BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bancomat dell’oro all’ingresso dell’aeroporto

Ad un anno dall'installazione, da gioved?? 27 ottobre il distributore automatico di oro della Gold-To-Go sar?? accessibile a tutti.

Più informazioni su

Ad un anno di distanza dal lancio italiano del primo Gold Atm ("bancomat dell’oro"), installato all’aeroporto "Il Caravaggio" di Bergamo Orio al Serio, c’è una grande novità che riguarda l’accessibilità alle operazioni di acquisto e transazione, finora riservata ai soli passeggeri in transito all’interno del terminal partenze, ovvero in possesso di biglietto di viaggio.
Entrato in funzione il 24 settembre 2010, il "bancomat dell’oro" viene ora trasferito nell’area pubblica dell’aerostazione di Bergamo Orio al Serio e a partire da giovedì 27 ottobre 2011 sarà accessibile a chiunque voglia procedere all’acquisto di lingotti e monete auree.
Nel corso dei tredici mesi di funzionamento molte sono state le richieste di clienti che avrebbero voluto accedere al distributore pur non essendo passeggeri in partenza dall’aeroporto. Per questo motivo la società Sacbo ha deciso di posizionare il distributore di oro Gold-To-Go esattamente di fronte all’ingresso centrale dell’aerostazione, in modo tale che tutti, sia passeggeri – ormai più di 8 milioni annui – che accompagnatori, possano accedere al "bancomat dell’oro" caratterizzato da un allestimento di impatto visivo, che con i suoi colori, forme avvolgenti e luci a led si dischiude come uno scrigno a rivelare le sue intime ricchezze.
L’aeroporto "Il Caravaggio" di Bergamo Orio al Serio ha una posizione baricentrica al servizio di un territorio che comprende le aree con i migliori parametri economici (Pil, reddito procapite, risparmi e patrimoni di privati).
L’offerta di oro fisico Gold-To-Go si rivolge proprio ai comportamenti virtuosi, ovvero alla propensione al risparmio che caratterizza la popolazione italiana, che ancora oggi tengono in equilibrio le prospettive per il futuro economico e sociale della nazione.

La sterlina d’oro
La grande passione per il lavoro ed il risparmio e la ricerca del benessere sociale, che ha visto l’Italia degli anni ’60 divenire una delle maggiori potenze economiche del globo, si rifletteva nell’acquisto delle famose sterline d’oro degli anni 60/70, divenute la riserva di patrimonio cui le famiglie potessero attingere nei momenti di necessità.
La famosa sterlina d’oro (Soveregin One Pound, 22 carati, g.7,32 fino) con l’effigie così familiare della Regina Elisabetta (vera e propria moneta franca mondiale del secondo dopoguerra), è stata inserita nella gamma di offerta del nuovo distributore d’oro dell’Aeroporto di Bergamo Orio Al Serio.
Il distributore emette ad un prezzo aggiornato in tempo reale (un computer all’interno del distributore automatico assicura l’aggiornamento dei prezzi allineandoli al London Gold Market) lingotti d’oro da 1, 5, 10, 20, 31,1 (pari a un’oncia), e 50 grammi, e monete d’oro come Kangaroo australiano da 1/10 di oncia, Sovrana da 7,32 g. in oro fino (c.d. sterlina oro), Krugerrand sudafricano da 1 oncia, Eagle americano da 1 oncia. Tutti i lingotti d’oro sono di 24 carati (999,9/1000 di purezza), garantiti London Good Delivery ossia prodotti in accordo alle regole imposte dalla LBMA (London Bullion Market Association) e ogni articolo è dotato di una garanzia di restituzione del danaro nel caso il prodotto non fosse di gradimento dell’acquirente.
L’acquisto può essere effettuato con carte di credito, carte di debito (bancomat) e in contanti; si applicano le limitazioni della Legge antiriciclaggio e le norme sul contante introdotte dalla recente Legge Finanziaria.
Il Gold Atm della Gold-To-Go, ha visto una diffusione rapidissima negli Emirati Arabi (Abu Dhabi e Dubai), in Germania (oltre 20 installazioni ed altrettante in programma), Regno Unito (Londra), USA (Las Vegas, al mitico Golden Nugget); ciò testimonia l’enorme fascino che l’oro fisico esercita su tutti noi. Nel prossimo futuro sono già programmate molte altre installazioni a livello mondiale.
Il distributore automatico Gold-To-Go dimostra che l’oro è divenuto un bene di accesso quotidiano, libero e riservato al contempo. I picchi delle quotazioni di agosto 2011 sono un indice della forza del metallo prezioso per eccellenza, destinato a diventare ancor più un bene rifugio a protezione dei nostri patrimoni per gli anni a venire, il nostro Piano di Accumulo Finanziario/Assicurativo a costo zero.
Infatti, investire in Oro fisico è un modo per conservare il potere d’acquisto di oggi, con l’obiettivo di proteggersi da eventuali crolli finanziari. Il valore dell’oro, in termini di beni e servizi che questo è in grado di acquistare, è rimasto ampiamente stabile per molti anni.
Nel 1900, il prezzo dell’oro era di 20,67dollari all’oncia, equivalente ad un prezzo corrente di 503dollari all’oncia. Alla chiusura del 25 Ottobre la quotazione dell’oro al New York Gold Comex è di 1.218,52 euro/oncia e 1.700,40 euro/oncia. Il prezzo reale dell’oro ha quindi incrementato il suo valore, nel corso di un secolo caratterizzato da grandi cambiamenti e ripetute crisi geopolitiche. Al contrario, il potere d’acquisto di molte valute è drasticamente diminuito, anzi, molte valute sono addirittura scomparse.
L’investimento in oro è dunque un fattore di protezione del patrimonio contro gli effetti negativi dell’inflazione. I cicli del mercato si succedono, ma l’oro ha costantemente mantenuto il suo potere d’acquisto. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.