BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rubavano all’interno della Same? Sospesi dall’azienda tre dipendenti

Movimenti sospetti e ammanchi di materiale: la Same ha avviato la sua indagine interna. Nessuna denuncia ai carabinieri. Contestazioni a tre dipendenti.

Più informazioni su

Il sospetto è che sfruttando l’ampiezza dell’azienda, alcuni operai lavorassero non solo per produrre trattori ma anche per far sparire materiali, che finivano fuori dalla Same per essere venduti al miglior offerente. Su commissione o meno è, per ora, impossibile dirlo.
Sulla base di quel sospetto alla Same di Treviglio è scattata un’indagine interna. Non risultano denunce ai carabinieri e all’autorità giudiziaria. I sospetti dell’azienda, dopo una serie di notizie raccolte all’interno degli stabilimenti, si sono concentrati sul cosìddetto "Reparto Sperimentale", dove si conducono test avanzati su molti prodotti della Same.
In quel reparto sarebbero stati notati comportamenti che la Same si limita a definire "anomali". Ma per quanto riguarda la merce e i materiali che sarebbero scomparsi, il riserbo è assoluto.
Da parte della multinazionale è quindi scattata la sospensione di cinque dipendenti di quel reparto. Uno strumento, quello della sospensione, per verificare al meglio eventuali movimenti sospetti, a "bocce ferme". Pochi giorni dopo è stata annullata la sospensione di due dei cinque dipendenti. Il procedimento disciplinare è quindi rimasto aperto per tre persone.
Ai tre sospettati è stata presentata, da parte di Same, una contestazione formale. La risposta, con specifiche giustificazioni, sarebbe già sul tavolo dei dirigenti dell’azienda. Ma nulla trapela. Formalmente l’azienda non dice se intende rivolgersi all’autorità giudiziaria in un futuro prossimo, nè vuole entrare nel merito degli ammanchi o delle modalità dei presunti furti.
Solo una breve dichiarazione, arriva dalla Same tramite lo studio legale Zonca – Briolini – Felli: "L’esigenza di approfondire quanto accaduto – prima di formulare accuse – fa sì che ad oggi siano stati semplicemente contestati alcuni comportamenti a dipendenti della società, che sono stati debitamente chiamati a giustificare la loro condotta; ad oggi non siamo in grado di determinare la dimensione definitiva dell’accaduto".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.