BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Assunzioni all’ospedale, il caso in Regione

Interrogazione dell'Idv e question time del Pd in Consiglio Regionale sulle assunzioni all'ospedale di Treviglio, contestate per favoritismo.

Più informazioni su

Il 18 ottobre in occasione della riunione del Consiglio regionale, l’assessore alla sanità Luciano Bresciani risponderà al question time del Partito democratico e all’interrogazione dell’Italia dei Valori riguardo al contestato concorso per l’assegnazione degli incarichi per l’ospedale di Treviglio. La richieste nascono dalla constatazione che – come BergamoNews aveva già riportato lo scorso agosto – tra le sette persone che si sono aggiudicate il suddetto concorso risultano esserci la cantante della Band Distretto 51 (il noto gruppo musicale del Ministro Roberto Maroni), un giovane di Broni – il paese di provenienza dell’attuale Direttore Generale dell’azienda ospedaliera di Treviglio, Cesare Ercole (Lega) – e la socia di un srl che lavora spesso, nell’ambito della comunicazione, con la Regione Lombardia e altri enti amministrati dalla Lega. Partendo da queste considerazioni, i membri dell’Idv riportano l’attenzione dell’aula regionale sulla questione della meritocrazia e della trasparenza nei concorsi pubblici. Il consigliere Idv Gabriele Sola (primo firmatario dell’interrogazione) chiede all’assessore Bresciani il suo giudizio sull’assegnazione degli incarichi all’ospedale bergamasco e le modalità con cui si adopererà affinché d’ora in avanti, nei concorsi, vengano privilegiati gli elementi oggettivi (a cominciare dalla valutazione di percorso di studi e curriculum) rispetto a quelli soggettivi (nel caso di Treviglio, ad esempio, il semplice colloquio). “La collega canora di Maroni” ricorda Sola “ad un punteggio bassino riferito ai titoli (3,8 su 20) si vide aggiungere il massimo (pari a 50 punti) per la prova orale. Exploit che le permise di balzare in cima alla classifica, e non mi riferisco a quella della hit parade… Nella nostra interrogazione chiediamo all’assessore Bresciani se abbia avuto modo di prendere in esame questa ‘stranezza’ e se ritenga che nel concorso in questione siano state rispettate correttamente le procedure, sia in ordine alla composizione della commissione sia, appunto, nella stesura della graduatoria”. Caso simile è stato quello del giovane di Broni: partito dal punteggio più basso per titoli di studio e curriculum rispetto agli altri candidati, ha poi ottenuto il massimo punteggio al colloquio, con la parola del Direttore Cesare Ercole a supportare il suo possesso dei requisiti. A fronte di questi casi, possibili segnali di un preoccupante fenomeno che potrebbe espandersi oltre il caso di Treviglio, Sola invita “l’assessore a meditare sui criteri di selezione che oggi regolano i concorsi. A nostro parere, basterebbe privilegiare gli elementi relativi al percorso di studi ed alle esperienze professionali rispetto al semplice colloquio. Verrebbero limitati, così, insidiosi spazi di valutazione discrezionale”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da iana

    la lega combatte i privilegi di roma ladrona e del sud, ma a casa sua, fa le stesse cose e tutti zitti se no via!

  2. Scritto da pierangelo

    Ercole aveva già adottato metodi simili nell’accordarsi direttamente con il comune di Brembate Sopra per il trasferimento dei poliambulatori di Ponte S.Pietro, ignorando e fregandosene delle opinioni della stragrande maggioranza dei comuni dell’Isola e del parere contrario addiruttura del Consiglio Provinciale. “Padroni a casa nostra” è inteso come a casa loro?

  3. Scritto da e

    Anche se sembrano parole al vento, meglio ci sia qualcuno che le ripete.
    Qualcun altro le recepisce. I cittadini che votano.
    Bene, Sola.

  4. Scritto da yauuuuuuuuuuuuuuuuuu

    l’ospedale ha pilotato il tutto, guardate gli esiti delle prove, dove carta canta era dietro di tanto, nell’orale è risultata la migliore in assoluto scavalcando quella che in scritto aveva preso il doppio di lei, ma si sà c’è orale e orale ………………

  5. Scritto da sleghista

    Non c’è da meravigliarsi, questi sono i “metodi leghisti”, li avete votati??? Teneteveli!!