BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Finestrino rotto, nastro adesivo sull’aereo Ryanair

Un volo decollato da Londra e diretto a Riga (Lettonia) ?? dovuto rientrare nella capitale inglese perch?? ha ceduto il nastro adesivo del finestrino pilota.

Più informazioni su

Poteva finire in tragedia il volo di Ryanair decollato il 29 settembre scorso dallo scalo di Stansted (Londra) e diretto a Riga (Lettonia).
La tragedia è stata evitata grazie alla prontezza del pilota che ha visto traballare il suo finestrino fissato con del nastro adesivo alla fusoliera dell’aereo ed ha richiamato la torre di controllo per riportare a terra il Boeing 737-800 con 200 passeggeri a bordo.
Il vetro della cabina di guida era stato "riparato" dal personale di terra con del nastro adesivo. Alcuni passeggeri in attesa di essere imbarcati avevavo osservato la scena dall’aerostazione con incredulità e hanno scattato alcune fotografie poi pubblicate in Internet. Foto che mostrano due addetti alla manutenzione che stendono del nastro adesivo nero intorno al bordo esterno del parabrezza dell’aereo. Alcuni passeggeri hanno protestato, ma la compagnia irlandese low cost ha deciso di far decollare il velivolo. Venti minuti in volo ed il capitano è stato cosrtretto a richiamare la torre di controllo di Londra per un atterraggio di emergenza: il nastro adesivo applicato sul parabrezza dell’aereo aveva ceduto. 
Ryaniar, la linea aerea low cost che gestisce l’80% dei voli all’aeroporto di Orio al Serio, ci tiene a spegnere le polemiche. Dall’ufficio stampa di Ryanair fanno sapere di "non commentare le questioni tecniche di routine" e che "tutti i voli Ryanair operano in conformità con gli standard di sicurezza approvati da Boeing e CAA/EASA". 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Roberto

    @34.Non ho la pretesa di saperne più di altri , al contrario di tanti che scrivono qui sapendo meno di zero.
    la risposta sta nel commento 28.
    cerchi speed tape ed ha tutte le informazioni necessarie…
    speedtape chiamato anche nastro 600mhp per la sua resistenza alle alte velocità.
    Esistono in commecio collanti industriali che resistono anche a temperature nettamente sotto lo zero.

  2. Scritto da guido

    Si sta perdendo la qualità in tutti i settori solo per fare cassa.
    Veramente deludente
    Nei trasporti è la stessa cosa , le aziende vogliono pagare sempre meno e questo alla lunga incide sulla sicurezza.

  3. Scritto da guga

    E intanto questi continuano a volare sopra le nostre teste con o senza nastro!

  4. Scritto da Marino Foletta

    Il pilota sarebbe stato il primo a esserne vittima, quindi se fosse stato in pericolo non sarebbe nemmeno decollato, a meno che ryanair abbia assunto dei kamikaze….. Sicuramente non e’ il tipo di riparazione che uno si aspetterebbe , ma mi pare che si stia un po’ esagerando….

  5. Scritto da roberto

    come al solito i giudici di internet non si fanno attedere.
    mi spiace che tanti di quelli che scrivono non sanno nemmeno cosa succede in un aereo parcheggiato, in volo o in atterraggio e cosa sia la pressurizzazione.
    Sicuramente la parola scotch non richiama grande sicurezza ma prima di polemizzare sarebbe meglio capire cosa sia stato fatto con questo.
    Sapete se i finestrini sono applicati dall’interno oppure no prima di fare i sapientoni?
    prima di insegnare bisogna imparare:
    http://www.b737.org

  6. Scritto da Giorgia

    Allora il capitano che ha deciso il rientro è stupido e non sa fare il suo lavoro? se il finestrino ballava ballava! non mi intendo di fisica e annessi ma credo che è stata una fortuna che non gli sia esploso in faccia indipendentemente dallo scotch! ma poi non è concepibile che abbiano fatto decollare un aereo con attaccato lo scotch! sul vetro del pilota per giunta!!! e che mega scocciata dalla foto!! SCANDALOSO! gli è andata solo che bene! cioè fra un pò cosa vedremo le ali di legno???? dai

  7. Scritto da paci paciana-no-grazie

    ecco questa è la gente che ci vola/guadagna sopra le nostre teste…..

