BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

???Tutte le moto in regola Il blitz una forzatura???

Alessandro Comotti, direttore sportivo del Motoclub Treviglio e tecnico federale, tiene a precisare come sono andate le cose e lo spirito con cui gli appassionati affrontano questo sport.

“Le moto sono tutte in regola, in una gara importante come quella di domenica scorsa controllano tutti i documenti”. Bergamo è la capitale del motociclismo enduro. Lo dice la storia di questo sport, di cui sono protagonisti decine di centauri bergamaschi dagli anni settanta ai giorni nostri. Il blitz della Guardia Forestale a Castiglion fiorentino, dove sono state sequestrate una ventina di moto e denunciate nove persone dopo la contestazione agli agenti (leggi l’articolo), divide l’opinione pubblica. Alessandro  Comotti, direttore sportivo del Motoclub Treviglio e tecnico federale, tiene a precisare come sono andate le cose e lo spirito con cui gli appassionati affrontano questo sport. Comotti interviene anche per smentire le voci che indicavano il bergamasco denunciato come appartenente al suo Moto club. “Noi siamo andati con otto motociclisti – spiega – e non abbiamo avuto problemi. Ma ci è andata bene, perché avevamo preso molte precauzioni sulla questione targhe. Chi l’ha montata male l’ha persa ed è stato sanzionato con il sequestro. Non è una questione di voler trasgredire le leggi, anche perché tutte le moto che partecipano alla gara sono controllate e identificate dal numero. Molti non montano la targa perché cade facilmente e in caso di smarrimento il mezzo va reimmatricolato dopo aver presentato denuncia ai carabinieri. In tutta Europa è concessa la fotocopia della targa in dimensioni ridotte. Non a caso la federazione sta studiando una targa supplementare alternativa per questo tipo di manifestazioni. Quando usciamo con i ragazzi in allenamento e capita che i carabinieri ci fermano mostriamo tutti i documenti, le targhe riposte nello zaino e la cosa si conclude con una stretta di mano. Qui invece sembra che i controlli siano stati un po’ forzati. L’elicottero come precauzione ci poteva anche stare, per evitare incidenti con i cacciatori. Però utilizzarlo per identificare i motociclisti è sembrato un po’ troppo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sport?

    Chiamamtelo come volete. Ma non chiamatelo sport! E’ un insulto ai veri sportivi

  2. Scritto da @27

    vinci il premio per il commento più insensato, sbagliato ed inutile.complimenti.

  3. Scritto da gigi

    X 24 Ahahah! Buongiorno, vorrei segnalarvi la targa di un furgone posteggiato !

  4. Scritto da Marco

    @ 23 Andrò domani, come da anni faccio tutte le settimane.
    Andrò come solito in posti dove ne’ si arriva in bici ne’ a cavallo e dove nessuno si avventura a piedi. E sarà bellissimo…
    c’è ancora posto per tutti, e se voi similambientalisti concentraste le vostre energie affinchè tutti (enduro incluso) possano godere delle montagne, invece di combattere x etica, avremmo un risultato migliore.
    Ma almeno, voi ci andate per boschi e montagne?

  5. Scritto da simone p.

    perchè dovrebbero votare lega i crossisti ? forse più che risorgere dovresti tornare il letargo ….

  6. Scritto da roberta

    La fotografia dice tutto.

  7. Scritto da lombroso risorto dalla tomba

    secondo me voi crossisti votate la lega, giusto?

  8. Scritto da 081

    é tutta una montatura, magari gli agenti del CFS erano comunisti…
    11° comandamento: il bergamasco non sbaglia mai!

  9. Scritto da Cinico

    Alessandro Comotti non sa neanche che a fare il blitz è stato il Corpo Forestale dello Stato e non le “guardie forestali”….

  10. Scritto da Orobico

    scusate l’ignoranza ma quando si fanno gare o manifestazioni di questo tipo nn vengono avvisati e contattati tutti gli organi competenti per i permessi vari?

  11. Scritto da matteo b

    @081.. il fatto è ch quando servono soldi, ci si attacca a tutto.. parlando di targhe, motori ecc.. pensa se andassimo nella tua terra natale a far rispettare le regole.

