BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Addio ad Andrea Zanzotto, poeta del Novecento

Si è spento all'età di 90 anni, nella cittadina del Veneto dove ha sempre vissuto, uno dei più lucidi esponenti della poesia contemporanea italiana

Il poeta Andrea Zanzotto è morto nel mattino di martedì all’ospedale di Conegliano (Treviso) dove era stato ricoverato nella giornata di lunedì per complicazioni respiratorie: il poeta – considerato uno dei grandi protagonisti della seconda metà del Novecento – aveva da poco compiuto 90 anni. Venerdì 21 ottobre saranno celebrati i funerali nel Duomo di Pieve di Soligo, la città che amava, dove era nato e dove aveva sempre vissuto.

Zanzotto era nato il 10 ottobre del 1921, era attivo fin dagli anni Cinquanta. Insegnante prima e poi partigiano nelle file di Giustizia e Libertà, nel dopoguerra collaborò anche con il cinema come sceneggiatore. Le ultime opere saggistiche risalgono agli anni Duemila. Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, appresa la notizia della scomparsa di Andrea Zanzotto, «profondamente addolorato ha espresso in un messaggio la sua commossa partecipazione al cordoglio dei famigliari e di quanti lo hanno avuto caro».  Anche Napolitano ha sottolineato il forte rapporto dell’autore con la terra in cui era nato e di cui si era fatto interprete: «La terra veneta e l’Italia perdono un grande figlio, un interprete sensibile dell’esperienza di vita e dei sentimenti del suo popolo, una personalità civilmente impegnata nella difesa del patrimonio culturale e dei valori nazionali della nostra Italia». Messaggi di cordoglio sono stati pubblicati anche da numerosi intellettuali, tra cui spicca l’attore-autore teatrale Marco Paolini, che all’opera di Zanzotto si era ispirato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.