  8. Scritto da Flaminio

    Se è decollato significa che riteneva fosse una riparazione sicura; successivamente si sarà accorto che non era ben riuscita ed è rientrato. Certamente non si trattava di ordinario nastro adesivo (spero…) ma di ben altre colle e materiali. Dopotutto da tempo la colla è preferita ai rivetti o ad altri mezzi meccanici per unire parti molto sollecitate; in F1 le vetture sono incollate, non ci sono bulloni, viti, dadi, rivetti nelle carrozzerie

  9. Scritto da paci paciana-no-grazie

    ma Flaminio tu ci credi veramente a quello che stai dicendo ?
    ma tu ci saresti salito ?
    nooo ho capito ! sei uno dei dipendendi SACBO che sono prezzolati per scrivere su questo forum ogni qualvolta c’è una notizia NO-ORIO
    ormai è evidente che c’è una direttiva dall’alto in tal senso….

  10. Scritto da alessandra r.

    io di solito non mi esprimo su argomenti che non conosco; e prima di farlo mi informo, mi documento, chiedo in giro. evidentemente non tutti fanno così. bene ha precisato il commento @10, che è quasi inutile perdere tempo a spiegare le cose a chi non le vuole capire.
    preciso solo che la pressione in cabina è quota 2000 m, non quota 0, quindi nessun “risucchio”

  11. Scritto da Flaminio

    per 22: ma davvero credi che il comandante sarebbe decollato per puro spirito suicida se non avesse ritenuto idonea la riparazione? E , se così fosse stato, perchè sarebbe rientrato?

  12. Scritto da prof.acerbis

    a me non interessa se e’ sicuro o no… non sono un tecnico del volo… ma fare un volo, anche di una sola ora, con l’ansia non ha prezzo …

  13. Scritto da Tiberio Cron

    Il succo della questione non è se lo scotch regge a 8 bar o cede a 15 è una questione concettuale e di comportamento.Se io vado a 90 km/ora dove si deve andare a 50 non posso dire che siccome so guidare bene e ho la mercedes non ci sono problemi.Pago la multa e mi tolgono i punti.Un finestrino dell’aereo attaccato con lo scotch è un’irregolarità che non deve consentire il decollo.Finiamola col giustificare le manchevolezze solo quando costituiscono utile per padroni e ricchi.cara Alessandra.

  14. Scritto da andrea

    Riporto quanto comparso sul corriere nei forum:
    Sono un pilota di linea e sono stufo di leggere notizie mal riportate e giudizi da bar sulla Ryanair. è davvero seccante leggere i continui attacchi della stampa italiana nei confronti di una compagnia che – nel bene o nel male – permette a tutti di viaggiare con pochi soldi. Quel nastro adesivo si chiama SPEEDTAPE e viene applicato SOPRA la riparazione fatta con collanti appositi per garantirne una migliore asciugatura COME DA NORMA BOEING. next

  15. Scritto da roberto

    dal commento 16…
    ripubblico il sito che è stato digitato incompleto:
    http://www.b737.org.uk

  16. Scritto da andrea

    continua:
    Lo “scotch” non tiene nulla, semplicemente protegge il collante dall’aria e dall’esposizione diretta alle basse temperature. Senza lo scotch si potrebbe volare comunque in totale sicurezza ma siccome in aviazione i margini di sicurezza, appunto, devono essere molto molto ampi (molto più che sui decantati treni) se una cosa esce da quella che è la normativa, se una cosa non è perfetta semplicemente non si fa. Così il COMANDANTE (e non il capitan Findus) e il primo ufficiale hanno deciso

  17. Scritto da andrea

    continua:
    semplicemente non si fa. Così il COMANDANTE (e non il capitan Findus) e il primo ufficiale hanno deciso di tornare a terra, così da ottemperare alla normativa EUROPEA. La Ryanair facendo ciò ha dimostrato l’opposto di quello di cui la state accusando. SICUREZZA prima di tutto. Sapete quanto costa tenere un aereo a terra? Sapete che un aereo consuma 100kg al minuto di kerosene a bassa quota? Se Ryanair fosse stata “avida” avrebbe continuato il volo, in barba alla normativa.

