BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

O’Leary: “Prossimo scalo? La luna Con Ryanair niente rumore” fotogallery

L'ad della compagnia irlandese presente all'Aeroporto Caravaggio per festeggiare il 30 milionesimo passeggero sbarcato ad Orio.

C’è da dire che Michael O’Leary, amministratore delegato di Ryanair, a differenza dei suoi aeroplani (oltre il 90 per cento dei voli della compagnia irlandese atterra in orario), non è molto puntuale: mercoledì pomeriggio era atteso all’aeroporto di Orio al Serio alle 14 e si è presentato circa un’ora dopo. Motivo della visita? I festeggiamenti legati al 30 milionesimo passeggero (in 9 anni di parnership con l’aeroporto Caravaggio) targato Ryanair atterrato ad Orio. Il fortunato è un bambino sardo, Antonio Stella, arrivato allo scalo bergamasco da Cagliari con papà Francesco e mamma Diana. Per loro, oltre alle fotografie di rito con l’istrionico ad, una vacanza gratuita per due persone a Lanzarote, voli e pernottamento per 4 notti incluso.
Dopo le smorfie di rito, O’Leary si è concesso ai cronisti, il tema è quello che da anni serpeggia nei dintorni dell’aeroporto Caravaggio e che ciclicamente torna alla ribalta (sabato scorso la manifestazione dei comitati anti-aeroporto, nei giorni scorsi la promessa di Sacbo di opere di mitigazione ambientale): i fastidi causati dai rumori degli aeroplani che sfrecciano sopra le teste degli abitanti di Colognola, Campagnola, Seriate, Stezzano ed Azzano e Grassobbio.
“Per quanto riguarda le proteste, non ci sono problemi di rumore – le parole di O’Leary -; noi abbiamo la flotta più ecologica d’Europa, non voliamo di notte e nemmeno all’alba. Spesso si parla di queste proteste dimenticandosi la cosa più importante che avviene grazie allo sviluppo di Ryanair ad Orio, ovvero la crescita economica e turistica della bergamasca e la creazione di posti di lavoro, soprattutto in questo periodo di crisi”. Crisi che ha rafforzato la società. “In questo momento difficile i passeggeri sono più attenti a valutare le proposte ed osservano più da vicino le nostre tariffe vantaggiose – la spiegazione del 50enne –; sempre grazie alla crisi il mercato del low cost è in espansione, un mercato che ci ha consentito di diventare la prima compagnia aerea in Italia davanti ad Alitalia”.
E O’Leary non sembra intenzionato a fermarsi. “Orio rimane il nostro aeroporto numero 1 e grazie a noi continua a crescere, a differenza degli altri scali italiani. Linate non l’abbiamo mai considerata e Malpensa, con cui eravamo in trattativa un paio di anni fa, ha deciso di puntare su Lufhtansa ed Easyjet che non sono in crescita”. Lufthansa in procinto di entrare all’aeroporto Caravaggio. “It’s good! Ben vengano, ben venga la concorrenza di altre compagnia – la risposta -, così i passeggeri potranno rendersi conto meglio di quanto siano imbattibili le nostre tariffe”. La prossima rotta? “Orio-Moon”, la risposta secca, e per andare sulla luna basteranno i soliti 9,99 euro…
E nel caso un giorno si stancasse di utilizzare Orio che si poggia quasi interamente sulla compagnia britannica? “Non ci stancheremo mai, we are irish, not italians”. Di sicuro i comitati sperano che gli irlandesi possano diventare un po’ italiani.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Maria Antoinette

    @63: Oibò, addirittura il falso. E sarebbe a dire? esempio pratico? Mah.

  2. Scritto da il moralizzatore

    Mi dispiace Maria Antoniette ma lei sta completamente sbagliando! Non dica il falso! Cerchiamo di essere seri per favore….e poi SOGA!

  3. Scritto da Maria Antoinette

    @gd, su 40 milioni di voli all’anno, 25 incidenti aerei in tutto il mondo sono un rischio bassissimo. Non ci vuole molto a fare due conti. E’ molto più rischioso andare in giro in macchina o in bicicletta in centro a Bergamo. Ci provi, poi mi saprà dire. E’ retorica troppo semplice quella della comparazione tra turismo e vita. Se dovessi ragionare come Lei, dovrei chiedere la chiusura di Bergamo alle auto perché rischiamo di essere investiti. Cerchiamo di essere persone ragionevoli,per cortesia!

