronte ai danni causati dal nubifragio».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.