  18. Scritto da andrea

    ho postato un commento ma se andate sui forum specializzati (oltre che sul sito Boeing) vedrete che questa è una “non notizia” cioè non è stata alcunchè di pericoloso anche se a prima vista la cosa sembra una pazzia.

  19. Scritto da Tiberio Cron

    @31 egr.sig.Andrea Ribadisco quanto già detto.Se le regole sono state seguite e si è tenuto un comportamento prudenziale e corretto non ci sono appunti da fare.D’altra parte l’aereo è rientrato.La piega che ha preso lo scambio di opinioni ha aspetti diversi.La tragedia di Viareggio e molte altre simili ci mostrano come le cose non sempre sono fatte come dovrebbero.La “deregulation” porta a ridurre al minimo le manutenzioni e i controlli per aumentare gli utili, quando succede il patatrac nessuno

  20. Scritto da Tiberio Cron

    dice “è stata colpa mia perché per guadagnare di più ho evitato di fare controlli e manutenzioni o addirittura ho falsato rapporti di controllo”.I morti sono morti e si va avanti per decenni mescolando il torrone nei pentoloni, colpa dell’errore umano, lo scambio, il paletto, ecc…ecc…ecc…..Quello su cui tutti dovremmo essere d’accordo è che le vite umane valgono più di qualunque risparmio o utile che dir si voglia.Quindi il pilota ha fatto bene a rientrare e le regole si rispettano sempre.

  21. Scritto da assurdo

    @16:mah allora visto che lei ne sa più di noi,mi dice che effetto fa su un nastro una temperatura ci circa 50 sottozero,che è poi la temperatura ad altezza volo,e soprattuto resiste alla pressione causata dall’aria contro un oggetto che viaggia a circa 900 kmh?infatti,,come dimostrato,appena l’aereo è arriva in quota,ha dovuto tornare indietro
    21@la vetture di formula uno gareggiano a temperature sempre abbondantemente sopra lo 0,e mai a velocità di o oltre 400kmh

  22. Scritto da chiribbio

    @28:mi scusi,ma le mi dice che si utilizzano supercollanti,e si utilizza l’apparecchio ancora prima che suddetti collanti siano asciugati?io ho sempre saputo che una colla per fare il suo lavoro,deve essere completamente asciutta,altrimenti che tenuta può offrire?sarà andata cosi,cè un guasto,si mette la colla,ma non cè tempo per farla asciugare,quindi si mette sopra l’adesivo,sicuramente l’umidità della colla fresca ha fatto si che l’adesivo non facesse molta presa….sbaglio??

  23. Scritto da il polemico

    p.s>:2 anni fa,partenza da caracas per parigi,il nostro amato boeing all’accesnione dello scaldavivande,faceva saltare tutto l’impianto elettrico dell’aereo,,dopo 3 ore e innumerevoli e vani tentativi di riparazione,si è escluso lo scaldavivande e si è deciso comunque di partire.1 mese prima era caduto aereo di airfrance,non nego che ho avuto un certo timore,avrei preferito cambiare aereo. se pilota ha deciso per atterraggio di emergenza,vuol dire che il collante non ha fatto suo dovere punto

  24. Scritto da Meo Bikiko

    @36 Io da Guaiaquil stavo andando a Bogotà quando il pilota ha comunicato che c’erano problemi e si tornava indietro, poi dopo un 10 minuti nuovo comunicato “problemi risolti,andiamo avanti”.Non le dico con che stato d’animo ho fatto il resto del viaggio immaginandomi il pilota che prende a pugni la strumentazione per far muovere le lancette degli strumenti.Successivamente la “ecuadoriana” pare sia fallita.