  4. Scritto da gd

    @60 Ecco giusto, cerchiamo di essere persone ragionevoli! Infatti io vorrei che in centro di Bergamo ci fossero solo bicilette proprio perchè attraversando a piedi sulle strisce trainando la mia bicicletta (come prevede il codice della strada) per ben due volte sono finita al pronto soccorso! Chi ragiona come lei non fa altro che avvalorare le tesi del chi se ne frega delle regole e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Non esiste la giustificazione del basso rischio! Esiste il rischio!

  5. Scritto da Maria Antoinette

    @gd, fino ad ora Lei non è stato in grado di dare un solo dato statistico né di citare una sola normativa. Nulla. Prova, per tentativi, a convincere (se stesso?) della pericolosità dei voli, poi spara sentenze su di me senza neanche conoscermi, insomma, son tutti tentativi ma senza un reale fondamento. Insomma, se questi sono gli argomenti, non c’è da preoccuparsi: Orio rimarrà una splendida realtà bergamsca di cui essere orgogliosi!

  6. Scritto da gd

    @57-58 I miei calcoli sono l’obiettivo a cui vuole arrivare questo aeroporto in barba a tutti i decreti! E poi cosa vuol dire che il rischio è bassissimo? Il rischio, che anche lei non nega, esiste, e mi creda ogni volta che un aereo passa sopra il mio tetto (abito al quinto piano) prego che non cada. Chiediamo solo il rispetto delle regole stabilite da leggi e decreti (che vietano il sorvolo sui centri densamenti popolati). Lei al mio posto cosa farebbe? Penserebbe al turismo o alla sua vita?

  7. Scritto da Maria Antoinette

    @GD, mi dica esattamente a quali città fa riferimento. Il turismo di Bergamo è certamente solo mordi e fuggi ma per le caratteristiche della città. Non è la sola in Europa a poter essere visitata in uno o due giorni al massimo. Gli stranieri si soffermano, giustamente, su altre città (Venezia, Firenze, Roma) dove viene richiesto più tempo per conoscere le bellezze storiche del nostro Paese. La questione “territorio densamente popolato” non ha alcuna valenza. Se da un lato afferma

  8. Scritto da Maria Antoinette

    (continua) che non c’è turismo, che incidenza ha il fatto che i turisti atterrino e se ne vadano altrove? i dati statistici (che sono più reali delle Sue considerazioni) parlano di 7 milioni di passeggeri l’anno e non 16 milioni come invece si deduce dal suo calcolo (200 passeggeri *220 voli *360 giorni). Tenendo conto che ci sono 25 incidenti aerei all’anno in tutto il mondo su oltre 40 milioni di voli al mondo all’anno, il rischio è bassissimo.

  9. Scritto da Maria Antoinette

    @GD: è statisticamente provato che causano più morti gli incidenti stradali che gli aerei. In ogni caso, anche chiudendo Orio, non verrebbe chiuso lo spazio aereo, quindi le probabilità di un incidente resterebbero.Sostenere che Orio non sia così vitale è ridicolo, basti contare il numero di hotel aperti negli ultimi anni e come l’aeroporto si sia ingrandito assumendo personale. Io lavoro in Città Alta e Le assicuro che tanti turisti stranieri non si erano mai visti in passato.Chieda alle guide!

  10. Scritto da claudio

    Dovrebbero mettere in piedi un comitato su : “è inutile che fate i comitati perdete tempo, sfruttatelo in attività più proficue” tanto l’aereoporto c’è ed è importantissimo per BG. Lufthansa ? Bene collegamenti con Francoforte ottimo.

  11. Scritto da gd

    @55 Quante città in Italia non hanno aeroporti eppure sono piene di turisti? L’aeroporto può aiutare il turismo ma non lo crea. Il turismo di Bergamo è solo mordi e fuggi Infatti più che hotel sono fioriti i B&B, economici. E comunque un aeroporto che fa 220 movimenti al giorno con aerei (non sempre pieni) da circa 200 passeggeri non può convivere con un territorio così densamente popolato. E’ un rischio troppo grande! I dati statistici li lascio a lei. Io le do’ i dati reali.

