BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ecosistema urbano, Bergamo risale al 27° posto

Negli ultimi anni una continua altalena per Bergamo nella classifica di Legambiente pubblicata da "IlSole24Ore". L'aria è inquinata, il recupero dei rifiuti funziona.

Più informazioni su

Rappresenta ogni anno una sorta di altalena, per Bergamo, la classifica di "Ecosistema Urbano", basata su dati di Legambiente e pubblicata da "IlSole24Ore". Quest’anno, tra le città italiane medie (tra 80 mila e 200 mila abitanti) Bergamo è al 25° posto, dopo il 38° dell’anno scorso. Nel 2009 era al 41° e quello prima ancora al 20°.
Nonostante il recupero di posizioni per Bergamo non mancano le note dolenti, ad esempio sulla qualità dell’aria. La città è trentaquattresima su 39 per le polveri sottili, quarantesima, all’ultimo posto, per emissioni pericolose, in particolare il biossido d’azoto, trentanovesima su 40 per il rischio ozono. Numeri spaventosi quindi, nel quadro delle città medie, ai quali fa da controaltare il buon atteggiamento bergamasco in ambito "rifiuti": Bergamo è al settimo posto su 44 per il recupero dei rifiuti, ovvero per la raccolta differenziata, al 12° su 44 per la produzione pro capite di rifiuti.
Per il resto l’incidenza delle auto resta alta rispetto al trasporto pubblico, anche se i viaggi di ogni abitante su mezzi pubblici, calcolati sull’anno, piazzano il capoluogo bergamasco all’ottavo posto su 42.
Le aree verdi e in generale la fruibilità della città meritano un capitolo a parte. Secondo "Ecosistema Urbano" la città di Bergamo è al 26° posto su 42 per quanto riguarda il verde "pro capite", sale al terzo posto per l’estensione totale delle aree verdi. E’ invece molto scarsa, ovvero 41esima su 43, per le isole pedonali e al 10° posto per l’estensione delle zone a traffico limitato in rapporto al numero di abitanti. I bergamaschi, infine, non badano a spese di corrente, in casa: sono al 40esimo posto su 44 per l’utilizzo degli interruttori domestici.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Amorino Fausto

    Solo per precisare che nel confronto del punteggio con gli anni precedenti (fra tutte le 103 città capoluogo) la nostra città perde 15 posizioni in quanto sarebbe 51a.
    Bergamo è 27a fra le città medie grazie al giusto criterio introdotto quest’anno di separarle dimensionalmente.

  2. Scritto da Maria Antoinette

    Non servono le classifiche per rendersi conto della realtà. Basta girare un po’ l’Italia per fare una valutazione comparata. Bergamo ha perso la propria vivibilità: non è una città per famiglie. Lo capisci quando devi fare la gimcana in bicicletta tra i suv parcheggiati sulle (pochissime) piste ciclabili o quando sei in coda fuori dal tunnel della Conca d’Oro perché le mamme parcheggiano NELLA rotonda di viale delle mura per accompagnare i figli a scuola. 2 esempi, ma ce ne sarebbero molti altri

  3. Scritto da Lega per l'ambiente

    Per Amorino, legga bene il rapporto in quanto i dati non sono confrontabili tra le diverse dimensioni di Città perchè fatti in maniera diversa.
    Se si confrontano i vari indicatori considerati nel rapporto per Bergamo sono quasi tutti migliorati rispetto all’anno 2009.
    In più si evidenzia il cambio di rotta in quanto per la prima volta Bergamo è sul podio per la pianificazione delle politiche ambientali e per le politiche energetiche oltre per l’estensione del verde.