BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rifiuti tossici in Campania, Gomorra diventa realt?? per la Bergamasca

I rifiuti a Castel Volturno sono stati trovati su indicazione di un camorrista pentito sotto un albergo. Sui sacchi scritte che rimandano alla Bergamasca. Indaga l'Antimafia.

Più informazioni su

Hanno costruito anche un albergo sopra un’intera discarica abusiva. E in quella discarica, scoperta dagli inquirenti coordinati dalla procura Antimafia di Napoli, c’erano sacchi con scritte che rimandano alla Bergamasca, forse ad un paese della nostra provincia o ad un’azienda orobica. Sembra di leggere un passaggio di  Gomorra, di Roberto Saviano. E invece stiamo leggendo quanto è stato scoperto negli ultimi giorni a Castel Volturno, in provincia di Caserta.
Proprio da lì, da Castel Volturno, l’associazione Medici per l’Ambiente ha scritto una lettera aperta molto dura, nella quale si dice: "Bergamaschi, non ne possiamo più dei vostri rifiuti". La realtà che sta venendo alla luce grazie alle indagini della Squadra Mobile di San Cipriano d’Aversa, coordinate dall’Antimafia di Napoli, è un po’ più complessa. E’ stato il pentito Emilio Di Caterino, ex del famigerato clan dei Casalesi, a portare gli inquirenti all’area resort Hyppo Campus di Castel Volturno e ad invitarli a scavare sotto il parcheggio.
Sotto terra, decine di sacchi pieni di rifiuti, in buona parte trasformati dal tempo e dai processi chimici. Ma la polizia ha individuato su quei sacchi scritte che rimanderebbero alla provincia di Bergamo: ad un paese della Bergamasca o, secondo indiscrezioni non confermate, ad un’azienda. La scoperta è stata fatta il 7 ottobre, anche grazie ad un lavoro accurato dei vigili del fuoco e dell’Arpac di Caserta (corrispondente alla nostra Arpa). Ad una prima analisi nella "fossa" sotto il resort, un’area dedicata allo sport e alla ricreazione, sarebbero state rilevate molte sostanze a rischio, sulle quali ci saranno ulteriori approfondimenti nei prossimi giorni.
Secondo la procura Antimafia il resort di Castel Volturno era una struttura riconducibile al clan dei Casalesi, tanto da essere già stato sequestrato nel 2010. I rifiuti ritrovati sotto terra risalirebbero ai primi anni ’90 quando, sempre secondo gli inquirenti, il pentito Di Caterino era un manovale di primo livello di Franco Bidognetti, altro boss del clan casalese.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da 081

    @ fablo: tempo perso mi creda. Il bergamasco dal punto di vista morale è inattaccabile.Punto e basta!

  2. Scritto da Mazzocchi Ezio

    come usiamo dire , pane al pane e vino al vino, una socirta’ bergamasca…………paga e paga bene perche’ per lo smaltimento a norma di legge di rifiuti speciali i costi sono elevati per le aziende , ed ecco la solita furbizia di qualcuno del sud , piu’ furbo di tutti , smaltirli come rifiuti normali ,e prendere i soldi come per smaltimento dei rifiuti speciali . Eezio Mazzocchi

  3. Scritto da fablo

    @i76bg. guarda che, non sono contrario al fatto che tu sia fiero, il fatto e che voi, come noi, come qualsiasi persona…non può fare lezioni di stile, credo su questo possiate convenire. circa “la maglietta “meglio morto che pentito”, non è peggio del dito medio sullo sfondo verde pisello e la scritta italia, due provocazioni o due cafonate? . non siamo superiori… ma lezioni di stile, per favore…i milanesi vi chiamano “gnucchi” non noi “terroni”. baci “patani e patanelli”

  4. Scritto da Mario

    Mi e’ piaciuto molto il commento 21: appunto, se fossi un’azienda con l’intento di delinquere, volete che usi sacchi con su scritto chi sono? E come fa ad un bergamasco a venire in mente di andare a seppellire i rifiuti a Napoli? Dai, e’ tutta una montatura!