  12. Scritto da gd

    @Marie Antoniette:un aeroporto delle dimensioni di Orio non è così vitale per la città di Bergamo, Perchè ogni aereo è una bomba sospesa. Se scoppiasse (leggi caduta aereo) farebbe centinaia di morti. Il danno causato dall’inquinamento acustico e atmosferico è grave, ma mai come il pericolo che incombe sulle teste di chi vive sotto le rotte. Alternative per conciliare sostenibilità, sicurezza e posti di lavoro ci sono. Chi protesta chiede solo che si cominci a lavorare in questa direzione.

  13. Scritto da Marin

    Bruno: per la prima domanda la risposta è no, almeno non nel mio settore. Per quanto riguarda la seconda domanda, meglio un contratto a tempo determinato che non averlo affatto. Molte delle mie ex compagne di Università (indirizzo turistico) sono finite a lavorare a Orio e stanno meglio di molte altre che invece sono a spasso per agenzie di collocamento. Non prendertela con Orio se la legge Biagi fa acqua da tutte le parti.

  14. Scritto da Maria Antoinette

    @Guga, io viaggiavo con Ryanair da Orio già dal 2003. Dov’eri tu? Pensa che nel 1999 una mia amica acquistò casa a Grassobbio certa che avrebbe acquistato valore proprio grazie allo scalo. L’aeroporto è lì dal 1938, è ridicolo pensare di acquistare casa vicino alle piste di atterraggio e decollo sperando che nessuno le utilizzi. Vuoi i soldi per trasferirti in valle? E tu in cambio invece ripagherai chi rimarrà senza lavoro togliendo Orio? L’aeroporto non si tocca, per questa città è vitale.

  15. Scritto da barba

    @35
    Ma scusa perché non ti trasferisci su in valle. Ne guadagni in salute per te e per i tuoi figli. L’aria è pulita e gli aerei non ci sono, non c’è rumore, non c’è fastidio

  16. Scritto da Luigi Bresciani

    Considero agghiaccianti certe considerazioni nei confronti di chi si lamenta per il rumore degli aerei. Ma in che paese viviamo? Un po’ di rispetto non guasterebbe. Io so benissimo il ruolo e l’importanza dell’aereoporto di Orio, ma un paese civile, non può non ascoltare quei cittadini e trovare delle soluzioni. Decide la Ryan Air se Orio si deve espandere e dove? La politica non ha nessun ruolo? Ci sono o no dei limiti ambientali? Li rispettiamo o no? Si può distribuire meglio il disagio o no?

  17. Scritto da gigi

    Ma avete presente quanti ammalati di tumore ci sono a Bergamo (io sono uno di questi)
    Credete davvero che l’aeroporto non c’entri niente?
    Avete provato a vedere sul sito dell’Organizzazione Mondiale della Sanità gli effetti devastanti del rumore come quello che sopportiamo ogni giorno sulla salute fisica e psichica delle persone, in specie dei bambini?
    Chiedo ai difensori di Orio se ne vale la pena per portare un po’ più di gente all’Oriocenter o per partire da sottocasa anzichè da Montichiar

  18. Scritto da enrico

    Dev’essere girata la voce: in Italia ognuno può fare e dire quello che vuole. Anche che i suoi aerei non fanno rumore. Che Paese per vecchi.

  19. Scritto da Laura

    Spero, per le consuete comari-ultras dell’aeroporto, che abbiano almeno un tornaconto economico dalle sciocchezze che scrivono.

  20. Scritto da Maria Antoinette

    @Guga: ma tu che ne sai da quanto tempo abito io in centro e da quanto tempo mi becco l’invasione, il traffico e l’inquinamento di chi viene da fuori?! ma me li tengo perché non ci si può sempre lamentare. Se non ti stanno bene gli aerei, cambia casa. Orio ha cambiato volto alla città di Bergamo, ha dato lavoro a tante persone e facilita gli spostamenti internazionali a chi ha aziende in città e vuole fare promozione all’estero. Cosa facciamo? spostiamo l’autostrada perché inquina?

  21. Scritto da Ezio

    @gigi
    Invece quelli di Montichiari è giusto che si devono ammalare di tumore?
    E se invece il tuo tumore fosse provacato dal tuo fumo o dalle auto in circolazione senza limiti in città?

