BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Berlusconi: se il governo cade si va al voto

Parlando all'emiciclo dove solo i deputati radicali occupavano i banchi dell'opposizione, il premier ha annunciato che non c'?? alternativa credibile a questo governo.

Più informazioni su

Silvio Berlusconi lo ha detto subito chiaro e tondo ai deputati della maggioranza: non c’è alternativa al suo governo ed è per senso di responsabilità che, di fronte ad un’aula semivuota per l’assenza delle opposizioni, ha ribadito che non intende fare un passo indietro. In questo supportato da un ottimismo ostentato anche prima dell’intervento ufficiale: "Domani avrò fiducia, vorrei vedere…".
Dopo, parlando all’emiciclo dove solo i deputati radicali occupavano i banchi dell’opposizione, Berlusconi ha aggiunto:" Sul piano politico non c’è alternativa credibile a questo governo nelle assemblee elettive di Camera e Senato". Se il governo non dovesse avere la fiducia del parlamento, ha proseguito, "la parola" dovrebbe "tornare agli elettori: questo è il sale della democrazia parlamentare nel bipolarismo e protegge l’autorevolezza degli esecutivi". "Questa norma, smentita da pasticci e ribaltoni nel recente passato, è una norma democratica da custodire come un tesoro", senza la quale vincerebbe il "partito degli sfascisti".
Il Premier ha poi ribadito la proprio determinazione a non lasciare Palazzo Chigi: "A chi ci chiede un passo indietro rispondiamo chiaramente che mai come in questo momento sentiamo la responsabilità di non accondiscendere a questa richiesta". "Non per preservare poteri, ma perchè questo governo non ha alternative credibili e le elezioni anticipate non sono una soluzione per i problemi del Paese".

Intanto è slittata l’approvazione del rendiconto, previsto per oggi e che sarà invece approvato domani nel corso di un nuovo consiglio dei ministri. E’ quanto emerso dal consiglio dei ministri che si è concluso a Palazzo Chigi. Il ddl non era all’ordine del giorno della riunione di governo, ma la sua approvazione era prevista per oggi. Il cdm dovrebbe tenersi dopo il voto di fiducia della Camera.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da chiedere...A CHI L'HA VISTO

    La Politica e i Politici ci sono x gestire il paese ITALIA?HA me sembra una lotta disperatamente improntata x il potere personale e di partito,.una considerazione ideologicamente trasversale politicamente parlando è così facendo si dimentica non sò se volontariamente o involontariamente il compito primario dei Politici eletti e preposti a gestire e guidare i cittadini,cioè lavorare x proposte concrete seguite dai fatti x la comunità.Dalla Politica tanti litigi ,slogan e promesse non mantenute..

  2. Scritto da Vittorio

    Quando se ne andra’ ci lascera’ solo macerie.

  3. Scritto da enrico

    Col cavolo che si va al voto, prima si cambia la legge elettorale! Ti piacerebbe, vero silviuccio?

  4. Scritto da giobatta

    “Perché io so’ io… e voi nun siete un c…zo!” (Alberto Sordi ne “Il Marchese del grillo”
    “Se avanzo seguitemi, se indetreggio uccidetemi, se mi uccidono vendicatemi” (B. Mussolini)
    “Vox clamantis in deserto” (dal Vangelo secondo Giovanni)
    “Il re è nudo!” (da una fiaba di H. C. Andersen)

  5. Scritto da al votro !

    al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto al voto, al voto, al voto, al voto

  6. Scritto da Roberto Mora

    Il governo avrà la fiducia anche domani, perché l’intera maggioranza sarà precettata. Quindi dovremo sopportare questo stillicidio ancora per un anno e mezzo.
    La cosa buffa è che questo era il governo con la maggioranza più ampia della storia della Repubblica.
    Da lunedì ricominceremo a sentire le solite promesse come “e ora avanti con le riforme” “abbiamo i numeri per governare fino al 2013″… Intanto arriveranno altre manovre che colpiranno dipendenti, pensionati, disoccupati…

  7. Scritto da franz

    Sempre fondamentale l’aiuto della Lega!!!

  8. Scritto da Fabio Belotti Coord. Prov. FLI BG

    Credo che Bossi dopo la noia che ha provato questa mattina ad ascoltare per l’ennesima volta la solita storiella di Berlusconi, ha sbadigliato ca. 50 volte il 28 minuti di intervento, domani si addormenterà al momento del voto di fiducia. Vedo Bossi molto stanco xtanto gli auguro di andare a casa con Berlusconi e di rimanerci…la pensione ormai e’ vicina…e’ l’ora di cambiare davvero in tutto e per tutto per salvare il nostro meraviglioso e amato Paese. W l’Italia.

  9. Scritto da cittadina sempre più disgustata!

    Il governo non cadrà perchè i signori di “Roma ladrona” voteranno come sempre la fiducia al loro capoccia!
    POVERA ITALIA E POVERI NOI CHE DOVREMO SOPPORTARLI ANCORA!!!!!!

  10. Scritto da Sleghiamoci

    Speriamo che se ne vada per i suoi interessi personali ha smantellato una nazione intera.

  11. Scritto da enzo

    in un altro paese occidentale un premier del genere non sarebbe durato cosi’ tanto, ma ora pare sia finita, che senso di liberazione, respiro meglio, bye bye Silvio