  5. Scritto da fablo

    caro poeret, conosco la sua Berghem e mi spiace, ma lezioni di una presunta superirità civica bergamasca non è il caso di farne. circa la “guida” , ho visto più incidenti mortali a Bergamo in 5 giorni che a Napoli in 30 anni, poi circa la superiorità, presunta civile, lei da bravo “patriota” saprà che “Berghem” viene dal celtico” villaggio di montagna” ed “orobico” dal latino di etimo greco oros “montagne”. non vedo come un montanaro possa dare lezioni di stile. cordiali saluti

  6. Scritto da l76bg

    FIERO DI ESSER MONTANARO.. e non avere come sfondo sul cellulareo sulle magliette le facce dei boss o le scritte “meglio morto che pentito”..che superiorità civica voi sul mare..

  7. Scritto da 081

    @9 e 10: attenzione non sto mica dicendo che Lei ha torto ed io ragione(e viceversa).Ho solo lasciato intendere che sono i finiti i tempi in cui ognuno si erge a paladino di una presunta superiorità morale (sic!) purtroppo molto frequente in terra orobica.A volte basterebbe un po’ più di umilità:anche se fosse coinvolta una ditta di BG, dove sta il problema?Mica sono tutti “casti e puri”,magari Lei lo è.Chiaro?

  8. Scritto da poeret

    081..le scarpe non mi calzano strette, sono solo un pò più obiettivo di tanti..del nord o del sud che siano, perchè secondo Lei la lettera del dottore è obiettiva o faziosa? Se si parla di motorini e casco che non mette nessuno è palese, se dice che i bergamaschi scaricano al sud..mi pare un pò (troppo) forzata l’affermazione. dal suo prefisso capisco si senta coinvolta in prima persona ma, visto che è a Bergamo a vivere, vuole paragonarmi la legalità in generale con Napoli (ci sono stato 1 anno

  9. Scritto da 081

    Visto che Lei c’è stato 1 anno a NA si è mai chiesto quelle persone che fanno barricate da chi sono manovrate?Non voglio difendere l’indifendibile riguardo al pattume comune (mix fatale di inefficienza tra amm/ri locali,camorra e mancanza di senso civico…visto poeret?Sono 1 napoletano che non “chiagne e fotte”?),ma x 1 volta che una ditta di BG viene beccata con le mani nella marmellata non mi sembra il casodi fare tutta questa sceneggiata!Cordialità,081

  10. Scritto da poeret

    io ho capito il suo discorso.. ma forse non il mio, rilegga l’intervento @1..probabilmente sono anche più di 1 le ditte di BG coinvolte, ma non mi piace come si parli male dei Bergamaschi in genere nella lettera..visto che parlando di senso civico ne possiamo insegnare anche troppo. Certo che lo sò da chi sono manovrate, e l’ho scritto @10 ..ma negli articoli sembra invece il male venga da fuori, perciò chi fa le sceneggiate? certo non m iriferisco a Lei.. ma se il problema c’è non è natoa BG

  11. Scritto da Maurizio(falso)

    Bella questa; uno si presenta rappresentando una bella ditta di smaltimento rifiuti speciali, lo si paga per portarli via, e poi la colpa è dell’origine della merce?

  12. Scritto da parabol

    Nella redazione di bergamonews ci deve essere qualche meridionale convinto che i guai del meridione sono tutti ascrivibili ai settentrionali,non si spega altrimenti il fatto che ogni giorno ci sia qualche articolo che rimanda alla “cattiva coscienza” del nord…

  13. Scritto da wbgnews

    per 15: ogni giorno? hai le traveggole?

  14. Scritto da 081

    @15: mah…ho dei dubbi, visto che a volte i miei commenti vengono addolciti.

  15. Scritto da 081

    @13: letto, e riletto, il commento n.1. Ovvio che la missiva di Rivezzi è faziosa…sarebbe stato ridondante evidenziarlo.Cmq poeret io convengo con Lei,ciò che a me infastidisce è il vedere sempre il dito puntato contro.Non parlo del caso di specie,ma abbia la compiacenza di ammettere che ai bergamaschi(anche a parità di senso civico con altre persone)piace stare una spanna sopra gli altri.Mi contraddica per favore se sbaglio…mi aiuti a far cambiare questa idea,forse sbagliata,che ho! :)

  16. Scritto da poeret

    @081..a parità di senso civico non siamo una spanna sopra..ma appunto pari. Se però mi chiede paragonato ai Napoletani, scusi ma GENERALIZZANDO si..mi sento una spanna sopra. Generalizzando appunto xchè c’è sicuramente il napoletano MIGLIORE di me.. e idem il bergamasco PEGGIORE di molti napoletani. Le faccio un es. ad usare la macchina mi son spaventato, non si rispetta una regola..