  25. Scritto da alessandra r.

    Sul 737 (come su quasi tutti gli aerei moderni) il finestrino è fissato con viti e bulloni dall’interno; anche qualora questi si rompessero tutti, il finestrino resterebbe in sede per via del delta di pressione. Scrivere che “poteva finire in tragedia”, come hanno fatto molti giornali, è un inutile sensazionalismo per attirare lettori. Se fossi avvocato verificherei se ricorrono gli estremi del procurato allarme, art. 658 codice penale

  26. Scritto da Cini Roberto

    @Alessandra si faccia assumere come consulente dalla boeing, se riesce a eliminare tutte le viti e i bulloni dimostrando che non servono risparmieranno un sacco di soldi e le riconosceranno il merito,farà un sacco di soldi,pensi quanti finestrini ha un aereo.Certo che sti ingegneri che progettano gli aerei sono proprio impreparati e non sanno considerare gli utili dell’impresa nella giusta misura, usare viti e bulloni dove potevano essere usate cicche già masticate di recupero giusto per tenere.

  27. Scritto da Ale dai de braa...

    @ 4 Alessandra azionista ryanair:Ale dai de braa…

  28. Scritto da Tom

    “ALESSANDRA R.” un pò di vergona no nè?! Vacci tu su di un Aereo cosi!

  29. Scritto da Marco M.

    @4 @5
    anche perchè se il pilota stesso ha optato per un rientro immediato evidentemente qualcosa di preoccupante ci sarà pur stato, no?

    Confesso che ho provato un brivido nel leggere questa notizia: ho spesso fatto uso di voli gestiti da Ryanair e leggere che si è tentato di RIPARARE IL FINESTRINO DI UN AEREO CON DEL NASTRO ADESIVO (tipo Mc Giver) mi fa riflettere…

  30. Scritto da giobatta

    quando in retro ho centrato col lunotto della sw un contatore del gas, in montagna a ferragosto, ho fatto un bel finestrino con scotch e plastica ed ha tenuto benissimo. solo un po’ di rumore.

  31. Scritto da barba

    Come al solito la disinformazione e il pressapochismo regnano sovrani anche nelle valli bergamasche.
    Come ha giustamente sottolineato Alessandra il finestrino non sarebbe esploso risucchiando il pilota fuori dalla cabina per motivi tecnici che è inutile star qui a spiegare a voi.
    Ciò non toglie che la situazione non fosse delle migliori, bene ha fatto il pilota a rientrare.

  32. Scritto da o'leary santo subito

    30 milioni di passengeri ryan ad orio, altro che nastro adesivo…

  33. Scritto da Simone F.

    @alessandra Si infatti, peccato che la pressione in cabina sia superiore a quella esterna e quindi se non ci fossero quegli “inutili” bulloni il finestrino salterebbe come il tappo dello spumante.

  34. Scritto da mario59

    Sembrerebbe una barzelletta… fosse vero, andrebbero arrestati e processati i responsabili, con l’accusa di tentata strage.

  35. Scritto da il polemico

    @esagerata,può darsi che il finestrino rimanga al suo posto in caso di rottura viti,ma se per caso si dovesse scheggiare ed entrare aria,la differenza di pressione che c’è ad alta quota rischia di disintegrare l’aereo,nessun allarmismo ingiustificato,questa dovrebbe essere la realtà.lei salirebbe su un aereo scocciato??mi associo al commento 5,per risparmiare e sfruttare l’effetto delta,eliminiamo le viti,e che il finestrini rimangano attaccati a pressione aria

  36. Scritto da dc

    Han provato col nastro americano ? tiene meglio… :-)

  37. Scritto da la pinota

    Probabilmente anzichè utilizzare nastro adesivo di primaria marca , hanno utilizzato nastro low cost……

  38. Scritto da egidio

    per ALBERTO: è il tuo aereo preferito. Ciao