BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Torna la rassegna Essenze in scena testi della Merini e De Luca

Dal 14 al 23 ottobre la compagnia teatrale proporr?? un cartellone con 4 spettacoli ed una tavola rotonda rivolta a genitori ed insegnanti.

Più informazioni su

La rassegna teatrale itinerante Essenze proposta da Arhat Teatro in collaborazione con il Comune di Sorisole, giunta ormai alla sua terza edizione, alza il sipario venerdì 14 ottobre a Sorisole con sette appuntamenti in cartellone.
Il primo è all’oratorio di Azzonica, frazione di Sorisole, dove venerdì 14 ottobre alle 20.45 andrà in scena “Che dire degli Angeli”. Un lavoro teatrale che si ispira ad una delle poesie più toccanti di Alda Merini “La carne degli Angeli”. A seguire la compagnia teatrale proporrà “Fiori”, rapsodia/studio liberamente ispirata a "Les fleurs du mal" di Baudelaire.
Sabato 15 e domenica 16 al teatro parrocchiale di Sorisole va in scena “Vento, Vento, che cosa racconti? …(ovvero la storia di Passerogrigio che si ritrovò a volare)”, una fiaba per bambini di ogni età.
Lunedì 17 ottobre alle 20.45, sempre al Teatro Parrocchiale di Sorisole l’Arhat Teatro ripropone “Vento, venti, che cosa racconti?” seguito da una tavola rotonda “…e Passerogrigio imparò a volare: il bambino/il ragazzo tra psiche, corpo e spirito: quale scuola?”. Un convegno al quale sono invitati tutti gli insegnanti e i docenti.
A chiudere al rassegna Essenze sarà lo spettacolo “Ararat” che andrà in scena nella sala San Pietro al Centro civico di Petosino venerdì 21, sabato 22 e domenica 23 ottobre, alle 20.45. Attraverso alcuni passaggi nodali tratti dalla traduzione filologica di Erri De Luca del libro biblico Genesi/Bereshìt, lo spettacolo si addentra nella storia del diluvio intrecciandola con il mito di Gilgamesh e il racconto di uno sciamano Pawnee.

Info e prenotazioni 338.1259457. Costo del biglietto 7 euro.

La compagnia Arhat Teatro
Àrhat Teatro è un gruppo di recente costituzione, ma il direttore artistico e regista, Pierluigi Castelli, viene da un percorso ventennale di lavoro con altro gruppo (Daidalos) e numerose esperienze teatrali a livello internazionale. La sua formazione è avvenuta in seminari, corsi per registi, incontri e percorsi con alcuni tra i principali maestri del novecento e gruppi della ricerca teatrale e in particolare con Eugenio Barba e l’Odin Teatret.
Nel luglio 2004 è iniziato il cammino di Arhat teatro con la preparazione fisica del giovane attore Samuele Farina (1000 ore di training in sala), impreziosito da una serie di seminari e incontri individuali di lavoro con attori e danzatori della scena contemporanea (tra cui Augusto Omolù, Jhon K.M. Jhon, Beppe Chierichetti, Simone Capula, Daniele Carnazza, Francis Pardeilhan, Anatoli Lokachtchouk…).
Nel gennaio 2006 vi è stato l’approdo al primo spettacolo “Ararat” seguito dalla presentazione di “Fiori” l’anno successivo.
Nel 2010 ha presentato, in anteprima nazionale a Firenze, lo spettacolo “Vento, vento, che cosa racconti? (…ovvero la storia di Passerogrigio che si ritrovò a volare)”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.