BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Italiani, popolo di gamers sociali

Ecco i risultati di un sondaggio di Aesvi sugli italiani ed i videogiochi: il titolo per eccellenza è Super Mario, mentre per molti l'attività videoludica ha forti componenti sociali.

Più informazioni su

L’Associazione editori software videoludico italiana (Aesvi) ha pubblicato i risultati di un sondaggio rivolto agli italiani sul tema dei videogiochi e svolto in occasione della Gamers Week, il primo consumer show italiano a loro dedicato che si terrà a Milano dal 4 al 6 novembre. Il popolo dei giocatori del Bel Paese non ha dubbi: il Videogioco per eccellenza per il 45% degli intervistati è “Super Mario”, il platform dedicato all’idraulico italoamericano in tuta da lavoro blu e con il cappello rosso con il simbolo “M”. A seguire, troviamo altri pezzi di storia dell’intrattenimento digitale: "Pac-Man" (con il 20% delle preferenze) e "Tetris" (con il 12%). Il sondaggio mette anche in luce le abitudini degli italiani in campo videoludico: 3 utenti su 4 giocano abitualmente online, di cui il 67% cercano la competizione o la cooperazione nei multiplayer, mentre solo l’11% sceglie la via del lupo solitario. A conferma di quest’indole sociale, il gioco in compagnia è scelto dal 41% degli utenti, soprattutto con amici (23%) tra le mura domestiche, grazie alla diffusione delle console fisse che campeggiano nei salotti di casa del 65% dei rispondenti. Per quanto riguarda i generi, il podio è occupato dai giochi di azione e avventura (31%), seguiti dai giochi di ruolo (23%) e dagli sparatutto (22%). Dall’indagine emergono inoltre interessanti differenze tra i videogiocatori delle diverse aree geografiche d’Italia: al sud e nelle isole si gioca soprattutto il pomeriggio, mentre al nord e al centro lo si fa prevalentemente di sera e a volte anche la notte. Se gli amici sono i compagni di gioco preferiti da tutti, quando si gioca in famiglia al nord e al centro si sceglie di farlo con il partner (oltre il 25%), al sud si preferiscono invece fratelli e sorelle (79%).

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.