BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pedro, l’addio a Loreto “L’anima non muore mai” fotogallery

Colma di giovani bergamaschi e di tante famiglie boliviane la chiesa parrocchiale per i funerali dello studente morto in moto. Sulla bara palla ovale e maglia del Rugby Bergamo.

Più informazioni su

"Uno di voi mi ha chiamato, ieri sera, con sofferenza, per dirmi: "Mi manca Pedro". Devo dire che dopo tanti anni, mai come in questa situazione anche io ho avuto paura, tanta paura": le parole di don Pietro Guerini, curato di Loreto fino a due mesi fa, sono risuonate nella parrocchiale colma di famiglie boliviane e di tanti giovani bergamaschi, durante i funerali di Pedro Peredo, 18 anni, lo studente boliviano morto sabato sera in moto in via Zanica, mentre tornava a casa. Il curato si è rivolto direttamente a Sandra, Osvaldo e Lucas, la mamma, il papà, il fratellino di Pedro, che a Loreto hanno abitato fino all’anno scorso, prima di trasferirsi a Zanica. E l’intera parrocchia si è stretta attorno a loro.
Tanti gli sguardi rivolti ai familiari, tanti gli sguardi a quel feretro pieno di fiori sul quale campeggiava una delle più grandi passioni di Pedro: una palla ovale, quella da rugby, accompagnata dalla maglia giallo rossa del Rugby Bergamo, dove ormai giocava da tre anni e si era conquistato un posto da titolare, con la sua capacità di stare nella mischia e di metterci tanta passione.
Non aveva dimenticato la sua prima casa bergamasca, Pedro, proprio a Loreto, il quartiere della città dove gli immigrati boliviani sono storicamente in molti. "E ce lo ricordiamo bene – ha detto don Pietro – venire qui ogni sera, su e giù da Zanica, sempre pronto a coprire questa distanza per venire qui, tra i suoi amici. L’amicizia si misura anche dalle cose concrete". Pedro di segni concreti ne aveva dati, lo si è visto sui volti di centinaia di amici, ai funerali, e in quello striscione fuori dal sagrato della chiesa parrocchiale: "L’anima non muore mai".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.