BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Attenti al mutuo: tassi alti e possono aumentare

L'euribor ?? basso, ciononostante gli interessi per chi acquista una casa sono alti e se l'euribor, come probabile salir??, cresceranno anche le rate degli acquirenti. Raccontaci la tua esperienza.

Più informazioni su

La crisi finanziaria che investe l’Europa ha effetti molto negativi per le imprese e per le famiglie italiane.
Le banche italiane stanno trovando molte difficoltà a reperire liquidità sui mercati in quanto il rischio Italia viene ritenuto reale e problematico dagli investitori internazionali.
Questa situazione si traduce in un forte aumento dei tassi per la clientela.
Chi si avvicina ad un mutuo per l’acquisto della casa deve ipotizzare tassi nell’ordine del 5% con il parametro di riferimento euribor al 1,60 %; in questi giorni si sente notizia di richieste anche maggiori.
Il parametro euribor, che è il tasso di interesse con cui le banche si scambiano soldi, è storicamente a livelli bassi ed è probabile che prima o poi prosegua il suo rialzo verso i livelli degli anni 2007/2008 quando oscillava tra il 4 ed il 5%. In tale situazione, tutt’altro che improbabile, un mutuo acceso oggi potrebbe costare anche il 7 o il 8%!!
Una soglia davvero insostenibile per le famiglie che vogliono mettere in cantiere l’acquisto della casa o di altri beni durevoli.
Naturalmente le banche stanno approfittando della situazione di tensione sui mercati per sistemare bilanci che non sono brillanti a spese dei consumatori e delle imprese; trasferiscono su tutti i prestiti ove possono modificare il tasso con una semplice comunicazione scritta (sono circa il 50% del totale) gli aumenti del costo della loro provvista che riguarda solo una parte marginale dei depositi. Ottica miope in un momento di così alta tensione economica.
Il mercato dell’edilizia vede peggiorare i già foschi scenari mentre si allontana la fine della crisi.
Consigli per chi vuole contrarre un mutuo in questi momenti:
optare per il tasso fisso od in sostituzione concordare un tasso che resti fisso anche nel caso il parametro di riferimento euribor cresca sino alla soglia del 4%
Consiglio per tutti coloro che hanno depositi:
le banche stanno pagando nuovi depositi, li chiamano denaro fresco, sino al 4 % annuo; fate rinfrescare anche i vostri risparmi minacciando di rivolgervi altrove, oppure rivolgendovi ad altro Istituto bancario.
Saremo contenti se segnalerete nei commenti od alla redazione la vostra attuale esperienza in merito: potrebbe essere d’aiuto ad altri lettori.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da libero

    sale l euribor ?
    altro che recessione
    molti non pagheranno il mutuo e le banche che se ne fanno di tutte queste case invendute senza piu compratori
    meglio che scenda se no default!!!

  2. Scritto da mau

    ad integrazione delle giuste osservazioni sui tassi variabili, mi permetto suggerire di richiedere sempre e valutare l’opzione CAP con la quale si può stabilire già alla firma del mutuo pure di 20/30 anni quale sarà il tetto massimo non superabile del tasso anche se l’euribor trimestrale volge all’aumento

  3. Scritto da Un correntista

    Un’osservazione puntuale e competente. E’ vero le banche stanno sistemando i loro (non brillanti) bilanci facendo pagare più spese ai propri clienti. Una follia.

  4. Scritto da Marcello R.

    Una banca cittadina ha proposto fino al 6% annuo per un nuovo deposito. C’è da allarmarsi sullo stato di salute di questo stimato istituto di credito?

  5. Scritto da Ernesto

    Lavoro in banca e lancio una provocazione: siamo proprio certi che io la mattina mi svegli con l ottica di vessare i miei clienti e obbligarli sempre e comunque a fare operazioni inconsapevoli? L inconsapevolezza,chissà come mai,sorge quando il cliente e’ in perdita, altrimenti se guadagna allora ha fatto la scelta giusta. Di “chiappe” ne ho salvate e ne salvo tante, facendo la BANCA. Sono i promotori che guadagnano sulle sfighe altrui, il mio stipendio non cambio neanche con i salti mortali.