BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Alta quota” rinuncia al rilancio di Piazzatorre

Due stagioni con bilanci in rosso: sembra essere questo il motivo che ha indotto ???Alta quota??? a fare un passo indietro, rinunciando al progetto di rilancio della stazione sciistica.

Più informazioni su

Due stagioni con bilanci in rosso: sembra essere questo il motivo che ha indotto “Alta quota” a fare un passo indietro, rinunciando al progetto di rilancio della stazione sciistica di Piazzatorre. L’amministratore della società, Marco Vigani, sottolinea però come, al di là della scelta di non investire, non ci sia alcuna intenzione di arrestare lo sviluppo del paese che, da circa quattro anni, sta pensando al rilancio turistico. L’imprenditore si è infatti dichiarato disposto a vendere, o a cedere in comodato d’uso gratuito, gli impianti di Torcola Vaga e Torcola Soliva (unificati lo scorso anno) al Comune. Dal sindaco Michele Arioli non arriva alcuna dichiarazione e, del resto, sembra poco plausibile che l’amministrazione comunale possa, da sola, prendere in carico le seggiovie. Gaetano Bonetti, presidente dell’Ufficio turistico di Piazzatorre non nasconde la delusione: tempo e denaro (il progetto iniziale prevedeva investimenti di circa 55 milioni di euro) spesi invano, dal 2007 ad oggi. E la stagione sciistica, ormai vicina, pare seriamente a rischio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giorgio57

    Siamo finalmente arrivati al dunque; senza sviluppo edilizio gli impianti e le piste non stanno in piedi, non si mantengono nemmeno per i loro costi. Quella dello sci da discesa è un’ industria che DEVE ESSERE SOVVENZIONATA altrimenti muore. Come ??? O facendo contribuire i proprietari delle seconde case che si svalutano se la stazione chiude, o con altri finanziamenti pubblici (ma penso che i paladini del libero mercato inorridiscano ?) o riconvertendo le 2 case a strutture ricettive produttive

  2. Scritto da maria@maria

    non cè nulla di nuovo sotto il sole,siete in buona compagnia,ricordate foppolo grande investimenti. grandi progetti… e che dire di s.pellegrino.. hotel a 7 stelle. grande buca niente progetti definitivi ….ma ..vuol dire che in valle brembana siamo un po pirla?

  3. Scritto da A.Z. Bg

    A Piazzatorre si parla,si parla,ma non si conclude mai un tubo,con danni alla loro economia ed ai possessori delle case per le vacanze.Inverno o estate l’è sèmper istèss.