BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Fine di un’epoca, l’Eta d?? l’addio alle armi

L'organizzazione terroristica, che si batte per l'indipendenza del popolo basco, ha annunciato la fine della lotta armata.

Più informazioni su

Dopo quasi mezzo secolo di attività e 829 vittime, l’Eta sembra decisa ad abbandonare la lotta armata. Nata nel 1959, l’organizzazione terroristica che si batte per l’indipendenza del popolo basco si è resa responsabile di migliaia di rapine, delitti, estorsioni ed agguati. Ora, a distanza di 43 anni dal primo attentato, in cui fu uccisa la guardia civile Josè Pardines, si prepara a deporre le armi. A sostenerlo è un dirigente del Partito nazionale basco che sottolinea che la decisione presa, definitiva e irreversibile, sarà resa pubblica nei prossimi giorni. Dopo l’attentato del dicembre 2006 all’aeroporto di Madrid, il gruppo terroristico ha sospeso ogni attività, avviando un dibattito interno che ha portato, nel mese di gennaio, alla stesura di un documento che annunciava la fine della lotta armata. Lo scioglimento, determinato dall’incapacità della dirigenza di cogliere il senso di alcuni cambiamenti politici e sociali, è stato favorito anche da un complesso lavoro di mediazione a cui hanno preso parte alcuni personaggi importanti: Kofi Annan, ex segretario generale dell’Onu, l’avvocato sudafricano Brian Currin, Jonathan Powell, capo di Gabinetto dell’ex premier Tony Blair, e Bertie Ahern. Proprio l’ex primo ministro irlandese, durante la conferenza internazionale per la pace tenutasi a San Sebastian nella mattinata del 17 ottobre, si è rivolto direttamente al’Eta, invitando l’organizzazione ad un confronto con i governi spagnolo e francese.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.