  22. Scritto da @45 Maria Antoniette

    D’accordo con lei: Orio ha cambiato il volto alla città di Bergamo. In peggio.

  23. Scritto da Bruno

    @ Una domanda ed una considerazione per Maria Antoniette.
    – E’ la promozione all’estero che ha aumentato il numero dei fallimenti delle aziende della nostra provincia?
    – L’aeroporto ha dato lavoro a tante persone con contratti a termine o tramite cooperative: fai tu un mutuo con quegli stipendi.

  24. Scritto da guga

    @Maria Antoniette. io la casa senza aerei l’avevo già. E’ quella dove abito adesso. Gli aerei me li hanno spostati sopra la testa due anni fa. Il traffico, l’invasione e tutte quelle cose di cui ti ti lamenti sono legate al centro e se uno compera casa in centro le deve mettere in conto, altrimenti compra casa fuori città come ho fatto io per cercare tranquillità @40. Me la paghi tu la casa in valle? A me va bene. E mi rendi anche i 40000 di valore di casa mia perso dalla sera alla mattina.

  25. Scritto da Alex

    @49
    pensa che cercavo un monolocale con garage vicino a Orio o zone limitrofe, sai cosa mi hanno detto le agenzie, ma scherza non ce ne sono manco a pagarli oro; non preoccuparti per la casa, devi percaso venderla, ci sono le agenzie che la pagano il 20% in più del valore
    fa balà l’oc
    bye

  26. Scritto da colognolese DOC

    abito a colognola, sotto il cono di virata precisamente…lavoro su turni con mattine pomeriggi e notti…dopo un pò di abitudine gli aerei manco li sento più!sapete cosa mi infastidisce???la via stezzano colma di auto la mattina e la sera, mi infastidiscono le auto di lusso parcheggiate davanti ad un noto bar quando devo scendere dal bus…faccio anche notare che prendo almeno 4\5 volte all’anno voli da orio…coerenza per favore!!!vogliamo un quartiere migliore??iniziamo dal basso!!!!

  27. Scritto da Maria Antoinette

    Che barba. Abitate sotto le rotte? Pazienza. Anch’io abito in centro e provo un certo fastidio quando venite a fare la coda per fare shopping al sabato o per vedere le solite bancarelle nella vostra solita triste vita occupando i nostri parcheggi per non pagare il ticket. Ci diamo tutti reciprocamente fastidio ma non è possibile metter su un comitato ogni volta che la propria tranquillissima vita viene scossa. Se volete la calma trasferitevi in montagna o fuori Bergamo. Ma lontano, lontano…

  28. Scritto da alex

    x Maria Antonietta
    ben detto, basta con la solite menate, rompete più Voi che gli aerei di Orio
    bye

  29. Scritto da guga

    @33 il centro c’era prima ancora che tu nascessi, gli aerei me li hanno messi sopra la testa tre anni fa, dieci dopo che ho comprato casa e almeno 40 dopo che hanno fatto l’aereoporto. Cogli la differenza? @34 nesuno ti obbliga a leggere i nostri commenti, noi siamo obbligati a beccarci gli aerei. E una volta per tutte, non si tratta di un fastidio temporaneo o per qualcue ora al giorno, ma tutto il giorno tutti i giorni, e non é fastidio, é salute nostra e dei nostri figli!

  30. Scritto da giorgio

    Non c’erano nè Presidente nè Amministratore Delegato a ricevere il loro cliente più importante?
    Per forza, Radici e Mentasti si vedono solo nei giorni di paga!

  31. Scritto da Ibris

    @26
    il rumore è vietato per legge
    Allora chiudiamo le sagre e soprattutto le movide
    e lo stadio dell’Atalanta ai tifosi.
    Il rumore è vietato per legge.
    Cmq anche le cavolate inquinano.

  32. Scritto da Circander

    io vivo sotto l’autostrada e mi basta per sapere cos’è il rumore
    Non chiudiamo l’autostrada? No perché serve.
    La Colnago di Colognola usa l’aeroporto e poi sputa nel piatto in cui mangia. Di questo quartiere io mi vergogno, rappresentato da gente FALSA che USA gli ideali di salute (di cui non gliene frega un emerito azz) per i propri scopi politici; perché solo di quello si tratta.

