BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Arrestati i rapinatori di Borgo Palazzo, uno faceva il guardiano

Presi a Brindisi due trasfertisti delle rapine: Luigi Blasi, 27 anni, e Emilio Mela, 38 anni. Avevano colpito il 30 settembre a Bergamo: bottino da 100 mila euro. Il secondo faceva da custode in un campo.

Più informazioni su

La Squadra mobile di Bergamo, in collaborazione con i colleghi poliziotti di Brindisi, ha arrestato nella serata del 18 ottobre due pugliesi di 27 e 38 anni, ritenuti responsabili della rapina del 30 settembre alla gioielleria Marchesi di Borgo Palazzo, dove erano stati bloccati e chiusi in bagno il titolare e la commessa. I due malviventi, Luigi Blasi ed Emilio Mela, sarebbero stati riconosciuti per segni particolari che non erano sfuggiti alle vittime della rapina: uno aveva un tatuaggio a forma di "K" sul collo, l’altro aveva agito con un braccio ingessato. Dettagli non da poco, aggiunti all’accento meridionale dei due rapinatori. La Squadra Mobile di polizia, solo sulla base di quegli indizi, ha avviato le sue indagini. Le telecamere a disposizione nella zona, infatti, non erano attive. Un confronto sulle persone con precedenti di polizia ha portato gli investigatori di Bergamo fino a Brindisi, dove c’è stato un primo riscontro positivo sull’uomo con il braccio ingessato, ovvero Emilio Mela (che ha tolto il gesso l’11 ottobre) che spesso si accompagnava a Luigi Blasi, più giovane di lui. Secondo le prime informazioni entrambi avevano già ricettato la merce rubata, per un valore di 100 mila euro. Anche la pistola utilizzata per minacciare il titolare non è stata trovata. Luigi Blasi, al momento dell’arresto, usciva da un quartiere piuttosto malfamato di Brindisi. Emilio Mela stava invece lavorando come guardiano in un campo con pannelli fotovoltaici, per conto di un istituto di vigilanza. Lavorava da custode non armato.

(nella foto il dirigente della Squadra mobile di Bergamo Gianpaolo Bonafini)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.