  17. Scritto da poeret

    @081..poi le dico, io il dito lo punto sempre non generalizzando.. ma capisco i lsuo discorso, tanti fanno prima a dar la colpa sempre all’altro (o ai meridionali) come appunto il dottore della lettera, credo che più del bergamasco sia una brutta abitudine tutta italiana..

  18. Scritto da reds 65

    Se avessi un’azienda che “produce ” rifiuti tossici, e li volessi occultare utilizzando dei sacchi, credo che la prima cosa che farei sarebbe quella di utilizzare dei sacchi anonimi non rintracciabili (preaticamente l’ a b c del mariuolo); “l’imprenditore” in questione invece sembra un autentico stordito, chissà di dove sara’? Bergamo, Udine, Terni, Napoli, chi lo sa ? Xchè azienda con sede in bergamasca non significa proprietario bergamasco. Meditate gente meditate …

  19. Scritto da poeret

    peccato che nella lettera il caro dottore ha evitato di nominare appunto il clan dei Casalesi.. poi che ci siano rifiuti prodotti qui non è un mistero, e non deve essere l’appiglio per avercela con tutti i bergamaschi, il vero problema è come e chi poi li ha smaltiti in questo modo, se il produttore o la ditta di smaltimento, o entrambi.. colpire il colpevole, certo occhi e orecchie chiuse non sono i cittadin idi Bergamo ad averle tenute.. pure un albergo ci hanno costruito sopra..

  20. Scritto da Sleghiamoci

    Per poeret, però non ammettere che anche qua la mafia non faccia affari sulla nostra immondizia è da omertosi detta alla siciliana o no. Siamo più realisti che le cose prima o poi vengono a galla e noi qua non siamo certi migliori di altri soltanto che facciamo sempre le tre scimmiette.

  21. Scritto da X

    Propongo un gemellaggio fra Castel Volturno e la località Bergamasca da dove verra accertato provenivano i rifiuti(tossici?)in fondo fondo,adesso qualcosa in comune cel’hanno:alla faccia di quel poeret del @ 1.

  22. Scritto da poeret

    @2Sleghiamoci..non ho detto che la mafia non faccia qui i suoi affari, anzi..ho scritto che ci son rifiuti prodotti qui. La differenza è che, i cittadini in generale denunciano i problemi, non fanno gli omertosi (poi se tu parli di proclami politici siamo su piani differenti) se la polizia interviene per arrestare, controllare o quant’altro non vedo signore lanciare vasi dal terrazzo.. quindi non mi nascondo dietro a facili proclami, ma nemmeno mi metto a pari di certi comportamenti..

  23. Scritto da 081

    @1 poeret scrive:”[…] e non deve essere l’appiglio per avercela con tutti i bergamaschi[…]”.Ora le scarpe le calzano strette? Visto come è brutto quando si fa di tutta un’erba un fascio?

  24. Scritto da E adesso?

    E adesso i leghisti cosa fanno? Montano un gazebo con presidio a Castelvolturno?? Dai, che vengono anche Bossi e Maroni!!

  25. Scritto da !

    @ 4 poeret tant:se la crimalità organizzata fa anche qui i suoi affari,vuol dire che anche alcuni bergamask,sono criminali!

  26. Scritto da Arturo

    Di solito le aziende conferiscono i rifiuti ad aziende specializzate che rilasciano copia del formulario,registrato sul registro dei rifiuti,e una seconda copia viene loro rispedita dallo smaltitore effettivo.Poi se l’azienda specializzata li da alla camorra ed emette documenti falsi non è certo responsabilità dell’azienda primaria,che ha fatto tutto in regola ed ha anche pagato lo smaltimento.Dato che a Bergamo ci sono un mucchio di aziende meridionali che vincono appalti,controllatele.

  27. Scritto da poeret

    aggiungo che.. alla creazione di siti per lo smaltimento o lo stoccaggio (legale e controllato) sit-in, agguati, scioperi, camion bruciati.. invece alle discariche abusive niente, nessuno vedeva o sentiva, anzi scoperte si da la colpa all’uomo nero (nord) ..suvvia, la popolazione sta bloccando nuovi inceneritori o affini facendo un vafore alla criminalità organizzata che così continua il suo businnes.. poi se vuol dare la colpa a Bergamo, è più semplice ma il problema continua..