  33. Scritto da Palis

    @34 grande
    ti do ragione
    lontano da questa gente falsa

  34. Scritto da usaimo il cervello

    Sicuramente chi abita sotto le rotte spera di vare degli amministratori che facciano rispettare le leggi.
    Sicuramente basta alzare gli occhi per vedere come ci stanno prendendo in giro. le sbandierate modificeh di un grado delle rotte”per rideurrei disagi e bla bla” per Ryanair si traducone nel “faccio quello che mi pare tanto i bergamaschi sono c…
    Ma quale a crescita economica e turistica della bergamasca e la creazione di posti di lavoro,. Al massimo di Oriocenter…

  35. Scritto da Michele Forchini

    Easyjet a Bergamo? Fonti?

  36. Scritto da Matteo Magri (bergamonews)

    @2 Ho scritto easyjet che non esiste. Esiste cmq Lufthansa che dovrebbe partire a breve. Grazie per la segnalazione.

  37. Scritto da ryr fan

    grande o’leary!! avercene come te….

  38. Scritto da ok

    Finchè ci saranno fondi pubblici per compagnie private per mister irlandese volante andrà sempre bene.

  39. Scritto da damiano

    non vola di notte?panzana colossale!!!!ci piglia pure per i fondelli…

  40. Scritto da Michele Forchini

    Easyjet è la grande “avversaria” di Ryanair…sarebbe stata una new entry al limite del clamoroso!! Ovviamente un mega vantaggio per noi utenti..peccato!!

  41. Scritto da alex

    @4 con affetto: alla scuola di giornalismo insegnano a scrivere “cmq” al posto di “comunque”?!?

  42. Scritto da asini che volare

    tu ridi, ovvio. Meno spirito gratuito, please

  43. Scritto da AnonimoSeriano

    non vola all’alba ryanair? Domani, venerdì 14, i voli Ryanair partiranno alle 6,30 per Parigi, alle 6,40 per Oslo, alle 6,40 per Brindisi, alle 6,45 per Berlino. Vedete un po’

  44. Scritto da Matteo Magri (bergamonews)

    @8. Ma sì dai, un po’ di informalità almeno nei commenti…

  45. Scritto da Angelo

    O’Leary è un imprenditore che fa ovviamente i suoi interessi (euri-euri-euri):
    – non viaggiamo di notte: falso
    – aerei ecologici: ipocrita – 1 decollo=2000 auto
    – business per Bergamo: ma se si portano dall’estero pure l’acqua minerale..
    ed alla fine si beffa pure di noi: “we are irish, not italians”
    vai avanti cosi italiano!

  46. Scritto da mx

    no ryanair non vola di notte, basta guardare gli orari sul sito!

  47. Scritto da lillo

    grande mente che ci fai girar l’europa a poco…….mitico….ps…..alle 6 son gia’ 2 ore che lavoro………..orio non si tocca

  48. Scritto da IPOCRISIA REGNA SOVRANA

    Tutti vogliono calma, silenzio, notti magiche e un risveglio da film. L’EGOISMO REGNA SOVRANO. Ma all’indotto, al fatto che Orio crea lavoro, al fatto che la nostra Bergamo è conosciuta in tutta Europa, al turismo non ci pensa nessuno. E poi dai .. viviamo da decenni in un contesto tra i più inquinati d’Europa con o senza aeroporto. Le colonne di migliaia di auto ogni fine settimana per Orio Center per ore quelle vanno bene?

  49. Scritto da marino foletta

    @Angelo 11
    – non viaggiano di notte. vero
    – aerei ecologici. ipocrita? ha detto aerei…. non alianti….
    -business per Bergamo : guarda quanti hotel e B&B son nati… secondo te chi ci dorme?

  50. Scritto da Bergamasco sotto il cono di decollo

    @14 lillo…..
    Grande mente che ci fa girare…..magari non a lei che lavora dalle 4 del mattino , ma chi ha lavorato fino alle 10 di sera ed alle 4 del mattino si deve addormentare ,sotto il cono di decollo di Orio , 40.000 cristiani , non riescono + a dormire…ci pensi sig. Lillo..

