BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Rita” Op??ra-comique musica di Gaetano Donizetti.

Da venerd?? 21 ottobre al 20 aprile al teatro San Giovanni Bosco di Colognola il Circolo musicale Mayr Donizetti mette in scena la 37^ stagione Operistica

Più informazioni su

Da venerdì 21 ottobre al 20 aprile sempre di venerdì alle 21 al teatro San Giovanni Bosco di via San Sisto a Colognola il Circolo musicale Mayr Donizetti mette in scena la 37^ stagione Operistica.  
Si parte venerdì 21 ottobre con "Rita" Opéra-comique in un atto. Musica di Gaetano Donizetti. Interpreti Gabriella Locatelli, Giovanni Guerini e Livio Scarpellini. Concertatore al pianoforte Daminano Maria Carissoni, regia di Giovanni Guerini e Valerio Lopane.
Nel corso della serata sarà presentata ufficialmente la 37ª stagione operistica del Circolo musicale Mayr-Donizetti. Ingresso libero.
Composta nell’estate del 1841, Rita fu rappresentata per la prima volta solo dodici anni dopo la morte del suo autore. Il sottotitolo Deux hommes et une femme, che evi-denzia l’intero cast di questa brillante farsa, è quello che Donizetti stesso appose in testa al manoscritto autografo della partitura. L’opera ha goduto di una certa noto-rietà, con il libretto in traduzione italiana, soprattutto dopo l’allestimento alla Picco-la Scala di Milano (1965).  Atto unico.
La vicenda si svolge nella locanda di Rita, tirannica e manesca sposa del timido Beppe. La vita della coppia è sconvolta dall’inaspettato arrivo di Gasparo, il primo marito di Rita, che tutti credevano morto annegato e che era in realtà fuggito in Ca-nada; Gasparo, che a sua volta crede Rita morta in un incendio, è ritornato per avere il certificato di morte della moglie e quindi potersi risposare.
Quando i due si incontrano, Gasparo tenta di fuggire, ma Beppe, che intravede l’occasione di liberarsi dagli schiaffoni di Rita, sostiene essere Gasparo il legittimo marito della sua attuale consorte.
I due uomini decidono allora di affidare al gioco della morra la scelta su chi debba re-stare a fianco di Rita. Entrambi cercano di perdere, ma alla fine il vincitore risulta Gasparo.
Rita, però, che non di rado subiva la mano pesante di Gasparo, non vuole saperne di tornare a essere sua moglie. Gasparo, fingendosi privo di una mano, provoca Beppe finché quest’ultimo dichiara il suo amore per Rita e la sua ferma intenzione di rima-nere suo sposo; lo scaltro Gasparo, ottenuto così il suo scopo, prende congedo dalla coppia riconciliata.
Gli otto numeri dai quali è costituita la partitura di Rita (tre arie, tre duetti e il ter-zetto conclusivo), collegati tra loro da dialoghi parlati secondo la tradizione dell’opéra-comique, evidenziano la finezza di tratto caratteristica del Donizetti comi-co. Secondo WILLIAM ASHBROOK, «Rita è (…) un lavoro smilzo ma, nel suo aspetto assolutamente senza pretese, non è meno accattivante della simpatica bigamia del titolo».
Per info e prenotazioni: www.mayrdonizetti.altervista.org
tutti i giorni, dalle ore 13 alle ore 16, tel. 035 315854 – mayr.donizetti@gmail.com Assessorato alla Cultura, Spettacolo, Identità e Tradizioni Assessorato alla Cultura.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.