BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Identità italiana e prospettiva europea

Due giornate internazionali di Studi per approfondire i temi del processo unitario, a cura del Dipartimento di Lingue letterature e culture comparate dell'Università degli Studi da martedì 18 ottobre

Più informazioni su

Giornate internazionale di Studi a cura del Dipartimento di Lingue letterature e culture comparate
Bergamo, Università degli Studi  martedì 18 ottobre, Sala dei Giuristi, Palazzo della Ragione, Piazza Vecchia e mercoledì 19 ottobre, aula 3, Università di Bergamo, sede di via Salvecchio. L’immagine dell’Italia nelle definizioni più comuni, a volte caustiche, a volte suggestive «corrotta» e priva di un centro per Leopardi, «cerchio magico» per Goethe, «terra dei morti» per Lamartine – mette in evidenza altre Italie.
L’incontro di Bergamo, inteso a coinvolgere studiosi delle letterature straniere in un confronto su
temi e problemi del Risorgimento, intende contribuire ad una lettura del processo unitario e alla
definizione dell’identità italiana dalla prospettiva europea.
Al convegno interverranno studiosi di letteratura anglosassone, francese, italiana, russa, spagnola,
tedesca e nipponica. Tra gli altri parteciperanno: John Lindon, curatore, nell’edizione nazionale,
dell’ultimo volume delle lettere di Foscolo dall’Inghilterra; Amedeo Quondam, già Presidente
dell’Associazione degli italianisti italiani (ADI); Abelardo Linares, il maggiore editore spagnolo
che pubblicherà in Spagna le opere di Garibaldi.
Il 18 ottobre, alle 18, alla GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea
(via San Tommaso, 53), la Tavola rotonda coordinata dalla Professoressa Matilde Dillon
Wanke. A seguire, il direttore della GAMeC, Giacinto Di Pietrantonio, presenterà la mostra Il
Belpaese dell’arte. Etiche ed estetiche della Nazione e i partecipanti al convegno verranno invitati
alla visita guidata della mostra. Nei giorni 21 e 22 ottobre il convegno proseguirà a Roma, all’Università di Roma La Sapienza, dove interverranno altri studiosi per fornire una lettura del nostro Risorgimento secondo diverse prospettive straniere (austriaca, ungherese, portoghese, greca, svizzera, polacca statunitense).  www.unibg.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.