BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Credito Bergamasco, nel Cda entra Enrico Fusi

Laureato in economia e commercio, commercialista e con una vasta esperienza nel mondo bancario sostituisce il dimissionario Antonio Percassi.

Più informazioni su

E’ ufficiale: nella seduta di lunedì 17 ottobre il Consiglio di amministrazione del Credito Bergamasco (Gruppo Banco Popolare) ha deliberato l’ingresso nella propria compagine di Enrico Fusi.
Fusi, primo fra i non eletti dell’unica lista presentata in occasione del rinnovo del Consiglio di amministrazione del Credito Bergamasco avvenuto con assemblea dei soci il 16 aprile 2011, sostituisce Antonio Percassi che si è dimesso lo scorso 27 settembre. 

Una vasta esperienza nel mondo bancario
Enrico Fusi, 56 anni, originario di Vailate, in provincia di Cremona, dopo essersi laureato in Scienze economiche e bancarie all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano ha lavorato per la società di revisione "Arthur Andersen & Co".
Iscritto all’Albo dei dottori commercialisti e al Revisore dei Conti svolge l’attività professionale come partner in uno studio associato di dottori commercialisti.
Nel 2008 ha ricevuto l’incarico di direzione dell’Istituto Toniolo di Milano.
Ricopre numerose cariche in società finanziarie e commerciali e nel settore della sanità, tra queste si ricordano il ruolo di consigliere di amministrazione in Signa Fiduciaria Srl ed Avalon Spa; di amministratore unico di H2 Srl, Passo della Mendola Srl e Monte Mario 2000 Srl; di presidente del collegio sindacale di Al.Gio. Spa; di sindaco effettivo in Cornucopia Investimenti Srl, Synlab Italia Srl, Essetre Spa ed Avalon Energia Spa.
E’ consigliere della Fondazione della Comunità Bergamasca Onlus e della Fondazione Museo di Palazzo Moroni.
In ambito bancario Enrico Fusi è stato consigliere di amministrazione di Cariplo Spa (1991-1998)
ed ha rivestito numerosi incarichi di amministratore in diverse società di quel gruppo (tra cui Mediocredito Lombardo, Cassa di Risparmio di Massa Carrara, Cassa di Risparmio di La Spezia, Cassa di Risparmio di Foligno, Agenzia Vita, Fondo Pensioni Cariplo).
Dal 1992 al 2008 ha fatto parte del consiglio di amministrazione di Mediofactoring – Gruppo Bancario Intesa, ricoprendo dal 1995 la carica di Presidente.  
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da critico

    una carriera fatta solo e soltanto grazie alla politica, dove per altro quando in prima persona ha dovuta esporsi, non ha mai, mai mai brillato. zonca che era con lui nella stessa lista alle elezioni amministrative forse festeggera’. gli azionisti un po’ meno…

  2. Scritto da conosco bene

    ecco un professionista delle poltrone nei consigli di amministrazione, preferibilmente banche. Incredibile…

  3. Scritto da antonio

    urca che invidiosi. Non sarà che un po’ di esperienza e professionalià ce l’abbia l’Enrico Fusi? O forse solo i vostri curricula sono frutto di fatica e quelli degli altri frutto di amicizie…

  4. Scritto da rita, colognola

    anch’io conosco bene l’ex assessore alla cultura: nessuno può dire che abbia fatto peggio dell’attuale, anzi aveva una visione intelligente di bergamo.

  5. Scritto da marilena

    l’ho conosciuto quando, giovane, lavorava per arthur anderson ed era simpatizzante dc, educato ma non volitivo, più gregario che capo. Con tutto il rispetto per la persona, anch’io penso che gli incarichi siano un po’ troppi, mi domando se la notte dorme.. mi creda antonio 5, non è questione di invidia ma di dubbi sulla reale possibilità per fare tante cose bene.

  6. Scritto da marilena

    scusate il refuso, andersen non anderson!

  7. Scritto da antonio

    dubbi legittimi marilena, ma lei sa chi c’è nel credito bergamasco? Io dico meglio fusi di percassi

  8. Scritto da il potere

    come fa una sola persona a ricoprire tutti questi incarichi che ha leggendo l’articolo…….e quanto prende al mese? e adesso un’altro nuovo…..mi sembra un’esagerazione…..o altrimenti aveva del tempo libero da colmare!

  9. Scritto da Memoresdomini

    Quanti begli incarichi…farà il collezionista o è solo un politico di lungo corso?