  12. Scritto da Renzo

    Ma scusate: se io voglio fare anche solo una innocente partita di basket con gli amici, posso forse farlo in piazza vecchia o sul sentierone? No, ed è giusto così, I motociclisti che vogliono fare enduro devono affittarsi o comprarsi un terreno idoneo per la loro attività. Non devono assolutamente più usufruire di terreni boschivi e guadare fiumi (la fotografia fa venire una tristezza infinita). Devono inoltre, per ogni competizione, pagare una tassa -salata- per il grave inquinamento arrecato

  13. Scritto da angelo

    Brava roberta, la fotografia ci dice proprio che siamo nel terzo mondo. Che tamarri…

  14. Scritto da X

    Scusatemi,in “tutta Europa usano targhe ridotte” ? E poi “i Carabinieri quando ci fermano per controlli(presumo che non abbiate le targhe ridotte…!?)ci stringono la mano e via”. In Italia,se ti fermano con targa manomessa(fotocopiata ecc)ti devono verbalizzare e sequestrare il mezzo. Qui qualcuno sta scherzando,o no…?

  15. Scritto da Per X

    Si parla di targhe ridotte e di accorgimenti in uso per prassi solo durante le gare. Non su strade del demanio pubblico, ma allì’interno di circuiti, o campetti o prati

  16. Scritto da w l'enduro

    al n.2 non è una questione politica !!!!!!!!!! cosa centra la politica

  17. Scritto da Negra

    Io spero soltanto una cosa,che qualche alto funzionario del C.F.S. e della Polizia Provinciale,legga gli articoli qui pubblicati,e prenda esempio dagli ottimi colleghi Toscani.

  18. Scritto da Marco

    Ma, rivolgendomi a chi è contro questa pratica sportiva, chiedo: se in futuro mi comprassi una moto elettrica… non inquino e non faccio rumore… ci posso andare nei boschi o vi darà ugualmente fastidio?

    Per il codice della strada nessun mezzo a motore può andar per boschi.. ma forse si parla di motore a combustione interna. E in questo caso non è la moto elettrica…

  19. Scritto da orbital

    ben vi sta…andate a fare i tamarri con le motorette nel giardino di casa vostra!

  20. Scritto da marco

    quanta ignoranza nei commenti, da parte di gente che non ha la più pallida idea di cosa sia l’enduro

  21. Scritto da Marco

    x 16
    Si l’ho notato… io difendo uno sport che pratico, altri si accaniscono su argomenti che non conoscono…
    Sempre che non siano commenti fasulli….

  22. Scritto da la Poderosa

    @ 14 Marco:ne esistono gia in commercio e di valide(moto da fuoristrada elettriche)sarebbe un buon passo avanti,verso la tolleranza:sempre che voi rispetiate una velocita adeguata e non rovinate il fondo su cui passate. Provateci,potrebbe essere una valida soluzione.

  23. Scritto da vik

    per n. 16 lo so bene cosa è l’ enduro, vedi la foto, è una precisa tecnica di aratura dei campi, così nessuno potra’ piu’ dire agli enduristi ” braccia strappate all’ agricoltura “

  24. Scritto da Marco

    x 18:
    Ma i cavalli un sentiero non lo rovinano?

  25. Scritto da Matteo

    Grazie x le braccia strappate all’agricoltura, spiritoso. L’enduro è una realtà che esiste, conoscila prima di darci degli aratori, è uno sport riconosciuto dalla federazione e dal coni ed una soluzione bsogna trovarla!!! Cosi nn si puo andare avanti

  26. Scritto da Entradec

    Ragazzi contro l’enduro è una battaglia persa. E’ una lobby quella dei motoclub (vedi MC Bergamo e vari!!) che fa paura ai governanti. Ve lo garantisco. Ci sono norme regionali che vietano tutto ciò ma nessuno e ridico nessuno le fa rispettare. Poi “fa negot” se a mio papà (esempio) gli fanno il sedere a strisce se nel suo bosco taglia un albero fuori stagione. E’ una delle tante vergogne italiche. Ricordo che parlo con cognizione di causa (tutto dimostrabile!!!)

  27. Scritto da sta a cà mezà sega!

    @ 22 furbetto:prima o poi beccano anche té. Se poi tene stai tutto il di qui,piu che endurista mi sa che sei tastierista…

  28. Scritto da prison

    Un consiglio:spesso i tamarri col motocross lasciano il furgone o la macchina col carrello ai piedi del monte o poco fuori dal bosco:prendete la targa e segnalatela al corpo forestale!Vediamo se gli passa la voglia di giocare con le motorette anche se non sono più bambini delle medie!