  51. Scritto da bgmasco

    Si ma che do bale tutti ‘sti vichinghi che invadono Bergamo. Si stava così bene quando c’era solo il Milano-Roma una vola la settimana.

  52. Scritto da A Bergamo non c'è solo l'Atalanta

    @18
    di che ti preoccupi? Anche l’Atalanta è vichinga. Ricordi Stromberg?

  53. Scritto da squa

    @14 sì però intanto sabato a Bergamo a far ridere i polli eravate in 250 altro che 40.000.

  54. Scritto da anonimo azzanese

    @13
    Sì: dopo le 6 si può. Il divieto è prima delle 6

  55. Scritto da damiano

    vero che non viaggiano di notte???ma dove vivete!basta guardare gli orari???basta vivere sotto le rotte!!
    bergamo turistica? hotel? sì sì, li han costruiti e aperti, fa nulla se sono in perdita…a parte i b&b che proliferano senza regole…
    povera italia, l’unica economia che cresce è quella senza regole. bisognerebbe parlare conoscendo le cose,non per slogan o con commenti sentiti al bar…w l’italia…

  56. Scritto da turismocancrodel2000

    e quando finiranno le sovvenzioni di stato?

  57. Scritto da Gino

    @IPOCRISIA REGNA SOVRANA hai dimenticato di mettere in lista i numerosi gigolo bergamaschi che senza più i collegamenti aerei verso i paesi dell’est resterebbero senza nulla da fare…

  58. Scritto da Gino

    Magari fossero i vichinghi ad invaderci.. Il problema e’ che lo sta facendo qualcun’altro…

  59. Scritto da gigi

    Ryanair non fa rumore? Misurato dal Gabibbo (e anche da me)oltre 90 db ad ogni transito, sopra scuole, ospedali e parchi pubblici dove dovrebbe essere max 45.
    Non volano di notte? Provate a passare a Campagnola dopo le 23.
    Vorrei ricordare ai difensori dell’aeroporto che il rumore è vietato per legge e che l’economia bresciana vive meglio di noi senza l’aeroporto. Tanto la merda la manda a noi.
    Ma lo sapete quanto varrebbe l’area di Orio da destinare ad un Centro Direzionale?
    SVEGLIA GIOPPINI

  60. Scritto da il polemico

    ma quante inutili polemiche,chi polemizza con inquinamento acustico o dello smog, chi con i vichinghi,chi con i gigolò,chi non riesce a dormire,chi parte prima,chi dopo,però chissà come mai,se devono andare da qualche parte,prendono sti aerei,o pagano 10 volte tanto per prenderne uno di compagnia di bandiera,e che magari parte nel pomeriggio perdendo di fatto una giornata?non li ho usati spesso,però nessuno può negare che sono comodissimi e economici……punto

  61. Scritto da maria@maria

    ebbe, le 6,30 è l alba ?io è gia mezzora che sono in macchina per andare a bergamo e non trovare colonna .a dimenticavo le macchine sono silenziose.

  62. Scritto da birillo

    forse chi non vive sotto le rotte pensa che ci siano solo vantaggi e probabilmente crede a quanto dichiarato da O’leary. Gli aerei passeggeri più rumorosi sono proprio quelli della Ryanair e basta alzare gli occhi per verificare. Quando si mente dichiarando i propri aerei i più ecologici è ovvio che non può essere credibile nemmeno sul resto. Siamo stanchi di bugie e di falsi proclami.

  63. Scritto da guga

    Ma vi rendete conto che questo qui é venuto a fare il padrone a casa nostra davanti ai nostri occhi? A casa vostra, nel vostro salotto, gli lascereste fare quel che vuole come fosse a casa sua? Eppure lo fa ogni giorno con il nostro aereoporto e con la nostra salute! E chi gli fa rispettare le regole se fa lo sbruffone anche a terra e nessuno gli dice niente? Provate a guardare con i vostri occhi e vedrete che i suoi aerei fanno quello che vogliono senza seguire le stesse traiettorie degli altri

  64. Scritto da guga

    Con ryanair niente rumore. Prova a venire a Stezzano dalle 6.30 alle 8 di ogni mattina o dalle 8.30 alle 11.30 ogni sera, poi ripetimelo. Forse siamo noi che ci sognamo.